WP_Post Object ( [ID] => 199598 [post_author] => 40 [post_date] => 2015-11-09 11:39:24 [post_date_gmt] => 2015-11-09 10:39:24 [post_content] => Al prossimo Salone di Los Angeles, nello stand di Lamborghini potrebbe figurare una versione a trazione posteriore della Huracán. L'idea sarebbe stata già nei piani della casa, e questa variante alternativa potrebbe debuttare sul mercato nella prima parte del 2016, dopo essere stata mostrata alla kermesse californiana, in programma nei giorni conclusivi di questo novembre. Proporre una Lamborghini Huracán anche con la sola trazione posteriore, ricalcherebbe quanto fatto con la precedente Gallardo LP 550-2, come riportato sul sito di Autocar. Ma in questo caso, questa variante potrebbe non risultare meno costosa rispetto alla versione tradizionale a trazione integrale. Si può supporre poi che, oltre ad essere più leggera, questa possa vantare un equipaggiamento più prestazionale, e di conseguenza avere un prezzo più elevato, secondo i rumors riportati. Tra le ipotesi, si ritiene anche che possa essere sviluppata in un numero limitato di modelli. Forse 250, come nel caso della Gallardo, e potrebbe essere proposta successivamente una variante simile anche della Spyder. Su questo argomento sono riportate anche le parole di Stephan Winkelmann, il responsabile del marchio del Toro. Al Concorso d'Eleganza di Pebble Beach dello scorso anno, sulla possibile introduzione di una Huracán a trazione posteriore, Winkelmann aveva riferito: “L'abbiamo fatto con la Gallardo dunque potrebbe essere una possibilità." Quindi il numero uno di Lamborghini aveva aggiunto: "Noi siamo un costruttore di super-sportive a quattro ruote motrici, ma non dovremmo disporre di una opzione a trazione posteriore? Abbiamo bisogno di qualche derivato. I clienti l'aspettano e abbiamo sempre necessità di qualcosa di nuovo per parlarne." La Lamborghini Huracan LP610-4 è spinta da un motore V10 da 5,2 litri capace di erogare 610 cavalli a 8.250 giri/min e 560 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Un'unità caratterizzata da un sistema a “Iniezione Diretta Stratificata” (IDS), in pratica l’iniezione diretta ed indiretta di carburante sono combinate per offrire maggior potenza e coppia, contestualmente a consumi ed emissioni che rispettano gli standard Euro 6. Il Model Year 2016, inoltre, è arricchito di serie da un sistema di disattivazione dei cilindri. Una soluzione introdotta per la prima volta su un propulsore V10 aspirato, che consente di contenere i consumi e contemporaneamente le emissioni di CO2 a 283 g/km, secondo quanto indicato dalla casa. [post_title] => Lamborghini Huracán: attesa a Los Angeles una variante a trazione posteriore? [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => lamborghini-huracan-attesa-a-los-angeles-una-variante-a-trazione-posteriore [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-11-09 11:39:24 [post_modified_gmt] => 2015-11-09 10:39:24 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=199598 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Lamborghini Huracán: attesa a Los Angeles una variante a trazione posteriore?

La commercializzazione potrebbe partire nel primo quarto del 2016

Lamborghini Huracán – Secondo notizie pubblicate da colleghi britannici, la casa di Sant'Agata Bolognese potrebbe introdurre prossimamente una variante a trazione posteriore della Huracán
Lamborghini Huracán: attesa a Los Angeles una variante a trazione posteriore?

Al prossimo Salone di Los Angeles, nello stand di Lamborghini potrebbe figurare una versione a trazione posteriore della Huracán. L’idea sarebbe stata già nei piani della casa, e questa variante alternativa potrebbe debuttare sul mercato nella prima parte del 2016, dopo essere stata mostrata alla kermesse californiana, in programma nei giorni conclusivi di questo novembre.

Proporre una Lamborghini Huracán anche con la sola trazione posteriore, ricalcherebbe quanto fatto con la precedente Gallardo LP 550-2, come riportato sul sito di Autocar. Ma in questo caso, questa variante potrebbe non risultare meno costosa rispetto alla versione tradizionale a trazione integrale. Si può supporre poi che, oltre ad essere più leggera, questa possa vantare un equipaggiamento più prestazionale, e di conseguenza avere un prezzo più elevato, secondo i rumors riportati. Tra le ipotesi, si ritiene anche che possa essere sviluppata in un numero limitato di modelli. Forse 250, come nel caso della Gallardo, e potrebbe essere proposta successivamente una variante simile anche della Spyder.

Su questo argomento sono riportate anche le parole di Stephan Winkelmann, il responsabile del marchio del Toro. Al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach dello scorso anno, sulla possibile introduzione di una Huracán a trazione posteriore, Winkelmann aveva riferito: “L’abbiamo fatto con la Gallardo dunque potrebbe essere una possibilità.” Quindi il numero uno di Lamborghini aveva aggiunto: “Noi siamo un costruttore di super-sportive a quattro ruote motrici, ma non dovremmo disporre di una opzione a trazione posteriore? Abbiamo bisogno di qualche derivato. I clienti l’aspettano e abbiamo sempre necessità di qualcosa di nuovo per parlarne.”

La Lamborghini Huracan LP610-4 è spinta da un motore V10 da 5,2 litri capace di erogare 610 cavalli a 8.250 giri/min e 560 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Un’unità caratterizzata da un sistema a “Iniezione Diretta Stratificata” (IDS), in pratica l’iniezione diretta ed indiretta di carburante sono combinate per offrire maggior potenza e coppia, contestualmente a consumi ed emissioni che rispettano gli standard Euro 6. Il Model Year 2016, inoltre, è arricchito di serie da un sistema di disattivazione dei cilindri. Una soluzione introdotta per la prima volta su un propulsore V10 aspirato, che consente di contenere i consumi e contemporaneamente le emissioni di CO2 a 283 g/km, secondo quanto indicato dalla casa.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati