WP_Post Object ( [ID] => 215862 [post_author] => 37 [post_date] => 2015-12-24 10:38:59 [post_date_gmt] => 2015-12-24 09:38:59 [post_content] => Il prototipo venne presentato nel 2001 per anticipare le linee guida di quella che sarebbe divenuta la supercar giapponese più veloce di sempre, in grado di tenere alto il nome della Skyline R34. E così dopo un secondo prototipo del 2005 ci vollero altri due anni prima che il modello di serie potesse entrare in produzione, con il nome di GT-R. Con una lunghezza di 4,6 metri, larga 1,9 e alta 1,37 l'attuale coupé ha un peso di 1720 chilogrammi, mossi da un poderoso 3.8L V6 bi-turbo in grado di erogare 480 cavalli nella prima versione, 550 CV in quella attuale e ben 600 CV con la cura Nismo (acronimo di Nissan Motorsport). Con 632 Nm di coppia, una velocità massima di 315 km/h ed un'accelerazione di 2,8 secondi la GT-R è tutt'oggi una delle vetture sportive più desiderate, tuttavia anch'essa risente il passare degli anni e così INDAV Design ha pensato ad un possibile aggiornamento delle linee per il 2017. «Il render è basato sull'attuale sportiva nipponica, che ho completamente rivisitato in salsa moderna. Lo stile è quindi completamente nuovo, con l'anteriore che presenta la classica calandra single-frame ora resa più fluida e meno piatta. Nuovi i gruppi ottici, che ho realizzato da zero, e tutto il paraurti. Oltre alla grossa calandra non ho voluto inserire altre prese d'aria che rovinassero l'insieme. La fiancata è ora molto più scavata e armoniosa. Molte le modifiche anche al posteriore, con un nuovo diffusore, sempre in stile GT-R, e dei nuovi fari, che mantengono lo stile sdoppiato ma vanno anche a ricalcare la forma di quelli delle Nissan attuali, i quali hanno una forma a boomerang; sono inoltre concavi verso la parte interna con gli elementi bianchi di frecce e retromarcia "sospesi" al centro. Anche il cofano cambia. con solchi più accentuati e le prese d'aria NACA ora inglobate nella lamiera e non più negli elementi in carbonio». Sottopelle la vettura potrebbe essere sottoposta ad un'ulteriore 'dieta' per scendere sotto i 17 quintali grazie all'uso di alluminio e carbonio, assottigliando la linea a favore di un Cx che così sarebbe in grado di scendere sotto lo 0.27. L'affidabile propulsore 3.8L V6 non sembrerebbe in procinto di andare in pensione, ma un ulteriore step in grado di migliorare le già notevoli performance non è impossibile - magari avvicinandosi ai 600 cavalli della Nismo. Il cambio 6 rapporti integrale, transaxle a doppia frizione manterrebbe la sua posizione per ottimizzare il bilancio dei pesi e distribuire la potenza su entrambi gli assi con un rapporto 50-50, in quanto la GT-R ha una trazione integrale. Impianto frenante affidato ai 4 dischi autoventilanti Brembo montati su ruote da 20", 255/40 all'anteriore e 285/35 al posteriore. [post_title] => Nissan GT-R, immaginando l'erede del 2017 [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nissan-gt-r-immaginando-lerede-del-2017-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-12-24 11:36:19 [post_modified_gmt] => 2015-12-24 10:36:19 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=215862 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nissan GT-R, immaginando l’erede del 2017 [RENDERING]

Ancora più personale e sportiva

Nissan GT-R - Dopo 10 anni dall'entrata in scena di una delle supercar giapponesi più famose e veloci è giusto che venga anch'essa ritoccata nell'estetica, sia per adeguarsi ai nuovi stilemi sia per rispondere all'aumento di prestazioni della diretta concorrenza, diminuendo in peso ed aumentando il carico aerodinamico. Ecco allora che INDAV ha cercato di fondere assieme questi ultimi due elementi per anticipare quello che potrebbe essere il reale modello del 2017.
Nissan GT-R, immaginando l’erede del 2017 [RENDERING]

Il prototipo venne presentato nel 2001 per anticipare le linee guida di quella che sarebbe divenuta la supercar giapponese più veloce di sempre, in grado di tenere alto il nome della Skyline R34. E così dopo un secondo prototipo del 2005 ci vollero altri due anni prima che il modello di serie potesse entrare in produzione, con il nome di GT-R.
Con una lunghezza di 4,6 metri, larga 1,9 e alta 1,37 l’attuale coupé ha un peso di 1720 chilogrammi, mossi da un poderoso 3.8L V6 bi-turbo in grado di erogare 480 cavalli nella prima versione, 550 CV in quella attuale e ben 600 CV con la cura Nismo (acronimo di Nissan Motorsport). Con 632 Nm di coppia, una velocità massima di 315 km/h ed un’accelerazione di 2,8 secondi la GT-R è tutt’oggi una delle vetture sportive più desiderate, tuttavia anch’essa risente il passare degli anni e così INDAV Design ha pensato ad un possibile aggiornamento delle linee per il 2017.

«Il render è basato sull’attuale sportiva nipponica, che ho completamente rivisitato in salsa moderna. Lo stile è quindi completamente nuovo, con l’anteriore che presenta la classica calandra single-frame ora resa più fluida e meno piatta. Nuovi i gruppi ottici, che ho realizzato da zero, e tutto il paraurti. Oltre alla grossa calandra non ho voluto inserire altre prese d’aria che rovinassero l’insieme. La fiancata è ora molto più scavata e armoniosa. Molte le modifiche anche al posteriore, con un nuovo diffusore, sempre in stile GT-R, e dei nuovi fari, che mantengono lo stile sdoppiato ma vanno anche a ricalcare la forma di quelli delle Nissan attuali, i quali hanno una forma a boomerang; sono inoltre concavi verso la parte interna con gli elementi bianchi di frecce e retromarcia “sospesi” al centro. Anche il cofano cambia. con solchi più accentuati e le prese d’aria NACA ora inglobate nella lamiera e non più negli elementi in carbonio».

Sottopelle la vettura potrebbe essere sottoposta ad un’ulteriore ‘dieta’ per scendere sotto i 17 quintali grazie all’uso di alluminio e carbonio, assottigliando la linea a favore di un Cx che così sarebbe in grado di scendere sotto lo 0.27. L’affidabile propulsore 3.8L V6 non sembrerebbe in procinto di andare in pensione, ma un ulteriore step in grado di migliorare le già notevoli performance non è impossibile – magari avvicinandosi ai 600 cavalli della Nismo. Il cambio 6 rapporti integrale, transaxle a doppia frizione manterrebbe la sua posizione per ottimizzare il bilancio dei pesi e distribuire la potenza su entrambi gli assi con un rapporto 50-50, in quanto la GT-R ha una trazione integrale. Impianto frenante affidato ai 4 dischi autoventilanti Brembo montati su ruote da 20″, 255/40 all’anteriore e 285/35 al posteriore.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati