Nuova Opel Astra TCR, la racing car è pronta per l’International Series [FOTO]

I test partiranno nel mese di ottobre

Accanto al modello di serie, al Salone di Francoforte, Opel presenterà anche l'inedita versione da competizione omologata secondo le specifiche del regolamento TCR

Nuova Opel Astra TCR – Opel Motorsport ha annunciato che la nuova Astra OPC è stata sviluppata secondo le regole tecniche del TCR International Series, una serie cadetta propedeutica al WTCC, riservata alle vetture del segmento C.

La nuova vettura da corsa si basa nuova Astra K e celebrerà la sua première mondiale al Salone di Francoforte nel mese di settembre. La Nuova Opel Astra OPC sviluppata per TCR è alimentata da un motore turbo da due litri capace di erogare 330 CV e una coppia massima di 410 Nm. “Le gare di turismo sono sempre state una parte importante della vita di Opel. La filosofia della nuova serie TCR corrisponde alla nostra idea di corse dedicate ai clienti. Vogliamo dare grandi ambizioni alle squadre di proprietà privata e soprattutto fornire la giusta piattaforma per una sportività emozionante a costi ragionevoli.“, ha detto il CMO di Opel Group Tina Müller. La nuova vettura, che potrebbe vedere l’uscita di scena della GTC a tre porte, fino a oggi utilizzata come base per i modelli racing, si caratterizza per i parafanghi allargati, le appendici aerodinamiche fisse di grandi dimensioni, le nuove prese d’aria e il doppio terminale di scarico posteriore.

L’Opel Astra TCR è attualmente in fase di sviluppo e le specifiche tecniche saranno annunciate in un secondo momento. Il test della nuova vettura sportiva da turismo destinate alle corse dei clienti sarà avviatO nel mese di ottobre.Siamo molto soddisfatti della decisione di Opel. Sapevamo che stavano seriamente valutando il TCR nell’ultimo mese e ora l’annuncio che la nuova Astra è stato sviluppata per questa Series ci rende molto orgogliosi e aggiunge un altro marchio automobilistico premium al mondo TCR.” ha commentato il promoter della TCR International Series promoter.

Leggi altri articoli in Motorsport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati