Aston Martin Vulcan, in mostra al Nürburgring una speciale versione arancione brillante [FOTO]

Ognune delle 24 unità prodotte costerà 2,5 milioni di euro

L'Aston Martin Vulcan è stata immortalata al Nürburgring in una brillante veste arancione. La supercar del marchio britannico sarà prodotta in sole 24 unità ed è in grado di produrre 800 CV grazie al suo motore V12

Aston Martin Vulcan – I nostri colleghi di InAutoNews hanno avuto la possibilità di effettuare alcuni scatti di una splendida Aston Martin Vulcan rifinita in un’arancione brillante.

La speciale Aston Martin Vulcan è stata esposta presso il centro di prova del Nürburgring e, come sappiamo, si tratta della risposta del marchio inglese ad alucne recenti “belve da pista”, come la Ferrari FXX K e la McLaren P1 GTR. A differenza di queste due supercar, l’Aston Martin Vulcan è un “corridore vecchio stile”, senza alcun tipo di assistenza elettrica in quanto racchiude un potente V12 da 7.0 litri aspirato che le permette di erogare 800 CV (596 kW), mentre un cambio sequenziale a sei marce Xtrac ha il difficile compito di incanalare tutta questa potenza alle sue ruote. La potenza frenante del modello britannico è garantita dai freni in fibra di carbonio Brembo con tecnologia di derivazione F1, che collaborano con delle pinze anteriori a sei pistoncini e a quattro pistoncini per quanto riguarda la  parte posteriore.

Come ci si aspetterebbe da una “belva”, l’Aston Martin Vulcan è capace di regalare incredibili performance in quanto necessita di meno di 3 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h prima di raggiungere la velocità massima di 322 km/h. L’Aston Martin “più intensa ed entusiasmante mai creata fino ad oggi” sarà limitata a 24 unità, con ogni supercar che avrà l’esorbitante prezzo di 2.500.000 euro.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati