WP_Post Object ( [ID] => 163588 [post_author] => 36 [post_date] => 2015-07-21 14:30:42 [post_date_gmt] => 2015-07-21 12:30:42 [post_content] => GPL e Metano - Al 31 dicembre il parco circolante di vetture alimentate a GPL e Metano aveva una percentuale sul totale del al 7,76% contro il 7,35 dello stesso periodo del 2013. Esaminando l'andamento negli ultimi 10 anni, in italia, rispetto al 2005, dove la percentuale era del 3,81%, l'incremento è stato del 117,52%. "Parlando di auto a basso impatto ambientale, è importante valutare anche la composizione del parco dal punto di vista della classificazione Euro: i dati Aci evidenziano che quasi il 59% del circolante a benzina è composto da vetture Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3." ha sottolineato Alessandro Tramontano, presidente del Consorzio Ecogas. "Molte di queste potrebbero ridurre il proprio impatto ambientale ricorrendo alla trasformazione a Gpl o a metano in after market, nella quale il nostro Paese eccelle nel mondo." I risultati affiorano da uno studio del Centro Studi del Consorzio Ecogas su dati Aci al 31 dicembre 2014. In totale sono 2.875.788 vetture, di cui 833.668 a metano e 2.042.120 a Gpl, comprendendo sia le auto di primo impianto, sia quelle trasformate in after market, servite da circa 1.050 distributori stradali di metano e 3.650 di Gpl. Tra le regioni italiane primeggia l'Emilia Romagna, con 476.185 auto a gas (17,29%). Seconda, invece, le Marche, a quota 16,73, terza l'Umbria, con il 10,95 e quarto il Veneto, con il 10,17%. A seguire nell'ordine: Toscana (8,73), Abruzzo (8,64), Piemonte (8,62) e Campania (8,25). Sotto il 7,76% troviamo Molise (7,26%), Puglia (6,98%), Lazio (6,44%), Lombardia (6,16%), Basilicata (4,89%), Liguria (4,15%). Gli ultimi posti della classifica, sotto il 4%, Sicilia, Trentino Alto Adige, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Valle d'Aosta. In termini assoluti, in seconda posizione troveremo la Lombardia con 361.986 auto a gas, in terza posizione il Veneto, con 303.543 vetture a GPL e metano, seguito da Campania, Piemonte, Lazio e Toscana, tutti sopra quota 200 mila unità. I parchi auto a metano più numerosi sono in Emilia Romagna, Marche, Veneto e Toscana. Per il GPL la classifica è guidata dalla Lombardia, seguita da Emilia Romagna, Veneto e Campania. [post_title] => GPL e Metano, il parco circolante è aumentato del 117,52% rispetto al 2005 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gpl-e-metano-il-parco-circolante-e-aumentato-del-11752-rispetto-al-2005 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-07-21 13:59:01 [post_modified_gmt] => 2015-07-21 11:59:01 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=163588 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

GPL e Metano, il parco circolante è aumentato del 117,52% rispetto al 2005

Tra le regioni in testa c'è l'Emilia Romagna

Un incremento del 117,52%. Questo emerge dallo studio relativo al parco circolante di vetture GPL e metano in Italia. Ma il dato è destinato a salire, dato che basterebbe che quelle benzina decidessero di trasformarsi in GPL in aftermarket
GPL e Metano, il parco circolante è aumentato del 117,52% rispetto al 2005

GPL e Metano – Al 31 dicembre il parco circolante di vetture alimentate a GPL e Metano aveva una percentuale sul totale del al 7,76% contro il 7,35 dello stesso periodo del 2013. Esaminando l’andamento negli ultimi 10 anni, in italia, rispetto al 2005, dove la percentuale era del 3,81%, l’incremento è stato del 117,52%. “Parlando di auto a basso impatto ambientale, è importante valutare anche la composizione del parco dal punto di vista della classificazione Euro: i dati Aci evidenziano che quasi il 59% del circolante a benzina è composto da vetture Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3.” ha sottolineato Alessandro Tramontano, presidente del Consorzio Ecogas. “Molte di queste potrebbero ridurre il proprio impatto ambientale ricorrendo alla trasformazione a Gpl o a metano in after market, nella quale il nostro Paese eccelle nel mondo.”

I risultati affiorano da uno studio del Centro Studi del Consorzio Ecogas su dati Aci al 31 dicembre 2014. In totale sono 2.875.788 vetture, di cui 833.668 a metano e 2.042.120 a Gpl, comprendendo sia le auto di primo impianto, sia quelle trasformate in after market, servite da circa 1.050 distributori stradali di metano e 3.650 di Gpl. Tra le regioni italiane primeggia l’Emilia Romagna, con 476.185 auto a gas (17,29%). Seconda, invece, le Marche, a quota 16,73, terza l’Umbria, con il 10,95 e quarto il Veneto, con il 10,17%. A seguire nell’ordine: Toscana (8,73), Abruzzo (8,64), Piemonte (8,62) e Campania (8,25). Sotto il 7,76% troviamo Molise (7,26%), Puglia (6,98%), Lazio (6,44%), Lombardia (6,16%), Basilicata (4,89%), Liguria (4,15%). Gli ultimi posti della classifica, sotto il 4%, Sicilia, Trentino Alto Adige, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Valle d’Aosta.

In termini assoluti, in seconda posizione troveremo la Lombardia con 361.986 auto a gas, in terza posizione il Veneto, con 303.543 vetture a GPL e metano, seguito da Campania, Piemonte, Lazio e Toscana, tutti sopra quota 200 mila unità. I parchi auto a metano più numerosi sono in Emilia Romagna, Marche, Veneto e Toscana. Per il GPL la classifica è guidata dalla Lombardia, seguita da Emilia Romagna, Veneto e Campania.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Carburanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Guide e utilità

Come fare il pieno di GPL

E' possibile il rifornimento in modalità self-service?
In Italia le vendite di auto a gpl vanno abbastanza bene rispetto, ad esempio, ai modelli elettrici. Ma come si