Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: un ingresso fulmineo nel 2016 [VIDEO]

Una forza di 510 cavalli

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio – Un breve video con protagonista la potente berlina del Biscione saluta il nuovo anno con uno spint inferiore ai 4 secondi
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: un ingresso fulmineo nel 2016 [VIDEO]

L’Alfa Romeo approda nel nuovo anno sfoggiando la spinta potente del motore V6 Bi-Turbo da 2.9 litri sotto il cofano della Giulia Quadrifoglio. Il propulsore, realizzato in alluminio, grazie ai 510 cavalli sviluppati e alla coppia massima da 2.000 giri/minuto di 600 Nm, proietta la grintosa berlina in avanti facendo assaporare un’entrata adrenalinica nel 2016.

Questo anno è atteso il lancio commerciale della vettura anticipata la scorsa estate e mostrata al Salone di Francoforte 2015, sempre nella più spumeggiante versione Quadrifoglio. Secondo i più recenti rumors dovrebbe avvenire in autunno, e al momento si susseguono indiscrezioni sull’intera gamma, avvistamenti di esemplari camuffati o meno, ipotetiche varianti Sportwagon o Coupé basate sulla nuova Giulia.

Le uniche caratteristiche note sono quelle della Quadrifoglio, mossa dal già citato V6 da 510 cavalli. Questo cuore è impreziosito da uno specifico meccanismo di disattivazione dei cilindri, che consente di contenere le emissioni a 198 g/Km, ed è abbinato anche a un sofisticato sistema Torque Vectoring composto da un differenziale posteriore che regola la coppia verso ogni ruota.
La potente berlina, secondo quanto segnalato, raggiunge da ferma i 100 km/k in 3,9 secondi e tocca i 307 km/h. Dati notevoli, permessi anche da un ottimale equilibrio nella distribuzione dei pesi 50:50 e un rapporto di 2,99 kg per cavallo con l’adozione del Competition Package. Il valore a vuoto indicato nello specifico ammonta a 1.524 kg. Tutti fattori che hanno contribuito nella performance di 7 minuti e 39 secondi fatta registrare al Nürburgring, assieme all’architettura affinata, le inedite sospensioni doppio braccio oscillante sull’asse anteriore e quelle multilink posteriori, alle quali sono legati ammortizzatori gestiti elettronicamente. Lo schema sospensivo a doppio braccio, poi, consente uno stile di guida incisivo. Tra gli altri aspetti da segnalare: il notevole contributo dell’aerodinamica, in particolare l’Active Aero Splitter collocato sotto la zona frontale; e il sistema frenante arricchito da un dispositivo IBS (Integrated Brake System) che migliora la gestione dell’arresto, assieme a un dispositivo di controllo della stabilità. Alla vettura servono meno di 32 metri per fermarsi del tutto da una velocità di 100 km/h, considerando quanto indicato dalla casa.

Ulteriori recenti rumors hanno suggerito che tra le prime versioni commercializzate dovrebbero figurare i modelli diesel che sarebbero equipaggiati con un motore 2.2 litri JTDM, oltre alle Quadrifoglio. Il propulsore diesel potrebbe essere proposto in tre differenti livelli di potenza: 150 cavalli (110 kW), 180 (132 kW) e 210 cavalli (154 kW). L’unità dovrebbe essere legata a un cambio manuale sei marce o un automatico otto velocità. Tra le diverse voci, poi, si parla anche di modelli a trazione integrale e di un’unità diesel V6 dalla potenza abbastanza marcata.
La gamma a benzina invece, oltre alla Quadrifoglio, sarebbe composta da un 2.0 litri GME T4, il Global Medium Engine, e anche in questo caso sarebbero segnalate tre versioni da 200 (147 kW), 250 (184 kW) e 280 cavalli (206 kW) abbinate a trasmissioni di tipo manuale sei rapporti o automatico da sette o otto rapporti.

Have a great start to 2016. #AlfaRomeo #LaMeccanicaDelleEmozioni2016: Scattiamo insieme verso l’anno nuovo!

Posted by ALFA ROMEO – The official page on Venerdì 1 gennaio 2016

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati