Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: tradizione sportiva che si evolve in nuove forme [FOTO E VIDEO]

Il design spiegato dai responsabili

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio – Attesa al Salone di Francoforte 2015, la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è nuovamente protagonista in un breve racconto focalizzato sullo stile

Lo scorso 24 giugno la nuova Giulia Quadrifoglio ha anticipato quali siano le linee del futuro prossimo targato Alfa Romeo. Forme grintose e dinamiche, dalla sportività straripante legata a una forza impulsiva e istintiva.

Dopo gli accenni sul alcuni dettagli meccanici, Alfa Romeo ha rilasciato un video che si concentra sul design della nuova vettura. Un design legato alla tradizione sportiva del marchio e impostato considerando la natura stessa di quest’auto sviluppata per offrire spiccate qualità prestazioni unite a una visione di bellezza proposta sempre dalla casa di Arese.

“Le Alfa Romeo hanno sempre espresso un disegno tutto sommato puro, cercando di trasmettere leggerezza, un senso di semplicità” ha indicato il responsabile del design di Alfa romeo, Marco Tencone, parlando dello stile del marchio lombardo. “L’approccio italiano parte dallo studio delle proporzioni, lo studio della line del fianco come punto di partenza per il disegno dell’automobile.”
Nel caso di una vettura del Biscione, c’è anche un altro elemento importante, sottolinea Tencone: “Lo sviluppo del Trilobo è un chiaro richiamo a quelli che sono gli elementi fondamentali della storia dell’Alfa Romeo. Come a dire: il biglietto da visita del suo stile.”

Significativa per delineare uno stile è anche “l’impostazione tecnica”, come citato da Andrea Loi, Senior exterior designer. Un aspetto che, come precisato ancora da Tencone “ha dato l’opportunità di disegnare una volumetria molto dinamica, quindi molto sportiva.”
Ma al tempo stesso, osservando anche le immagini proposte sugli interni una semplicità di forme disegnate “attorno al guidatore, solo per dare un piacere di guida”, annotando l’osservazione di Inna Kondakova, Interiors chief designer. “Tutti i comandi in pochi oggetti”, indica poi il Senior interior designer, Manuele Amprimo. “Quando ci si siede dentro, ci si sente avvolti da un ambiente che ti fa venire voglia di guidare quest’auto.”

Una vettura, nel caso della versione Quadrifoglio, equipaggiata con un potente motore V6 Bi-Turbo da 2.9 litri, che esprime una forza di 510 cavalli (380 kW), caratterizzato anche da un particolare sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico che ne accentua l’efficienza generale. Grazie a un rapporto peso/potenza da primato pari a meno di 3 kg per cavallo, secondo quanto segnalato, la Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio passa da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi. Ad esaltare le qualità della Giulia anche un’ottimale distribuzione del peso 50:50, con l’impiego di particolari materiali tra i quali la fibra di carbonio. Caratteristica legata a una tecnologia di alto livello, una meccanica affinata nei dettagli con la presenza di un sofisticato sistema definito Torque Vectoring, che si occupa della gestione della coppia motrice, oltre a un’aerodinamica impreziosita da particolari elementi come un peculiare Aero Splitter mobile.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati