Alfa Romeo Giulia: indiscrezioni sulle motorizzazioni della gamma [FOTO]

Citati propulsori turbo 2.0 litri benzina, 2.2 e 3.0 litri diesel

Alfa Romeo Giulia – Affiorano nuovi rumors sulla gamma dell'ultima berlina di Arese. La Giulia dovrebbe essere spinta da motori 2.0 litri turbo alimentati a benzina, 2.2 litri turbodiesel in più declinazioni e anche un 3.0 litri V6 diesel bi-turbo. In cima al listino la roboante e grintosa Quadrifoglio

Al Salone di Francoforte 2015, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio anticipa il futuro del marchio del Biscione, che già nei primi mesi del prossimo anno dovrebbe tornare sul mercato con la nuova berlina di Arese. Gli esemplari della vettura saranno realizzati nell’impianto del gruppo FCA di Cassino, nel Lazio.

Secondo recenti indiscrezioni, l’Alfa Romeo Giulia potrebbe essere introdotta sul mercato europeo il prossimo febbraio, mentre questo dicembre il marchio di Arese dovrebbe dare il via libera sull’intera gamma del modello, al momento per buona parte rimasta nell’ombra.
Secondo quanto riportato dai colleghi di Autoevolution, in base alle indicazioni di una loro fonte che sottolineano “attendibile”, oltre al più potente propulsore sei cilindri della già nota versione Quadrifoglio, la gamma della Giulia vanterebbe anche dei motori quattro cilindri e un altro sei cilindri, tutti turbo, che sarebbero caratterizzati da una “induzione forzata” e capaci di trasmettere spiccate prestazioni. Qualità che rispetterebbero la filosofia sportiva del marchio.

In base a quanto riportato, la nuova Giulia vedrebbe comparire sotto il cofano un inedito 2.0 litri turbo, proposto in tre specifiche di potenza. Si parla di una versione base da 178 cavalli (133 kW), che costituirebbe la scelta entry-level del versante benzina. Salendo, sono citate una unità più prestazionale da circa 250 cavalli (184 kW) e ancora più in alto un vulcanico 2.0 litri da 326 cavalli (234 kW), che fornirebbe all’auto prestazioni spumeggianti.
Passando invece al line-up alimentato a gasolio, il nuovo quattro cilindri turbodiesel da 2.2 litri, che troverebbe posto sotto il cofano della Giulia, garantirebbe performance altrettanto spiccate. Anche in questo caso si tratterebbe di tre specifiche. La versione base fornirebbe una spinta di 133 cavalli (99 kW), mentre più in alto la potenza offerta ammonterebbe a 178 (133 kW) e a 207 cavalli (154 kW).
La punta di diamante dello schieramento diesel, però, sarebbe rappresentata dal nuovo 3.0 litri V6 diesel bi-turbo da 335 cavalli (250 kW)
. Un propulsore che costituirebbe l’opzione più grintosa e dinamica della proposta, dopo il funambolico V6 2.9 bi-turbo della Giulia Quadrifoglio da 510 cavalli e 600 Nm di coppia, capace di proiettare l’auto da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi e farle raggiungere i 307 km/h di velocità massima.
Secondo le indiscrezioni riportate, i primi esemplari di Giulia prodotti per il mercato potrebbero essere dei modelli Quadrifoglio e altri spinti da unità 2.2 litri turbodiesel.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati