Mercedes C63 AMG Coupé MY 2016: una nuova breve anticipazione [VIDEO e FOTO]

Istanti prima di un debutto

Poche inquadrature dall'abitacolo e poi il rumore corposo di una nuova Mercedes-AMG, probabilmente l'attesa C63 AMG Coupé

Mercedes C63 AMG Coupé MY 2016 – Altri piccoli assaggi riferiti alla futura grintosa Mercedes C63 AMG Coupé, secondo quanto suggerito, sono stati diffusi attraverso un breve video focalizzato su alcuni dettagli.

Tra le indiscrezioni riguardati la C63 AMG Coupé, si ipotizza che questa vettura possa essere equipaggiata con un motore V8 TwinTurbo da 4.0 litri, capace di fornirle 469 cavalli (349,7 kW) di potenza e 648 Nm di coppia massima, a cui sarebbe associato un cambio automatico Speedshift AMG MCT sette rapporti. Questa unità potrebbe proiettare la vettura da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi e farle raggiungere una velocità massima limitata a 250 km/h. Ma si parla anche di una versione ancora più potente, contrassegnata dalla lettera S, che riceverebbe un voluminoso 4.0 litri V8 da 503 cavalli (375 kW) e 698 Nm di coppia. Tanta potenza che garantirebbe performance esaltanti e un picco di velocità autolimitata a 290 km/h, secondo le ipotesi.

L’auto ritratta in questo nuovo filmato sarebbe la prossima versione della Mercedes C63 AMG Coupé, il cui prototipo è stato già immortalato in precedenza. Alcune foto spia ne avevano fornito un’idea, nonostante la veste camouflage che si intravede ancora in questo video. L’impostazione da coupé è emersa in modo evidente, distinguendola nella gamma della Classe C, così come si sono notati alcuni aspetti dello stile. Se confrontata a quello della precedente C63 AMG, il cui design appariva più sportivo richiamando l’aspetto delle vetture DTM, la nuova generazione sembra caratterizzata da forme più ricercate, con dettagli estetici che sembrano un rimando alla S63 AMG Coupé. Particolari estetici che comunque offrirebbero una certa impronta grintosa, percepibile non solo dall’ampio e robusto frontale, ma anche se ci si sofferma ad esempio sui quattro corposi terminali di scarico, sul disegno dei gruppi ottici, sulla linea del tetto che converge morbida verso il posteriore o sugli aerodinamici specchi laterali.

Un misterioso pilota con il suo guanto anima la vettura, mentre l’occhio della telecamera ci accompagna prima su un dettaglio esterno, poi all’interno tra elementi, comandi e indicatori, fino al rombo del propulsore proiettato dagli scarichi. Immagini che generano aspettativa, in attesa della presentazione.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati