Mirafiori: l’impianto del gruppo FCA riprende vita dopo cinque anni

Mirafiori: l’impianto del gruppo FCA riprende vita dopo cinque anni

I primi 300 operai tornano da lunedì

Mirafiori – Lo storico stabilimento FIAT, oggi gruppo FCA, riprende ad animarsi dal 7 settembre, per poi diventare col tempo il polo produttivo del SUV a marchio Maserati: il Levante
Mirafiori: l’impianto del gruppo FCA riprende vita dopo cinque anni

“La prossima settimana riprenderà l’attività per i circa 600 lavoratori della linea della Mito e proseguono, come da programma, i lavori per l’allestimento della linea produttiva della Maserati Levante a cui sono interessate 300 persone.” Attraverso questa nota, il gruppo FCA è intervenuto sulla ripresa produttiva dell’impianto di Mirafiori.

Dopo cinque anni, gli operai torinesi in cassa integrazione tornano in azienda per iniziare un nuovo percorso che porterà alla realizzazione dell’esclusivo SUV Levante, il crossover del Tridente che dovrebbe debuttare il prossimo anno. Nell’annunciare il ripristino dell’attività in questo impianto a marzo dello scorso anno, lo stesso Sergio Marchionne aveva riferito: “La piattaforma e i motori ci sono, teoricamente si potrebbe fare in 24 e 28 mesi, è una macchina di una bellezza straordinaria.” Una produzione che, secondo le stime, a pieno regime dovrebbe garantire la produzione di 25.000 Maserati Levante in un anno.

“La ripartenza di Mirafiori è una segnale importante perché certifica il rispetto dei tempi della programmazione è dimostra la serietà del progetto”, ha riferito in proposito Claudio Chiarle, segretario dei metalmeccanici della Cisl. Un parere che, come riportato dai colleghi de La Stampa, trova concordi anche le altre associazioni sindacali che hanno firmato i piani di rilancio, Uilm e Fismic. Diverso il pensiero del segretario della Fiom, Federico Bellono: “A quanto ci risulta per il momento, il rientro al lavoro, purtroppo, riguarderà quasi esclusivamente i lavoratori impegnati sull’Alfa Romeo. Il punto vero è capire quando nel corso del 2016 entrerà effettivamente in produzione il nuovo modello”, ha riferito.

Inizialmente saranno 300 operai a riprendere l’attività da lunedì. Questi seguiranno i corsi di formazione e realizzeranno i prototipi assieme ai colleghi che seguiranno, in vista della produzione. Il numero dovrebbe toccare i 1.500 entro il primo arco della settimana, secondo quanto indicato da Il Fatto Quotidiano e Repubblica.
Nell’occasione il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha inviato il suo personale augurio attraverso un tweet: “In bocca al lupo ai lavoratori Fiat di Mirafiori che rientrano in fabbrica. I primi ripartono lunedì #italiariparte”, è il breve messaggio del premier diffuso attraverso la rete.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Speed

    5 Settembre 2015 at 20:45

    Bravo Renzi,!
    lui si felicita con gli operai della Fiat
    e la sua moglie si lascia fotografare
    con una nuova VW.forse la famiglia Renzi
    vuole cosi imitare l’altro amante di
    auto tedesche Berlusconi .
    anche lui tutto impegnato a aiutare
    la nostra industria (???)usando auto
    tedesche di rappresentanza.
    Non scriverei niente se uno e’un semplice
    privato,ma uno che ha un posto istituzionale
    nel paese ,si dovrebbe almeno comportare
    come i colleghi tedeschi,che non userebbero
    un auto straniera anche se ce la regalano.
    Povera Italia !

Articoli correlati