Alfa Romeo Giulia, ci vorranno 12 mesi per vederla in strada

Alfa Romeo Giulia, ci vorranno 12 mesi per vederla in strada

Il listino prezzi non è ancora ufficiale

Alfa Romeo Giulia La nuova Alfa Romeo Giulia è la vettura del rilancio del marchio del Biscione. La nuova berlina di Arese ha già fatto il suo debutto pubblico, ma non è ancora chiaro il suo arrivo in concessionaria. AutoExpress pensa all'autunno 2016
Alfa Romeo Giulia, ci vorranno 12 mesi per vederla in strada

Alfa Romeo Giulia – L’Alfa Romeo Giulia ha fatto il suo debutto mondiale al Salone di Francoforte 2015, ma dovremo aspettare almeno 12 mesi per vederla in strada. Mentre nulla è ancora confermato, AutoExpress riporta che tutta la nuova gamma dell’Alfa Romeo Giulia raggiungerà le concessionarie del marchio italiano nell’autunno del 2016.

Il prezzo ufficiale della nuova Alfa Romeo Giulia non è ancora chiaro, ma il modello top di gamma Quadrifoglio Verde dovrebbe essere disponibile a partire da 71.000 euro, mentre una versione più leggera con tetto e cofano in fibra di carbonio, freni in ceramica e sedili da corsa dovrebbe aver un costo intorno agli 88.000 euro. Quello che sappiamo, però, è che la nuova berlina sportiva di Arese ha girato al Nurburgring in 7 minuti e 39 secondi, più veloce rispetto alla BMW M4 ed i suoi 7 minuti e 52 secondi. Questo risultato impressionante è stato raggiunto grazie al suo motore turbo da 2,9 litri a 6 cilindri capace di erogare 510 CV (375 kW) e 600 Nm, assicurandole un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi.

Secondo le ultime indicrezioni sui motori, la nuova Alfa Romeo Giulia vedrebbe comparire sotto il cofano un inedito 2.0 litri turbo, proposto in tre specifiche di potenza, una versione base da 178 CV (133 kW), che costituirebbe la scelta entry-level del versante benzina, una più prestazionale da circa 250 CV (184 kW) e ancora più in alto un vulcanico 2.0 litri da 326 CV (234 kW), che fornirebbe all’auto prestazioni spumeggianti. Passando invece al line-up alimentato a gasolio, il nuovo quattro cilindri turbodiesel da 2.2 litri, che troverebbe posto sotto il cofano della Giulia, garantirebbe performance altrettanto spiccate. Anche in questo caso si tratterebbe di tre specifiche. La versione base fornirebbe una spinta di 133 CV (99 kW), mentre più in alto la potenza offerta ammonterebbe a 178 (133 kW) e a 207 CV (154 kW). La punta di diamante dello schieramento diesel, però, sarebbe rappresentata dal nuovo 3.0 litri V6 diesel bi-turbo da 335 CV (250 kW). Infine, ricordiamo proprio l’opzione più grintosa e dinamica, ovvero il V6 da 2.9 litri bi-turbo della Giulia Quadrifoglio da 510 CV e 600 Nm di coppia.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. ciccio

    30 Settembre 2015 at 11:47

    Cos’è un giornale crucco??? Che dicono cosi perché pensano che una della triade crucca possa battere il record???

  2. Paul

    30 Settembre 2015 at 23:58

    Auto Express è una testata inglese che dovrebbe pensare ai problemi di crash test della MINI nel mercato nord-americano, comunque per la Giulia credo che il lancio avverrà a primavera dopo il salone di Ginevra, un eventuale problema di ritardo potrebbe essere dovuto solo a problemi di omologazione con le nuove regole UE dal 2016, ma questo varrebbe anche per gli altri brand.

Articoli correlati