Sicurezza stradale, due giorni di formazione Michelin al Politecnico di Torino

Tappa del Michelin 4 Safety Campus Tour

Sicurezza stradale Michelin - Michelin porta il Safety Campus al Politecnico di Torino per due giornate all'insegna della formazione in tema di sicurezza stradale. I giovani universitari, nonché utenti della strada, prendono parte ad attività di guida formative per acquisire consapevolezza sul modo corretto di comportarsi in strada.
Sicurezza stradale, due giorni di formazione Michelin al Politecnico di Torino

Nelle giornate del 6 e 7 ottobre Michelin sbarca al Politecnico di Torino per una due giorni di formazione dedicata alla sicurezza stradale attraverso una serie di attività rivolte agli studenti universitari, nonché neopatentati e dunque giovani utenti della strada a bordo di auto, scooter e moto.

L’evento realizzato nell’Ateneo del capoluogo piemontese fa parte del “Michelin 4 Safety Campus Tour“, l’iniziativa itinerante del costruttore di pneumatici, realizzata con la collaborazione della Polizia di Stato e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il progetto educativo di Michelin mira a promuovere un comportamento responsabile e consapevole tra i più giovani, ovvero le fasce più i rischio di utenti della strada, i ragazzi tra i 20 e i 24 anni, tra i quali si registra il maggior numero di decessi in seguito a incidenti.

Così, con il leitmotiv delle 10 regole d’oro della sicurezza stradale, lanciata nel 2011 da Michelin in collaborazione con la FIA, Federazione Internazionale dell’Automobile, il cortile centrale Politecnico è stato trasformato in un teatro di simulazioni di guida dove i ragazzi possono “toccare con mano” gli effetti della guida in stato di ebbrezza o in condizioni meteo difficoltose.

L’iniziativa è stata presentata da Lorenzo Rosso, Presidente Michelin Italia: “Quest’anno, il Villaggio Michelin per la Sicurezza Stradale è matricola al Politecnico di Torino. Non è passato molto tempo dall’ultima edizione del nostro Villaggio, il maggio scorso a Livorno, ma idealmente vogliamo immaginare già cresciuti quei bambini, dai due anni in su, che in tante piazze italiane hanno partecipato alle attività del Villaggio sulle loro biciclette. Oggi ci troviamo già nel futuro, di fronte a studenti creativi e appassionati di innovazione, che guidano uno scooter, una moto o un’auto e sanno progettarne una per un futuro sostenibile. In questi due giorni vogliamo fermarci qui con loro, nel cortile del Politecnico, per riflettere “attivamente” sui comportamenti sulla strada e su come questi possano essere influenzati anche, per esempio, dalle tecnologie di cui i ragazzi sono padroni, a partire dal cellulare. Insieme al Politecnico, con la Polizia di Stato e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, abbiamo un obiettivo: cambiare i numeri dei rapporti ISTAT sugli incidenti stradali. Perché nessuno di questi studenti è un numero”.

Alle sue parole si è aggiunto il commento del Prorettore del Politecnico Laura Montanaro che sottolinea l’importanza della collaborazione sui temi della sicurezza stradale: “Come Ateneo riteniamo prioritario sviluppare le regole della cittadinanza e favorire nei nostri studenti la crescita dei valori “del rispetto di sé e degli altri”; per raggiungere questo obiettivo, la collaborazione con le altre Istituzioni dello Stato, unita al supporto di aziende private che, come Michelin, hanno messo a disposizione risorse e competenze specifiche, è fondamentale. Queste giornate saranno quindi sicuramente un’occasione importante per approfondire tematiche tecniche, ma anche per contribuire alla crescita umana dei nostri studenti”.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Eventi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati