Ford Europe ci accompagna nel mondo del 3d printing [FOTO e VIDEO]

E' stato usato per realizzare parti della GT e della Vignale

Ford Europe - Sono quattro anni che Ford stampa in 3d, un nuovo modo di concepire la realizzazione dei prototipi nel mondo automotive. Grazie a questa tecnica, si è capaci di alzare l'asticella sia in termini di qualità sia di riduzione dei costi

Ford Europe porta a Milano, ospitata dalla Domus Academy di Via Darwin, la prima scuola post-universitaria di design in Italia e laboratorio di ricerca sui temi di dell’innovazione e del design, la 3d printing, utilizzata, per esempio, per realizzare i modelli del volante, dei paddle del cambio e del sistema di apertura delle porte della Ford GT, nonché della griglia anteriore della Mondeo Vignale.

Ford Europe lancia l’hashtag #FordDesign e si presenta alla Domus Academy di Milano, dove eravamo presenti anche noi di motorionline.com, con il suo progetto più innovativo, la 3d printing, grazie alla quale si può passare dallo sketch al prodotto reale, la vettura, in un modo decisamente rivoluzionario. Il marchio statunitense utilizza la tecnologia di stampa 3d per ridurre significativamente i tempi di sviluppo e moltiplicare il numero dei prototipi, lasciando a designer e ingegneri la possibilità di sperimentare un numero maggiore di modelli, che richiederebbero attrezzature speciali e molto tempo per essere realizzati con i procedimenti tradizionali. La produzione di un componente, grazie alla 3d printing, necessita, infatti, di 6 giorni contro le tradizionali 6 settimane. In alcuni casi vengono realizzate anche diverse centinaia di versioni di uno stesso elemento, una cifra impensabile anche solo pochi anni fa. Si parte da un modello in argilla che viene “tradotto” in maniera digitale grazie al CAD, che permette di sviluppare design più dettagliati e complessi, mentre l’argilla, ulteriormente lavorata e verniciata, è più precisa nel restituire l’esecuzione estetica delle superfici. L’uso della Ultra High Definition animation, poi, consente ai designer di rendere chiara la propria visione al board del marchio. E qui entra in gioco la virtual reality, che consente a tutti coloro che lavorano ad un determinato progetto in casa Ford di poterlo sempre “toccare con mano”, controllando i dettagli, anche quelli più nascosti. Inoltre, la realtà virtuale permetterà al cliente di “assaggiare” il nuovo prodotto Ford come se lo avesse sotto i propri occhi.

Al momento della stampa, i macchinari posizionano uno strato dopo l’altro di materiale in base agli input inviati dal computer, procedendo alla realizzazione del prototipo fisico. In base alle diverse tipologie di componenti, il team può scegliere di utilizzare nylon fuso, solidificato tramite luci ultraviolette, sabbia o polvere metallica, fuse tramite un raggio laser, per realizzare il prototipo. Gli elementi vengono rifiniti, poi, tramite pulizia o sabbiatura, per eliminare il materiale in eccesso, per essere successivamente inviati al reparto che ne ha commissionato la realizzazione. La precisione dei prototipi stampati in 3d è stata fondamentale per lo sviluppo della nuova supercar Ford GT, sia per la versione stradale che per quella da gara che scenderà in pista il prossimo anno nel campionato FIA World Endurance. Il 3d printing deve mettere d’accordo tutti, dal designer al reparto di ingegneristica. Ma soprattutto permette di elevare la qualità di componenti molto particolari, come ad esempio la griglia frontale di una vettura. Per ora la stampa 3d consente di lavorare fino ad un massimo di 200 prototipi e, per il momento, non può sostituire quella ad iniezione usata per creare, invece, migliaia di vetture. La produzione, insomma, non risulterebbe così veloce.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati