WP_Post Object ( [ID] => 197644 [post_author] => 40 [post_date] => 2015-11-03 14:45:27 [post_date_gmt] => 2015-11-03 13:45:27 [post_content] => Il suo debutto dovrebbe avvenire alla fine del prossimo anno, intanto, la nuova BMW Serie 5 GT sta crescendo come dimostrano gli scatti giunti in redazione. Foto che inquadrano una vettura dalla livrea camouflage impegnata su strada. La prossima Serie 5 Gran Turismo dovrebbe essere equipaggiate con unità da tre, quattro e sei cilindri. Motori composti dall'unione di cilindri da 500 cc e che condividerebbero il 60% delle parti. Le nuove GT 250d e 225d, secondo le indiscrezioni, riceverebbero sotto il cofano un quattro cilindri 2.0 litri diesel, che sulla versione più elevata garantirebbe 231 cavalli, mentre risulterebbero 272 i cavalli dell'unità a benzina quattro cilindri indirizzata sotto la 258i. Il citato motori tre cilindri dovrebbe essere installato sotto il cofano della meno briosa 518d, che sarebbe accreditato di 150 cavalli, mentre al vertice della nuova gamma della generazione G30, ci sarebbe sempre un sei cilindri. Un propulsore che sul modello 530i sarebbe accreditato di 333 cavalli, sulla 540i proporrebbe una potenza 375 cavalli, invece nella configurazione diesel fornirebbe 286 e 333 cavalli rispettivamente per la 530d e 535d. Più in alto, quindi, ci sarebbe la M550d da 400 cavalli. Vettura che, secondo le voci circolanti, potrebbe disporre di ben quattro turbo-compressori. Aspetto che nel amplificherebbe efficienza e qualità di marcia. La nuova variante Gran Turismo dovrebbe essere sviluppata su architettura CLAR (Cluster Architecture), il pianale associato alle future generazioni di vetture a trazione posteriori e ibride del marchio tedesco. Piattaforma sulla quale sarebbero appunto costruite le prossime versioni di Serie 3, Serie 5, Serie 6 e dell'ammiraglia Serie 7. Questa base risulterebbe molto versatile da punto di vista dell'impiego e composta da un mix di acciai ad alta resistenza, fibra di carbonio e alluminio, che consentirebbe un risparmio di peso valutabile sugli 80 chilogrammi. Lo stile della vettura potrebbe risultare un affinamento dell'attuale aspetto, caratterizzato da fari profilati che si integrano con la griglia frontale, oltre ad altri particolari che evidenziano il design grintoso e ricercato della casa bavarese. La linea del tetto, in base alle immagini, riproporrebbe lo stesso andamento dell'attuale generazione, e si notano anche altri dettagli come una zona alta della coda abbastanza pronunciata. L'abitacolo, poi, sarebbe arricchito da un cruscotto rimodellato con display LCD, un nuovo sistema iDrive, funzione di riconoscimento gestuale e contenuti di fascia premium che ne amplificherebbero le qualità, sia da un punto di vista tecnologico, sia in termini di eleganza e sportività. [post_title] => BMW Serie 5 GT MY 2017: sorpreso un esemplare test della nuova Gran Turismo [FOTO SPIA] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bmw-serie-5-gt-my-2017-sorpreso-un-esemplare-test-della-nuova-gran-turismo-foto-spia [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-11-03 14:45:28 [post_modified_gmt] => 2015-11-03 13:45:28 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=197644 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW Serie 5 GT MY 2017: sorpreso un esemplare test della nuova Gran Turismo [FOTO SPIA]

Dovrebbe ricevere motori da tre, quattro e sei cilindri

BMW Serie 5 GT MY 2017 – Immortalato un modello di prova della prossima interpretazione dell'ampia berlina bavarese, che sarebbe sviluppata su piattaforma CLAR

Il suo debutto dovrebbe avvenire alla fine del prossimo anno, intanto, la nuova BMW Serie 5 GT sta crescendo come dimostrano gli scatti giunti in redazione. Foto che inquadrano una vettura dalla livrea camouflage impegnata su strada.

La prossima Serie 5 Gran Turismo dovrebbe essere equipaggiate con unità da tre, quattro e sei cilindri. Motori composti dall’unione di cilindri da 500 cc e che condividerebbero il 60% delle parti. Le nuove GT 250d e 225d, secondo le indiscrezioni, riceverebbero sotto il cofano un quattro cilindri 2.0 litri diesel, che sulla versione più elevata garantirebbe 231 cavalli, mentre risulterebbero 272 i cavalli dell’unità a benzina quattro cilindri indirizzata sotto la 258i. Il citato motori tre cilindri dovrebbe essere installato sotto il cofano della meno briosa 518d, che sarebbe accreditato di 150 cavalli, mentre al vertice della nuova gamma della generazione G30, ci sarebbe sempre un sei cilindri. Un propulsore che sul modello 530i sarebbe accreditato di 333 cavalli, sulla 540i proporrebbe una potenza 375 cavalli, invece nella configurazione diesel fornirebbe 286 e 333 cavalli rispettivamente per la 530d e 535d. Più in alto, quindi, ci sarebbe la M550d da 400 cavalli. Vettura che, secondo le voci circolanti, potrebbe disporre di ben quattro turbo-compressori. Aspetto che nel amplificherebbe efficienza e qualità di marcia.

La nuova variante Gran Turismo dovrebbe essere sviluppata su architettura CLAR (Cluster Architecture), il pianale associato alle future generazioni di vetture a trazione posteriori e ibride del marchio tedesco. Piattaforma sulla quale sarebbero appunto costruite le prossime versioni di Serie 3, Serie 5, Serie 6 e dell’ammiraglia Serie 7. Questa base risulterebbe molto versatile da punto di vista dell’impiego e composta da un mix di acciai ad alta resistenza, fibra di carbonio e alluminio, che consentirebbe un risparmio di peso valutabile sugli 80 chilogrammi.

Lo stile della vettura potrebbe risultare un affinamento dell’attuale aspetto, caratterizzato da fari profilati che si integrano con la griglia frontale, oltre ad altri particolari che evidenziano il design grintoso e ricercato della casa bavarese. La linea del tetto, in base alle immagini, riproporrebbe lo stesso andamento dell’attuale generazione, e si notano anche altri dettagli come una zona alta della coda abbastanza pronunciata. L’abitacolo, poi, sarebbe arricchito da un cruscotto rimodellato con display LCD, un nuovo sistema iDrive, funzione di riconoscimento gestuale e contenuti di fascia premium che ne amplificherebbero le qualità, sia da un punto di vista tecnologico, sia in termini di eleganza e sportività.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

BMW: arriva Android Auto da luglio 2020

Sarà disponibile per i veicoli con BMW Operating System 7.0
Una novità tecnologica su BMW. Arriva (finalmente) Android Auto anche sulle vetture del marchio tedesco, a partire dalla metà del