Peugeot 208 T16 e Paolo Andreucci ancora vincitori, nono titolo per il toscano

Un'altra iride nel Campionato Italiano Rally

Il pilota del team Peugeot Italia, sempre navigato da Anna Andreussi, conquista un altro alloro nella tappa in Friuli Venezia Giulia e si aggiudica il suo nono titolo italiano in carriera
Peugeot 208 T16 e Paolo Andreucci ancora vincitori, nono titolo per il toscano

Peugeot 208 T16 e Paolo Andreucci – Un altro successo, un’altra vetta scalata, un’altra coppa sollevata tra i numerosi sorrisi. Non smette di sorprendere Paolo Andreucci. Il pilota toscano è risultato ancora una volta vincitore al Rally del Friuli Venezia Giulia, conquistando insieme alla tappa anche un altro titolo italiano nel Campionato Rally, il nono in totale.

A bordo della sua Peugeot 208 T16, il toscano ha chiuso la disputa lasciando l’equipaggio Perico-Turati sull’altra Peugeot 208 T16 a 1’21”6 e quello Basso-Granai su Ford Fiesta Ldi a 3’17”5. Fuori, durante la seconda speciale dell’appuntamento, il temibile pilota del team ufficiale Skoda Umberto Scandola, ancora fermo dopo l’uscita di scena al Rally di San Marino.

Il cinquantenne toscano ha gestito bene l’appuntamento in Friuli, guidando con accortezza, velocità e precisione la piccola corsaiola del Leone, e anche il marchio Peugeot potrebbe conquistare un nuovo Titolo Costruttori nella serie italiana nei prossimi appuntamenti del Rally Roma Capitale e del Rally Due Valli. Una vittoria conseguita con una vettura prestazionale ed efficiente, spinta da un cuore quattro cilindri 16 valvole, posto in posizione trasversale anteriore da 1598 cc. Un motore capace di sviluppare una potenza di 280 cavalli (209 kW) a 6000 giri al minuto e una coppia di 400 Nm a 2500 giri al minuto. Propulsore caratterizzato anche da un sistema a iniezione diretta ad alta pressione Magneti Marelli, collegato a un cambio cinque marce a comando sequenziale. La trazione è integrale e l’auto è equipaggiata con due differenziali autobloccanti. Da segnalare, inoltre, che questa sportiva ha un telaio composto da una scocca associata a una centina di sicurezza tubolare, sospensioni anteriore e posteriore pseudo Mac Pherson e un peso che ammonta a 1200 Kg.

Foto del diario collegato alla pagina Facebook di Paolo Andreucci

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati