Suzuki, Daniel Loeb compra una quota del marchio nipponico

Suzuki, Daniel Loeb compra una quota del marchio nipponico

E' stato incoraggiato dalla possibile fine della disputa con Volkswagen

Suzuki sarebbe sottovalutata sul mercato automotive e perciò Daniel Loeb ha deciso di comprare una quota del marchio nipponico. In particolare, l'investitore sarebbe stato incentivato dalla possibile fine della disputa tra Suzuki e Volkswagen che potrebbe rilanciare il marchio giapponese
Suzuki, Daniel Loeb compra una quota del marchio nipponico

Suzuki – Grande giornata ieri per il titolo di Suzuki Motor che è arrivato ai massimi storici alla Borsa di Tokyo (+3,4% al record di 4.467,5 yen) dopo che l’investitore attivista americano Daniel Loeb ha fatto sapere di avere comprato una quota del produttore di auto giapponese.

Come riporta il Financial Times, nella lettera trimestrale agli investitori di Third Point, l’hedge fund guidato da Loeb, l’investitore ha spiegato di essere stato incoraggiato dalla possibile fine della disputa tra Suzuki e Volkswagen che dura da oltre quattro anni e che “ha paralizzato la società“. Nel 2009, la casa automobilistica giapponese e la controparte tedesca hanno formato una partnership, che si è conclusa nel peggiore dei modi due anni dopo. Con una soluzione in vista della contesa con Volkswagen e il miglioramento delle attività in India “Suzuki oggi appare sottovalutata“, ha detto Third Point.

Suzuki è stata coinvolta in una disputa con il suo omologo tedesco per più di quattro anni. Nel 2009, i due marchi hanno iniziato una partnership che si è conclusa in una vera e propria spaccatura due anni dopo. Le procedure di arbitrato continuano da allora e Suzuki è ancora in attesa di una decisione sul 19,9 per cento delle quote che detiene in Volkswagen. Il marchio nipponico ha confermato, inoltre, che la diatriba non dà ancora cenni di sviluppo. Third Point ha detto che il marchio giapponese aveva abbastanza denaro per acquistare la partecipazione di Volkswagen e fare nuovi investimenti per espandere la propria attività. Se Volkswagen mantenesse la propria quota, Third Point ha detto che “Suzuki troverà un modo per lavorare insieme con i suoi azionisti di minoranza e con Volkswagen per massimizzare il valore per gli stessi azionisti“.

In aggiunta alla fine della potenziale controversia con Volkswagen, Third Point ha anche citato anche la forte posizione di Suzuki in India, dove la sua filiale Maruti Suzuki controlla quasi la metà del mercato. Infatti, il patrimonio indiano di Suzuki sono vale più di tutta la capitalizzazione del mercato di 20 miliardi di dollari. Daniel Loeb, noto per le sue campagne aggressive capaci di scuotere le cosiddette “società bersaglio”, è stato un investitore attivo in Giappone e un sostenitore di abenomics, le politiche economiche del premier nipponico Shinzo Abe, che includono anche una spinta per una migliore corporate governance. Più di recente, ha preso di mira Fanuc ed investito in Sony, SoftBank e IHI Corp.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Mercato

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati