Aston Martin Vulcan: la creazione più intensa di Gaydon scende in pista [VIDEO]

Il suo V12 da 7.0 litri produce più di 800 CV

Aston Martin Vulcan - L'Aston Martin Vulcan si mostra in un nuovo video che ne evidenzia tutte le notevoli capacità in pista. Il nuovo modello del marchio di Gaydon è capace di erogare più di 800 CV
Aston Martin Vulcan: la creazione più intensa di Gaydon scende in pista [VIDEO]

Aston Martin ha rilasciato un altro nuovo video della sua nuova Vulcan, un modello che il marchio britannico ha descritto come la “creazione più intensa ed esaltante mai realizzata fino ad oggi.

Il suo design si può amare o odiare, ma l’Aston Martin Vulcan rappresenta la risposta del marchio inglese ad altre “belve” devote alla pista, come la McLaren P1 GTR e la Ferrari FXX K, che si basano su meccanismi ibridi capaci di garantire quella spinta in più, mentre gli ingegneri di Gaydon hanno mantenuto la Vulcan aspirata. Questo non significa che il suo motore V12 da 7.0 litri manchi di potenza, ma anzi è in grado di produrre più di 800 CV (596 kW) e suoni tutti da sentire.

Non si conosce ancora il peso dell’Aston Martin Vulcan, ma da Gaydon dicono che la supercar ha un peso-potenza che supera quello della GTE. Per mantenere il peso verso il basso, la Vulcan utilizza una monoscocca in fibra di carbonio e dei dischi Brembo in carbonio ceramico. Anche se ci vogliono 2.300.000 dollari per comprarne una, l’Aston Martin ha già venduto tutte le 24 unità previste per la produzione. I fortunati proprietari potranno prendere anche parte ad un ampio programma di formazione in pista e potranno guidare altri modelli del marchio britannico, come la V12 Vantage S, la Vantage GT4 e la speciale One-77.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati