Mercedes Classe C Coupé MY 2016: espressività che seduce l’aria [FOTO E VIDEO]

Coefficiente di resistenza all'avanzamento di 0,26

Mercedes Classe C Coupé MY 2016 - Il marchio della Stella elenca le caratteristiche della nuova Classe C Coupé. Una vettura dallo stile e l'aerodinamica affinata oltre a propulsori generosi

Il corpo filante fa intuire subito il lavoro accurato dei tecnici nel trovare un preciso equilibrio tra scelte stilistiche e aerodinamica. La nuova Mercedes Classe C Coupé conferma l’evoluzione di un prodotto che accomuna spiccati doti stradali a un design ricercato.

Lunga 4686 millimetri e larga 1810, le dimensioni della nuova versione sono aumentate rispetto al precedente modello, a parte l’altezza leggermente ridotta a 1405 mm. Più ampio anche il passo, adesso di 2840 mm, a tutto vantaggio anche dell’abitabilità interna. Grazie all’utilizzo di materiali leggeri e un maggior uso di alluminio la nuova Coupé ha anche un peso più contenuto rispetto alla precedente.
Parlando dell’abitacolo questo risulta impostato, trasmettendo un’idea più “matura” rispetto allo spumeggiante design esterno. Lo stile riprende quello già noto sulla tradizionale berlina, dandogli un tocco di sportività, grazie anche ai sedili integrali sviluppati per il modello e alla cura artigianale risposta su finiture e rivestimenti. Design interno che può essere ulteriormente valorizzato dalle speciali combinazioni cromatiche tipo porcellana, marrone cuoio/nero e, nel caso della più grintosa versione Edition 1, marrone noce/nero con cuciture color turchese.

La vettura è arricchita di una dotazione di sicurezza e assistenza alla guida di livello, seguendo il “principio dell’Intelligent Drive di Mercedes-Benz” con dispositivi come l’ATTENTION ASSIST che si interessa degli eventuali segnali di stanchezza o distrazione dell’automobilista o il COLLISION PREVENTION ASSIST PLUS, entrambi di serie. Senza dimenticare i più aggiornati sistema in ambito di infotainment, Audio 20 CD o COMAND Online, di connettività a cui è associato il Mercedes Connect me e di climatizzazione.
A spingerla ci pensano motori Euro 6 a benzina e diesel da quattro cilindri, arricchiti di funzione ECO start/stop. La casa segnala un contenimento dei consumi in alcuni casi anche del 20%, rispetto alla precedente versione. Un fattore favorito anche dall’affinata aerodinamica, che vanta un coefficiente di 0,26. Si parla di quattro propulsori a benzina nella fase iniziale. Da un’unità 1,6 litri proposta per la versione C 180 da 156 cavalli (115 kW), si sale verso il 2.0 litri collocato sotto il cofano della C 200 da 184 cavalli (135 kW), della C 250 da 211 cavalli (155 kW) e della più potente C 300 da 245 cavalli (180 kW). Mentre al vertice sono collocate le Mercedes-AMG Coupé C 63 e C 63 S equipaggiate con un propulsore da 4.0 litri otto cilindri bi-turbo capace di trasmettere rispettivamente 476 cavalli (350 kW) o 510 cavalli (375 kW). I due turbocompressori sono collocati all’interno della V rendendo l’unità più contenuta nei volumi e, in base a quanto segnalato, favorire un abbassamento delle emissioni e un miglioramento della risposta.
Sul fronte diesel, invece, sono proposti un affinato quattro cilindri da 2.1 litri capace di fornire 170 cavalli (125 kW) o 204 cavalli (150 kW) con “riduzione catalitica selettiva”, nota come tecnologia SCR.
A questi motori può essere associata una trasmissione manuale 6 rapporti, un cambio automatico sette marce 7G-TRONIC PLUS o a nove velocità 9G-TRONIC.

Il design trasmette sportività dal frontale fino alla parte terminale della vettura. Una mascherina del radiatore Matrix assieme ai profilati e ricercati gruppi ottici e al pronunciato cofano motore definiscono l’anteriore. Il corpo vettura è poi caratterizzato da linee tese e schiacciate, un assetto più basso di 15 millimetri rispetto alla tradizionale berlina, una linea di cintura elevata, “dropping line allungata” e cerchi da 17 pollici, senza dimenticare l’andamento del tetto tipico da coupé che converge verso la zona posteriore. Area caratterizzata da un taglio netto delle forme.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati