Porsche 911 RSR: espressione grintosa di una tradizione vincente [VIDEO]

Porsche 911 RSR: espressione grintosa di una tradizione vincente [VIDEO]

Un numero che rappresenta la sportività di Stoccarda

Porsche 911 RSR – Porsche ha riassunto attraverso un video la stagione sportiva nelle serie GT, dove la vettura tedesca ha permesso di conquistare diverse affermazioni, in particolare i titoli iridati nel WEC
Porsche 911 RSR: espressione grintosa di una tradizione vincente [VIDEO]

Le sensazioni dell’ultima corsa vivono ancora nella testa, assieme ai suoni riecheggianti del successo. In quei momenti l’adrenalina, il calore e le mani tese a cercare la stretta di chi è vicino sono le testimonianze più vivide dell’orgoglio, che dalla solitudine dell’abitacolo assume una nuova forma sulla vetta del podio. Mentre più in basso, il fumo che esala dalle gomme delle Porsche 911 RSR racconta, con indefinite rappresentazioni, un’altra giornata storica.

La stagione di Porsche nelle competizioni Endurance è stata costellata da diversi successi. Trionfi che comprendono non solo le affermazioni nelle classi GT nel USCC, ma in particolare i titoli nel World Endurance Championship. Tronfi raggiunti grazie alla bontà del progetto 911 RSR, l’ultimo tassello di una tradizione costruttiva, che dal lontano 1963 annovera numerose affermazioni nelle competizioni di durata. La 911 RSR, come segnalato dalla casa tedesca, “è solo una tappa intermedia.”

La vettura, di categoria GTE Pro, ha preso parte all’ultima stagione del Campionato del Mondo Endurance (WEC), svettando con il Team Manthey nella classifica finale della stagione. La vettura ha un design elaborato e filante, aerodinamicamente ottimizzato per favorire le prestazioni. Uno stile che ricorda quello altrettanto curato delle Porsche 911 Carrera, ma specifico alle caratteristiche prestazionali richieste. Un’auto che, come segnalato sul sito della casa redesca: “restituisce ciò che per Porsche fin dall’inizio è stato persino più prezioso delle vittorie, della fama e della gloria: un patrimonio di conoscenze. Esperienze che fungeranno da base per le future generazioni 911.”

L’aerodinamica definita con attenzione, arricchita da un canale d’aria rivisto e un passo più lungo rispetto alla vettura precedente, supporta la spinta del poderoso motore 6 cilindri boxer dotato di tecnologia a quattro valvole che, gestito da limitatore, garantisce circa 470 cavalli di potenza (346 kW), abbinato a un cambio sequenziale a 6 rapporti da gara GT Porsche, gestibile tramite leve al volante. La meccanica è caratterizzata da un telaio che prevede nella zona anteriore un asse a doppi bracci trasversali mentre nella parte posteriore un sistema a bracci multipli, oltre a essere presente un barra stabilizzatrice a coltello e uno smorzatore di vibrazioni a 4 vie. L’arresto dell’auto è affidato a sistema frenante con pinze fisse monoblocco anteriori a 6 pistoncini e posteriori a 4 pistoncini ad alte performance.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati