WP_Post Object ( [ID] => 199091 [post_author] => 24 [post_date] => 2015-11-06 17:53:10 [post_date_gmt] => 2015-11-06 16:53:10 [post_content] => Alfa Romeo starebbe pensando di riprogrammare la tabella di marcia dei prossimi mesi, dato che il lancio dei prossimi prodotti, a partire dalla Giulia, sarebbe in ritardo di mesi. A riportare la notizia è Automotive News Europe, citando fonti interne ai fornitori del marchio del Biscione. L'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, programmata per andare in vendita sul mercato europeo a fine 2015 potrebbe slittare di sei mesi e arrivare in concessionaria a metà del prossimo anno. Ritardo che inevitabilmente si riproporrà anche sulla versione "normale" della Giulia che invece del prossimo marzo potrebbe arrivare solo verso la fine del 2016. Come detto, a slittare in avanti non sarà solo la Giulia, ma anche gli altri nuovi prodotti della Casa di Arese. Così l'atteso nuovo SUV medio di Alfa Romeo, che sarà realizzato sullo stesso pianale della Giulia, potrebbe accumulare 9 mesi di ritardo, presentandosi in concessionaria a inizio 2017 invece che a marzo 2016.  Per il momento da Alfa Romeo non è arrivato alcun commento ufficiale a queste indiscrezioni, anche se qualche giorno fa Sergio Marchionne, amministratore delegato di FCA, aveva accennato a una riesamina del piano di espansione di Alfa Romeo, a causa della frenata del mercato cinese, confermando comunque l'investimento di 5 miliardi di euro e l'obiettivo delle 400.000 vendite all'anno grazie ai nuovi otto modelli. Obiettivo quest'ultimo che però è stato spostato al 2019-2020 rispetto all'iniziale 2018, dando in parte ragione agli analisti che stimano vendite di Alfa Romeo nel 2018 decisamente sotto la soglia, giudicata troppo ambiziosa, fissata da Marchionne: 230.000 unità, di cui circa 50.000 unità della Giulia e 23.000 nuovi SUV. [post_title] => Alfa Romeo, il lancio della Giulia potrebbe slittare di 6-9 mesi [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-il-lancio-della-giulia-potrebbe-slittare-di-6-9-mesi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-11-06 17:53:10 [post_modified_gmt] => 2015-11-06 16:53:10 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=199091 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo, il lancio della Giulia potrebbe slittare di 6-9 mesi

Il Biscione sarebbe in ritardo sulla commercializzazione dei nuovi prodotti

Alfa Romeo Giulia - Stando ad alcune indiscrezioni provenienti dai fornitori, il marchio di Arese è in ritardo di diversi mesi rispetto alla tabella di marcia prevista per l'inizio delle vendite dei nuovi prodotti Alfa Romeo. L'arrivo in concessionaria della Giulia potrebbe slittare di 6 mesi, mentre il nuovo SUV potrebbe essere sul mercato solo a inizio 2017.
Alfa Romeo, il lancio della Giulia potrebbe slittare di 6-9 mesi

Alfa Romeo starebbe pensando di riprogrammare la tabella di marcia dei prossimi mesi, dato che il lancio dei prossimi prodotti, a partire dalla Giulia, sarebbe in ritardo di mesi. A riportare la notizia è Automotive News Europe, citando fonti interne ai fornitori del marchio del Biscione. L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, programmata per andare in vendita sul mercato europeo a fine 2015 potrebbe slittare di sei mesi e arrivare in concessionaria a metà del prossimo anno.

Ritardo che inevitabilmente si riproporrà anche sulla versione “normale” della Giulia che invece del prossimo marzo potrebbe arrivare solo verso la fine del 2016. Come detto, a slittare in avanti non sarà solo la Giulia, ma anche gli altri nuovi prodotti della Casa di Arese. Così l’atteso nuovo SUV medio di Alfa Romeo, che sarà realizzato sullo stesso pianale della Giulia, potrebbe accumulare 9 mesi di ritardo, presentandosi in concessionaria a inizio 2017 invece che a marzo 2016. 

Per il momento da Alfa Romeo non è arrivato alcun commento ufficiale a queste indiscrezioni, anche se qualche giorno fa Sergio Marchionne, amministratore delegato di FCA, aveva accennato a una riesamina del piano di espansione di Alfa Romeo, a causa della frenata del mercato cinese, confermando comunque l’investimento di 5 miliardi di euro e l’obiettivo delle 400.000 vendite all’anno grazie ai nuovi otto modelli.

Obiettivo quest’ultimo che però è stato spostato al 2019-2020 rispetto all’iniziale 2018, dando in parte ragione agli analisti che stimano vendite di Alfa Romeo nel 2018 decisamente sotto la soglia, giudicata troppo ambiziosa, fissata da Marchionne: 230.000 unità, di cui circa 50.000 unità della Giulia e 23.000 nuovi SUV.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati