WP_Post Object ( [ID] => 172190 [post_author] => 36 [post_date] => 2015-08-19 09:22:38 [post_date_gmt] => 2015-08-19 07:22:38 [post_content] => FCA - Il vescovo di Melfi, monsignor Gianfranco Todisco, ha inviato una lettera all'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, per bloccare la produzione di Jeep Renegade e 500X nello stabilimento della provincia di Potenza dalle 22 di sabato alle 22 di domenica, per permettere a "tutti i lavoratori" di "trascorrere l'intera giornata di riposo festivo assieme ai loro familiari". Alla Fca di Melfi si lavora parte della domenica in virtù di un accordo con i sindacati firmato dopo la ristrutturazione delle linee che producevano la Punto e l'avvio della produzione di Jeep Renegade e 500X. La proposta del vescovo di rinunciare alla produzione dalla sera di sabato, facendola riprendere la sera della domenica, farà molto discutere, soprattutto ora che il rilancio di Fca sta per entrare nella sua fase "più calda". Monsignor Todisco, che guida la diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa dal febbraio del 2003, ha detto che "in fin dei conti, consegnare un'automobile con un giorno di ritardo non sconvolge il piano di produzione, che in questo momento va a gonfie vele" e che, tenendo gli operai a casa la domenica, l'auto prodotta a Melfi avrebbe "un valore aggiunto, la dignità della persona umana al primo posto". Inoltre, ha sottolineato che la sua richiesta "non fa alcun riferimento alle motivazioni di fede. Anche chi non crede o non pratica può sperimentare gli effetti benefici del riposo domenicale" ha concluso Todisco. [post_title] => FCA, il vescovo di Melfi chiede a Marchionne di lasciare la domenica libera [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fca-il-vescovo-di-melfi-chiede-a-marchionne-di-lasciare-la-domenica-libera [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-08-19 09:22:38 [post_modified_gmt] => 2015-08-19 07:22:38 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=172190 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 2 [filter] => raw [post_category] => 0 )

FCA, il vescovo di Melfi chiede a Marchionne di lasciare la domenica libera

Nello stabilimento si producono la Jeep Renegade e la 500X

Monsignor Gianfranco Todisco, vescovo di Melfi, ha chiesto a Sergio Marchionne, ad di FCA, di bloccare la produzione di Jeep Renegade e 500X nello stabilimento della provincia di Potenza dalle 22 di sabato alle 22 di domenica. Chiaramente il tutto sarebbe anche un valore aggiunto per il piano industriale del marchio italo-americano
FCA, il vescovo di Melfi chiede a Marchionne di lasciare la domenica libera

FCA – Il vescovo di Melfi, monsignor Gianfranco Todisco, ha inviato una lettera all’amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, per bloccare la produzione di Jeep Renegade e 500X nello stabilimento della provincia di Potenza dalle 22 di sabato alle 22 di domenica, per permettere a “tutti i lavoratori” di “trascorrere l’intera giornata di riposo festivo assieme ai loro familiari”.

Alla Fca di Melfi si lavora parte della domenica in virtù di un accordo con i sindacati firmato dopo la ristrutturazione delle linee che producevano la Punto e l’avvio della produzione di Jeep Renegade e 500X. La proposta del vescovo di rinunciare alla produzione dalla sera di sabato, facendola riprendere la sera della domenica, farà molto discutere, soprattutto ora che il rilancio di Fca sta per entrare nella sua fase “più calda”. Monsignor Todisco, che guida la diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa dal febbraio del 2003, ha detto che “in fin dei conti, consegnare un’automobile con un giorno di ritardo non sconvolge il piano di produzione, che in questo momento va a gonfie vele” e che, tenendo gli operai a casa la domenica, l’auto prodotta a Melfi avrebbe “un valore aggiunto, la dignità della persona umana al primo posto“.

Inoltre, ha sottolineato che la sua richiesta “non fa alcun riferimento alle motivazioni di fede. Anche chi non crede o non pratica può sperimentare gli effetti benefici del riposo domenicale” ha concluso Todisco.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Lorez

    20 Agosto 2015 at 13:09

    Giusto bisogna dargli il permesso di andare a messa a questi poveri cristiani. Le notizie che voglio leggere.
    (da leggersi con tono sarcastico)

  2. gil upnatistim

    22 Agosto 2015 at 18:15

    Buongiorno, ma qualcuno ha detto a qualcun altro che le automobili si fabbricano quando c’è richiesta ? Quando nessuno le chiede e c’è tempo di andare a messa tutti i giorni .. Mah

Articoli correlati