WP_Post Object ( [ID] => 174984 [post_author] => 40 [post_date] => 2015-09-02 16:33:40 [post_date_gmt] => 2015-09-02 14:33:40 [post_content] => Bugatti Vision Gran Turismo concept – In vista del Salone i Francoforte, dove è attesa una replica in scala reale del modello, Bugatti ha diffuso le immagini della sua Vision Gran Turismo concept. Dopo le piccole anticipazioni focalizzate su specifici dettagli, le nuove immagini consentono di ammirare da più angolazioni l'esemplare sviluppato per il titolo di Polyphony Digital Inc., Gran Turismo 6. Secondo quanto indicato dal marchio transalpino, in questo progetto sono stati tenuti in considerazione due aspetti importanti: il fatto che dovesse essere riconoscibile "chiaramente come una Bugatti", e che ogni componente dell'auto dovesse avere una funzione reale. Quindi uno studio virtuale, ma eventualmente trasferibile su un prodotto utilizzabile. Il design è coperto con tonalità fredde, un azzurro intenso e un blu più marcato. Si tratta di un veicolo elaborato e ricco di dettagli, partendo dal frontale caratterizzato dal fari dal design sottile e scavato, che contengono più luci LED affiancate in orizzontale. Al centro, la classica griglia a forma di arco tipica del marchio è presente in evidenza, definita da due montanti che anticipano un'ampia bocca spalleggiata da altre componenti aerodinamiche, mentre davanti si distende un ampio splitter. I fianchi sono muscolosi e arricchiti da elementi che affinano l'aerodinamica, compreso l'ampio alettone retrostante, collegato al tetto seguendo uno schema simile a quello visibile sugli attuali prototipi del WEC. Molto elaborato anche lo stile posteriore, reso peculiare da una lunga fascia luminosa orizzontale che percorre quasi tuta la larghezza del modello, e in basso quattro voluminosi tubi di scarico. Ampie anche le gomme, dotate di cerchi dal disegno sportivo e allo stesso tempo ricercato. L'abitacolo è una sintesi di elementi e un'estensione di materiali tecnologici ed eleganti come la fibra di carbonio e l'Alcantara, da quanto si percepisce. Una distesa composta in varie sfumature di azzurro e blu, impreziosita da un cruscotto multifunzione e un volante essenziale, che ricorda quello impiegato dalle vetture da corsa. Il tunnel centrale, invece, scorre curvilineo dalla plancia verso la parte posteriore, inglobando diversi tasti e caratteristici comandi sotto lo schema di un tracciato molto noto, quello della 24 Ore di Le Mans. Il marchio ha anche indicato come questa auto rappresenti "un omaggio" alla storia sportiva di Bugatti, oltre che "un tributo del brand alla grande tradizione racing degli anni Venti e Trenta e alle vittorie alla 24 Ore di Le Mans." [post_title] => Bugatti Vision Gran Turismo concept: traduzione stilistica di un estremo dinamismo [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bugatti-vision-gran-turismo-concept-traduzione-stilistica-di-un-estremo-dinamismo-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-09-02 16:33:40 [post_modified_gmt] => 2015-09-02 14:33:40 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=174984 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bugatti Vision Gran Turismo concept: traduzione stilistica di un estremo dinamismo [FOTO]

Mostrato il prototipo per i tracciati virtuali

La casa francese ha tolto i veli alla sua concept car sviluppata per il noto gioco di guida. Uno stile molto grintoso che potrebbe ispirare la produzione futura

Bugatti Vision Gran Turismo concept – In vista del Salone i Francoforte, dove è attesa una replica in scala reale del modello, Bugatti ha diffuso le immagini della sua Vision Gran Turismo concept.

Dopo le piccole anticipazioni focalizzate su specifici dettagli, le nuove immagini consentono di ammirare da più angolazioni l’esemplare sviluppato per il titolo di Polyphony Digital Inc., Gran Turismo 6.
Secondo quanto indicato dal marchio transalpino, in questo progetto sono stati tenuti in considerazione due aspetti importanti: il fatto che dovesse essere riconoscibile “chiaramente come una Bugatti”, e che ogni componente dell’auto dovesse avere una funzione reale. Quindi uno studio virtuale, ma eventualmente trasferibile su un prodotto utilizzabile.

Il design è coperto con tonalità fredde, un azzurro intenso e un blu più marcato. Si tratta di un veicolo elaborato e ricco di dettagli, partendo dal frontale caratterizzato dal fari dal design sottile e scavato, che contengono più luci LED affiancate in orizzontale. Al centro, la classica griglia a forma di arco tipica del marchio è presente in evidenza, definita da due montanti che anticipano un’ampia bocca spalleggiata da altre componenti aerodinamiche, mentre davanti si distende un ampio splitter.
I fianchi sono muscolosi e arricchiti da elementi che affinano l’aerodinamica, compreso l’ampio alettone retrostante, collegato al tetto seguendo uno schema simile a quello visibile sugli attuali prototipi del WEC. Molto elaborato anche lo stile posteriore, reso peculiare da una lunga fascia luminosa orizzontale che percorre quasi tuta la larghezza del modello, e in basso quattro voluminosi tubi di scarico. Ampie anche le gomme, dotate di cerchi dal disegno sportivo e allo stesso tempo ricercato.

L’abitacolo è una sintesi di elementi e un’estensione di materiali tecnologici ed eleganti come la fibra di carbonio e l’Alcantara, da quanto si percepisce. Una distesa composta in varie sfumature di azzurro e blu, impreziosita da un cruscotto multifunzione e un volante essenziale, che ricorda quello impiegato dalle vetture da corsa. Il tunnel centrale, invece, scorre curvilineo dalla plancia verso la parte posteriore, inglobando diversi tasti e caratteristici comandi sotto lo schema di un tracciato molto noto, quello della 24 Ore di Le Mans.
Il marchio ha anche indicato come questa auto rappresenti “un omaggio” alla storia sportiva di Bugatti, oltre che “un tributo del brand alla grande tradizione racing degli anni Venti e Trenta e alle vittorie alla 24 Ore di Le Mans.”

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati