WP_Post Object ( [ID] => 209018 [post_author] => 40 [post_date] => 2015-12-01 18:45:28 [post_date_gmt] => 2015-12-01 17:45:28 [post_content] => Si sale a bordo e si pregusta già la strada. Non importa dove, non importa la distanza, tutte le direzioni sono suggestive, se a tracciare la via è una tecnologia raffinata e seducente come quella delle nuove Audi A4 e A4 Avant. La maturità delle vetture dei Quattro Anelli non è solo di tipo stilistico, ma una convergenza di materiali, forme, contenuti, innovazioni, concetti studiati nei dettagli che si distendono per 4,73 metri. Larghe 1,84 metri, alte 1,43 e con un passo da 2,82 metri, il design delle nuove Audi A4 e A4 Avant è filante, caratterizzato da una linea di spalla lunga quattro metri e dalla curvatura affilata, un aspetto muscoloso e grintoso impreziosito dalla tradizionale maschera della casa, gruppi ottici dal disegno tagliente dotati della opzionale tecnologia LED e LED Matrix e dettagli stilistici che ne valorizzano la visione d'insieme. Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_19_01 L'ampiezza di passo contribuisce a un sensibile aumento dell'abitabilità interna, che offre 24 millimetri di spazio in più per la testa e 23 mm per i passeggeri della seconda fila, ai quali si somma un bagagliaio in grado di contenere di base 505 litri e un carico massimo di 1.510 litri. La cura nel dettaglio si ritrova nella qualità dell'assemblaggio e nella silenziosità percepita anche alle velocità più sostenute. I tecnici hanno accorpato esigenze di tipo estetico, visibili nell'impostazione di volante, cruscotto, plancia e altre componenti interne, a necessità di comfort. Un esempio su tutti, i punti di aerazione presenti per un metro di lunghezza, osservando appunto la plancia. Studiati non solo per garantire un più veloce riscaldamento o raffreddamento dell'abitacolo, senza intaccare l'efficienza complessiva della vettura, ma abili nel filtrare l'aria in modo da garantire un qualità sempre elevata, secondo quanto riferito. Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_22_02 Calamitante, però, è l'opzionale Virtual Cockpit sviluppato da Audi e introdotto sulla nuova generazione. Un sistema che può essere associato anche all'altrettanto opzionale head up display, per amplificare ulteriormente una esperienza visiva di alto livello. Diverse schermate, la possibilità di privilegiare la navigazione o gli strumenti di bordo, rendono qualsiasi percorso una coinvolgente ricerca della direzione, supportati da indicazioni e segnali che rendono la guida più semplice e fluida. La presa del volante è buona, l'ergonomia spicca non solo nei materiali impiegati ma anche nel contenimento offerto dai sedili, nel caso della versione provata dal design più sportivo, e dalla presenza anche di vari vani tra cui uno preposto per il proprio smartphone, arricchito da una postazione di ricarica induttiva Audi phone box. Senza dimenticare, tra gli altri aspetti, l'altro ampio schermo da 8,3 pollici dell'opzionale sistema infotainment MMI Navigation plus, arricchito da Audi connect, modulo LTE e hotspot WLAN. Il sistema di connessione, in base a quanto indicato, sfrutta l'antenna esterna alla vettura, tenendo così all'esterno le radiazioni. Preziosi poi anche i diversi dispostivi di sicurezza come l'Audi pre sense city, studiato per la prevenzione di possibili impatti, e gli altri di assistenza alla guida che variano dall'Audi active lane assist e Audi side assist, focalizzati sul senso di marcia corretto ad altri dispositivi indirizzati al parcheggio, piuttosto che all'avviso di uscita, al riconoscimento della segnaletica e anche sul consumo di carburante. Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_18_03 La gamma costituita in questa fase di lancio da sette motorizzazioni, con unità a quattro e sei cilindri benzina TFSI e diesel TDI da 1.4, 2.0 e 3.0 litri, anche in versione ultra, secondo quanto riferito dalla casa, registra un aumento medio della potenza del 25% e allo stesso tempo una riduzione dei consumi medi del 21 %, agevolata proprio dall'introduzione della piattaforma modulare MLB di ultima generazione, comparsa per la prima volta sul Q7. Più avanti, inoltre, giungerà secondo quanto annunciato un modello g tron con alimentazione a gas metano. Il 2.0 TDI da 190 cavalli della provata versione A4 Avant Business Sport, eroga la forza con decisione e scioltezza, verso le quattro ruote, veicolata dalla sofisticata trazione quattro, mentre la silenziosità di ritmo non viene scalfita dalla progressione della trasmissione S-tronic sette marce, che innesta o scala i vari rapporti con sorprendente agilità, anche se si sfruttano le leve al volante. Trasmissione che è anche disponibile per i modelli a trazione anteriore. In curva ,poi, la funzione torque vectoring, agendo sulla ruota interna, offre una stabilità ancora più accentuata a quella già percepibile dal comfort fornito dalla sospensioni a cinque bracci. Anche se, a nostro avviso, avremmo preferito una maggior rigidezza sotto questo aspetto. Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_20_04 Posposte nelle versioni Sport, nella più ricercata Design, e anche in Business e Business Sport, oltre a ulteriori specifici pacchetti, anche con cambio manuale sei velocità o automatico tiptronic otto rapporti, la gamma della nuova Audi A4 è accessibile da un prezzo di partenza di 33.800 Euro per una versione berlina dotata di motore benzina 1.4 TFSI da 140 cavalli. In sintesi, l'ultima vettura di media taglia degli Anelli costituisce una evoluzione della mobilità in senso tecnologico, sportivo, costruttivo, e ha come punto di forza una cura nel dettaglio che amplifica la voglia di guidare verso nuovi orizzonti. [post_title] => Nuove Audi A4 e A4 Avant: tecnologia in costante movimento [PRIMO CONTATTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuove-audi-a4-e-a4-avant-tecnologia-in-costante-movimento-primo-contatto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-12-01 18:58:20 [post_modified_gmt] => 2015-12-01 17:58:20 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=209018 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuove Audi A4 e A4 Avant: tecnologia in costante movimento [PRIMO CONTATTO]

Sette varianti di motori al lancio e sistemi di assistenza raffinati

Nuove Audi A4 e A4 Avant – Cresciute nei contenuti e ridotte di peso, le vetture della casa di Ingolstadt annoverano innovativi sistemi tecnologici e un futuristico quadro strumenti

Si sale a bordo e si pregusta già la strada. Non importa dove, non importa la distanza, tutte le direzioni sono suggestive, se a tracciare la via è una tecnologia raffinata e seducente come quella delle nuove Audi A4 e A4 Avant.

La maturità delle vetture dei Quattro Anelli non è solo di tipo stilistico, ma una convergenza di materiali, forme, contenuti, innovazioni, concetti studiati nei dettagli che si distendono per 4,73 metri. Larghe 1,84 metri, alte 1,43 e con un passo da 2,82 metri, il design delle nuove Audi A4 e A4 Avant è filante, caratterizzato da una linea di spalla lunga quattro metri e dalla curvatura affilata, un aspetto muscoloso e grintoso impreziosito dalla tradizionale maschera della casa, gruppi ottici dal disegno tagliente dotati della opzionale tecnologia LED e LED Matrix e dettagli stilistici che ne valorizzano la visione d’insieme.

Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_19_01

L’ampiezza di passo contribuisce a un sensibile aumento dell’abitabilità interna, che offre 24 millimetri di spazio in più per la testa e 23 mm per i passeggeri della seconda fila, ai quali si somma un bagagliaio in grado di contenere di base 505 litri e un carico massimo di 1.510 litri. La cura nel dettaglio si ritrova nella qualità dell’assemblaggio e nella silenziosità percepita anche alle velocità più sostenute. I tecnici hanno accorpato esigenze di tipo estetico, visibili nell’impostazione di volante, cruscotto, plancia e altre componenti interne, a necessità di comfort. Un esempio su tutti, i punti di aerazione presenti per un metro di lunghezza, osservando appunto la plancia. Studiati non solo per garantire un più veloce riscaldamento o raffreddamento dell’abitacolo, senza intaccare l’efficienza complessiva della vettura, ma abili nel filtrare l’aria in modo da garantire un qualità sempre elevata, secondo quanto riferito.

Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_22_02

Calamitante, però, è l’opzionale Virtual Cockpit sviluppato da Audi e introdotto sulla nuova generazione. Un sistema che può essere associato anche all’altrettanto opzionale head up display, per amplificare ulteriormente una esperienza visiva di alto livello. Diverse schermate, la possibilità di privilegiare la navigazione o gli strumenti di bordo, rendono qualsiasi percorso una coinvolgente ricerca della direzione, supportati da indicazioni e segnali che rendono la guida più semplice e fluida.
La presa del volante è buona, l’ergonomia spicca non solo nei materiali impiegati ma anche nel contenimento offerto dai sedili, nel caso della versione provata dal design più sportivo, e dalla presenza anche di vari vani tra cui uno preposto per il proprio smartphone, arricchito da una postazione di ricarica induttiva Audi phone box. Senza dimenticare, tra gli altri aspetti, l’altro ampio schermo da 8,3 pollici dell’opzionale sistema infotainment MMI Navigation plus, arricchito da Audi connect, modulo LTE e hotspot WLAN. Il sistema di connessione, in base a quanto indicato, sfrutta l’antenna esterna alla vettura, tenendo così all’esterno le radiazioni.
Preziosi poi anche i diversi dispostivi di sicurezza come l’Audi pre sense city, studiato per la prevenzione di possibili impatti, e gli altri di assistenza alla guida che variano dall’Audi active lane assist e Audi side assist, focalizzati sul senso di marcia corretto ad altri dispositivi indirizzati al parcheggio, piuttosto che all’avviso di uscita, al riconoscimento della segnaletica e anche sul consumo di carburante.

Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_18_03

La gamma costituita in questa fase di lancio da sette motorizzazioni, con unità a quattro e sei cilindri benzina TFSI e diesel TDI da 1.4, 2.0 e 3.0 litri, anche in versione ultra, secondo quanto riferito dalla casa, registra un aumento medio della potenza del 25% e allo stesso tempo una riduzione dei consumi medi del 21 %, agevolata proprio dall’introduzione della piattaforma modulare MLB di ultima generazione, comparsa per la prima volta sul Q7. Più avanti, inoltre, giungerà secondo quanto annunciato un modello g tron con alimentazione a gas metano.
Il 2.0 TDI da 190 cavalli della provata versione A4 Avant Business Sport, eroga la forza con decisione e scioltezza, verso le quattro ruote, veicolata dalla sofisticata trazione quattro, mentre la silenziosità di ritmo non viene scalfita dalla progressione della trasmissione S-tronic sette marce, che innesta o scala i vari rapporti con sorprendente agilità, anche se si sfruttano le leve al volante. Trasmissione che è anche disponibile per i modelli a trazione anteriore. In curva ,poi, la funzione torque vectoring, agendo sulla ruota interna, offre una stabilità ancora più accentuata a quella già percepibile dal comfort fornito dalla sospensioni a cinque bracci. Anche se, a nostro avviso, avremmo preferito una maggior rigidezza sotto questo aspetto.

Audi-A4-MY-2016-primo-contatto_20_04

Posposte nelle versioni Sport, nella più ricercata Design, e anche in Business e Business Sport, oltre a ulteriori specifici pacchetti, anche con cambio manuale sei velocità o automatico tiptronic otto rapporti, la gamma della nuova Audi A4 è accessibile da un prezzo di partenza di 33.800 Euro per una versione berlina dotata di motore benzina 1.4 TFSI da 140 cavalli.
In sintesi, l’ultima vettura di media taglia degli Anelli costituisce una evoluzione della mobilità in senso tecnologico, sportivo, costruttivo, e ha come punto di forza una cura nel dettaglio che amplifica la voglia di guidare verso nuovi orizzonti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati