Fiat 500: viaggiando verso sud ripensando a estati lontane

Fiat 500: viaggiando verso sud ripensando a estati lontane

Quasi mille km tra sensazioni e paesaggi da cartolina

Un viaggio dal nord al sud dell'Italia a bordo di una Fiat 500, rivivendo le visioni a colori di quei lunghi viaggi di un tempo. Quando spostarsi anche di un centinaio di chilometri voleva dire conoscere qualcosa di nuovo e lontano
Fiat 500: viaggiando verso sud ripensando a estati lontane

Fiat 500 verso sud – Quando si viaggia, i pensieri possono essere trascinanti allo stesso ritmo con cui si percorrono le strade. Attraversando una parte dell’Italia a bordo di una Fiat 500, questo stesso ritmo varia da fasi pacate a istanti più briosi, in compagnia di tanti altri protagonisti dell’asfalto diretti verso i luoghi delle loro vacanze.

I 69 cavalli (51 kW) del motore da 1.2 della compatta torinese affrontano in scioltezza i quasi mille chilometri che portano da Milano fino all’entroterra pugliese. Ma prima di girare la chiave, dare vita al quadro strumenti e contemporaneamente al suono vitale del motore, l’aria fresca del primo mattino e il cielo dalle tinte notturne creano un’atmosfera d’attesa nel capoluogo lombardo. Un’aspettativa che ha il sapore di una festa.

Avviata l’auto, la radio trasmette nello stesso istante canzoni estive con quell’animosità tipica di chi gusta la vita attraverso le sue colonne sonore. A bordo della Fiat 500 si percorrono le strade milanesi sentendosi quasi isolati davanti a una marea di strade, mentre i primi cartelli che indicano la barriera dell’autostrada A1 si materializzano come stelle comete di questo lungo cammino verso il sud.

Inizia l’autostrada e fasci di luci rosse scorrono davanti funamboliche. Si ammassano, e anche noi siamo immersi in questa virtuale marea luminosa che inizia a ricoprire il manto d’asfalto e a dargli nuovi riflessi. L’alba è ancora lontana, mentre i primi passi sono rallentati da una coda. Ce ne saranno numerosi l’ungo il cammino, e la mente viaggerà tra i ricordi della scorsa estate e quelle di quando si era più piccoli, osservando le linee vintage del “Cinquino”. Vivere una coda dietro un violante o da passeggero, è la sola sensazione diversa che ti coglie in quell’attesa.

Quando le prime luci del giorno si distendono sulle teste dei viaggiatori d’autostrada, e dal tetto panoramico della Fiat 500 un quadro di colori, tendente tra il rosso e l’azzurro inteso, incornicia alcune nubi passeggere, la marcia diventa più fluida e il percorso tra Lombardia ed Emilia Romagna si trasforma in una specie di gita, cercando di capire cosa c’è di diverso dall’ultima volta che la si è percorsa. Le fabbriche e poi i futuristici ponti all’orizzonte, la linea dell’Alta Velocità ferroviaria che scorre affianco, confrontando tutto questo con alcuni anni prima.

Molti veicoli verso Rimini o Riccione lasciano il folto gruppo diretto verso il Mezzogiorno. Altri faranno lo stesso all’altezza di Ancona e anche più giù, mentre paesaggi da cartolina iniziano a impreziosire questo viaggio, accompagnati dal verde lussureggiante delle Marche. Poi si intravede il mare, quando ci si avvicina all’Abruzzo e ai sui tratti di A14 scanditi da qualche galleria. L’effetto cinema viene amplificato quando, una volta terminato un tunnel, compare qualche scorcio collinare e su di esso un gruppo assiepato di case che si fondono nel cielo azzurro.

L’instancabile Fiat 500 segue il ritmo delle canzoni estive, e il viaggio reso confortevole dal climatizzatore ha fatto dimenticare la calura esterna annidatasi sulla carrozzeria latte-menta. Un’altra piccola coda a sud dell’Abruzzo anticipa la breve escursione in Molise, e una volta visibile il cartello della Puglia è come se questa avventura tra i ricordi, i paesaggi disegnati dalla natura e resi fiabeschi dai covoni di paglia, fosse ormai al termine. L’entroterra è solo una breve passeggiata tra alberi di ulivo e prati brillanti dipinti dal sole. Un ulteriore viaggio tra strade di campagna ed extraurbane fino alla città, sulla quale questa Fiat 500 si sente sempre a casa.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati