Alfa Romeo Giulia, Marchionne: “Meglio di un’auto tedesca”

Attesa al Salone di Francoforte 2015

Alfa Romeo Giulia – L'Amministratore Delegato del gruppo FCA, Sergio Marchionne, definisce la nuova nata del Biscione “tecnicamente superiore”
Alfa Romeo Giulia, Marchionne: “Meglio di un’auto tedesca”

Sportiva e accompagnata da un suono che ripropone la vivacità dei motori di un tempo, la nuova Alfa Romeo Giulia, ammirata nella sua potente veste Quadrifoglio, è attesa tra le vetture protagoniste del Salone di Francoforte 2015. Berlina che l’Amministratore Delegato del gruppo FCA, Sergio Marchionne, elogia per le sue qualità tecniche.

Interpellato dai colleghi di Automotive News Europe, Marchionne ha sottolineato: “La Giulia è meglio di un’auto tedesca. Ho guidato macchine tedesche tutta la vita, e la Giulia è tecnicamente superiore.” Una dichiarazione che delinea la volontà del marchio di offrire vetture dai contenuti affinati, di alto livello qualitativo e meccanico, che rappresentino il carburante principale nella ridefinizione del brand e una spinta vigorosa alle vendite. Queste dovrebbero balzare dai 68.000 esemplari acquistati lo scorso anno alle stimate 400.000 nel 2018, anche attraverso il contributo degli otto nuovi modelli suggeriti dal piano industriale programmato sino al 2018.
Per il rinnovamento del marchio di Arese sarebbero stati investiti 5 miliardi di Euro. Una missione che, considerando quanto indicato da Marchionne, appare come “la più grande scommessa, e per definizione la più rischiosa” fatta da FCA. Un tentativo che, in ogni caso, non risulterebbe del tutto avventato, dato che il corposo investimento potrebbe anche essere congelato, nel caso in cui i risultati non fossero gratificanti e all’altezza delle aspettative.

I colleghi di Automotive News Europe si sono soffermati anche su quella che dovrebbe essere la futura gamma del Biscione, partendo dalla probabile scomparsa di MiTo, che non dovrebbe avere un’erede alla fine del suo ciclo vitale, dopo l’intravisto prototipo del restyling. Pare ci sia anche un po’ di incertezza sul futuro della Giulietta. Nel caso in cui arrivi una nuova generazione della compatta di segmento C, dovrebbe essere sviluppata sullo stesso pianale per vetture a trazione posteriore e integrale della nuova Giulia, ma accorciato.
Oltre alla nuova Giulia che sarebbe disponibile da fine anno, si attende nel 2016 il nuovo primo SUV compatto del marchio, posizionato nello stesso segmento di BMW X3 e Audi Q5. A questi, poi, si aggiungerebbe una berlina più ampia della Giulia. Quindi si parla di una roadster e una coupé a cui sarebbe sommato anche un SUV più ampio, di taglia simile al BMW X5.

Sergio Marchionne, a proposito della nuova Giulia e della futura gamma ha aggiunto: “Se guardiamo la storia dei nostri interventi come proprietari del marchio, non ne abbiamo fatta una giusta ad eccezione degli ultimi due modelli, la MiTo e la Giulietta. Con queste due auto non abbiamo fatto nulla di grandioso, ma quello che abbiamo fatto prima è addirittura offensivo per l’Alfa. L’unico modo per riparare alle offese è rendere i nuovi modelli tecnicamente superiori.” Parole determinate, che esternano la voglia di ridestare quell’immagine vincente del Biscione nel mondo.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    26 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • ciccio ha detto:

      Non è difficile fare una macchina meglio delle crucche visto che loro le fanno con gli stampi solo ingrandendole o rimpicciolendole.

    • lucfont80 ha detto:

      D’accordo con ciccio, le italiane sono nettamente superiore. Si vede con un solo colpo d’occhio alla Giulia, senza neache parlare della scheda technica…

    • luigi ha detto:

      Se il bel giorno, si vede dal mattino,ebbene si puo’ dire che la giulia, finalmente sembra essere
      la macchina della riscossa ALFA
      Mi incuriosisce il vederla dal vivo
      Forza Alfa Romeo, e la fantasia Italica

    • Paolo ha detto:

      Che manica di ipocriti gli italiani. Criticate le auto tedesche ma la gran parte della gente che si può permettere un auto dai 30.000 in su compra Bmw o Mercedes.spendete 40.000 euro per un auto italiana e poi ne riparliamo.

    • don vito ha detto:

      forza alfa….

    • Mario ha detto:

      Non esageriamo…una macchina tedesca è di gran lunga superiore…ho comperato una bmw dopo tante macchine di mamma Fiat e vi assicuro che sono diverse e molto più affidabili…

    • stella d'argento ha detto:

      Ma secondo me voi state proprio male l’Alfa è bella come Marchionne….cioè fa vomitare……io di sicuro viaggio in mercedes che di classe ed eleganza nn ha uguali…..alfa dalle belle e buone macchine che faceva è fallita …..

    • Alex ha detto:

      Mah…io vedo l’avvento delle auto elettriche sempre più vicino. Non vorrei che questa mossa di FCA arrivi ormai alla fine delle macchine basate sui motori a combustione. Io personalmente andrei sull’elettrico anche subito se fosse possibile.

    • Gianni ha detto:

      Io guido Lexus da 1 anno e non torno indietro ne per brand IT ne brand DE.

    • Marco ha detto:

      comprerò sempre e solo macchiane italiane.
      Se non si supportano le aziende italiane è inutile lamentarsi della mancaza del lavoro.

    • Nunzio ha detto:

      Ho una mercedes e apprezzo molto il marchio,pero se veramente L alfa e in questo caso la giulia riuscira a surclassare o perlomeno mettersi a pari livello io ne saro felicissimo Forza alfa!!!!

    • giuseppe ha detto:

      per favore, marchionne, lavati la bocca prima di parlare di paragoni con le tedesche… io con le tedesche faccio migliaia di km all’anno senza un problema con le italiane dal veneto al friuli mi scoppia la testa per i rumori, sedere dietro e’ devastante, ci vorrebbe un casco… per carita’ dai per carita’ cerchiamo di restare con i piedini per terra…. anche questa giulia nel giro di un paio di mesi cadra’ a pezzi

    • Samuele ha detto:

      Marchionne come fai a dire che la Giulia è migliore delle tedesche se l’auto non circola ancora su strada? L’hai guidata in pista? Così è facile!

    • Ex audista ha detto:

      Non ci vuole tanto a far le cose meglio dei crucchi, tanta apparenza ma poca sostanza, purtroppo gli italidioti sono schiavi dell’apparenza

    • salvatore ha detto:

      Io da 30 anni Guido alfa e le sensazioni che ti da una alfaromeo non te la da nessun tedesco

    • Den ha detto:

      “quello che abbiamo fatto prima è addirittura offensivo per l’Alfa”
      ma stiamo scherzando? lo sarà stato fino alla 146 e 166 ma dalla 147 e 159 è tutta un’ altra storia! come si fa a dire una cosa del genere del proprio marchio?
      Anche perchè per vendere bene come i tedeschi ed a caro a prezzo la qualità percepita del marchio deve migliorare gradualmente negli anni e non di botto da un giorno all’ altro! vedi la golf… altrimenti chi si mette a spendere tanto denaro per un’ auto che si svaluta troppo?

    • peppe ha detto:

      Non difendo le auto tedesche ma da quando ho memoria dal gruppo fiat escono solo aborti che vendono come auto.
      il biscione alfa fu un grande marchio con grandi auto solide e ben fatte ma adesso è semplicemente un aborto fiat.
      almeno per le esperienze avute.

    • Ric ha detto:

      Ma non è straordinariamente simile ad una BMW?

    • Enoida ha detto:

      Ma io possiedo una 159 2.0 jtdm mai avuto un problema 180.000 km ed ha ancora sia frizione che ammortizzatori originali e silenziosa e scattante in accelerazione, lo stesso non si può dire di alcuni miei amici che con le loro Audi e BMW fanno la fila dal meccanico a sostituire delle turbine figurarsi che nemmeno i ricambisti non danno più garanzia per le turbine BMW alla faccia Dell’avanguardia della tecnica… 🙂

    • tribo ha detto:

      se parla con la stessa competenza tecnica con la quale ha lanciato il futuro Ferrari, possiamo sperare che lo ascoltino solo gli innamorati *.
      ___
      * di Marchionne medesimo, e se li meriterebbe pure per quello che ha fatto alla FIAT, e dei marchi nostrani tipo Alfa, Maserati, Lancia, e ce ne sono, nonostante certe evidenze, come capita a tutti gli innamorati. Si potrebbe fare un giorno anniversario, per gli innamorati della meccanica made in Sergio, di San Romeo-Valentino, senza specificare quale sia il nome e quale il cognome…. tanto si vende di tutto lo stesso.

    • Mat ha detto:

      Io o avuto auto italiane…Poi BMW e VW…mio parere personale per qualità e tutto il resto le tedesche sono un’altra mondo

    • Fabio ha detto:

      Qualsiasi auto può arrivare a 180.000km senza problemi, bisogna vedere in che condizioni ci arriva! Ho una vecchia serie1 Del 2010, 120.000km in perfetta forma, nessuna vibrazione, nessun rumore consumi eccezionali, prima di questa una mini diesel, 160.000km e prima ancora una wolksvagen polo 1.4 diesel venduta a 240.000 km in perfetta salute! X questo la gente di fida di più delle auto tedesche, giapponesi, coreane, francesi, con la brutta fama che eredita quest alfa dal recente passato fiat, ne dovrà fare di strada per attirare clienti anche dai non montati di testa Alfieri e fiattari.

    • franco ha detto:

      ho un’alfa romeo 156 sw diesel dal 2000 ed è ancora in perfette condizioni dopo aver percorso più di 300.000 km.

    • Faber ha detto:

      Io non credo proprio che tutto quello fatto prima della Giulietta e Mito sia offensivo, anzi.. diciamo che è stato un lungo cammino per afrivare fino a questa fantastica Giulia che è superiore al 99% del parco auto tedesco.. ma da qui a dire quella frase avrebbe dovuto ragionare. Alfa 147, 156, 166, sospensioni eccezionali, tenuta di strada coadiuvata da avanzato quadrilatero alto e multilink, non semplici trasposizioni del telaio made in Fiat, motori V6 Alfa 100% su 156, 166 e 147 (GTA) , interni ottimi , su l’ammiraglia 166 poi un attenzione all’infoteinement sbalorditivo con ICS, pannelli porta di qualità e qualità percepita alla pari o superiore alle varie tedesche del tempo, cruise control, fari automatici, sensore pioggia.. , non sono Mai state Fiat ricarrozate, hanno sempre avuto il DNA ALFA, anche senza la TP, ma la tenuta di strada , handling superiori alla maggior parte delle auto… quindi Marchionne, ottimo lavoro la Giulia, ma , proprio per questo non sputare mai sul percorso che è stato fatto prima, lento, difficile, comunque necessario a quello che Alfa è tornata a poter dire Oggi, ringrazia i modelli 147, 156, 164 e 166 😉 Forza Alfa, forza ITALIA!

    • Paulicchio ha detto:

      ….ma voi credete davvero che una macchina sia “migliore di una Tedesca” dopo aver impiegato 2 anni per svilupparla??
      Cari ragazzi le auto affidabili si “progettano” in tempi più lunghi….e non chiedendo ai fornitori cosa fa BMW o Audi e chiedere di avere lo stesso…..povera Italia…ne riparliamo tra 1 anno e mezzo dopo che la Giulia avrà percorso qualche migliaio di km sulle strade….

    • Den ha detto:

      E poi a dirla tutta sul kilometraggio, ho 256.000 km sul 147 jtd ed un mio amico ne ha fatti 380.000 con un auto uguale fra italia e croazia, l ha venduta che marciava ancora… oltre alla manutenzione ordinaria solo un guasto sul motorino del vetro lato guidatore, 60€ su ebay, l ho cambiato da solo.
      Prova con le teutoniche!
      Ho anche aggiunto il cruise controlol comprando la levetta per 12 euro e collegandola, riconosciuta immediatamente

    Articoli correlati