MINI Cooper, il tuning di AC Schnitzer in mostra al Motor Show di Essen [FOTO]

Cresce la potenza e il dinamismo

MINI Cooper - Al Motor Show di Essen si presentano le MINI Cooper elaborate dal tuner tedesco AC Schnitzer che ha abbassato l'assetto della vettura, ritoccato lo stile con nuovi cerchi e splitter anteriore, ed incrementato la potenza del motore quattro cilindri 2.0 litri sia sulla Cooper S che sulla JCW.

I tedeschi di AC Schnitzer, specializzati nell’elaborazione auto e nell’aftermarket, hanno messo mano alla nuova MINI Cooper realizzando un programma di personalizzazione su misura per la compatta britannica, che sarà svelato al Motor Show di Essen, in Germania, che prende il via il 28 novembre.

Il tuning della MINI Cooper realizzato da AC Schnitzer ha arricchito con stile aggiuntivo e aspetto più aerodinamico la vettura grazie allo splitter anteriore, ai nuovi cerchi in lega da 19 pollici con design specifico e alla striscia nera laterale che caratterizza graficamente la parte inferiore della fiancata.

Diversi accorgimenti sono stati apportati anche alla meccanica, oltre che al motore delle diverse varianti della nuova MINI Cooper, intervenendo anche sull’impianto di scarico, oltre all’aggiunta di nuove sospensioni al ribassamento di 30 millimetri dell’assetto della vettura.

Per quanto riguarda il motore, sulla MINI Cooper S, l’elaborazione di AC Schnitzer, ha incrementato i valori del quattro cilindri 2.0 litri facendolo passare da 189 a 233 CV, con la coppia massima cresciuta da 280 a 350 Nm. Maggiorazione più contenuta, ma comunque significativa, quella ottenuta sulla MINI JCW che ha visto crescere la potenza da 228 a 261 CV, mentre la coppia massima è passata da 320 a 390 Nm.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Primo Piano

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati