Alfa Romeo Giulia: due esemplari avvistati ad Amsterdam [VIDEO]

Alfa Romeo Giulia: due esemplari avvistati ad Amsterdam [VIDEO]

Una Quadrifoglio seguita da un'altra versione

Alfa Romeo Giulia – Colte per le vie della capitale olandese due modelli della nuova Alfa Romeo Giulia. Le valutazioni della nuova berlina di Arese continuano, in attesa della sua commercializzazione che dovrebbe partire entro l'anno
Alfa Romeo Giulia: due esemplari avvistati ad Amsterdam [VIDEO]

In autunno la nuova Alfa Romeo Giulia dovrebbe essere proposta sul mercato nelle sue prime varianti di gamma. Al momento è nota solo la più potente Quadrifoglio, mentre osservando le immagine che ospitiamo sulle nostre pagine are continuino i test di valutazione su strada per affinare al meglio la produzione.

Un video, rilasciato dai colleghi olandesi di AutoWeek, consente di ammirare due modelli coperti in specifici punti di altrettante versioni della nuova gamma Giulia. Il primo, abbastanza riconoscibile, è un esemplare Quadrifoglio, la berlina più potente in programma e già nota dalla scorsa estate, posizionata al vertice della proposta. L’esemplare in questione, infatti, è meno coperto rispetto a quello che segue. Il secondo presenta infatti una veste più mimetica, ed è chiaramente distinguibile sia dal cofano privo di sfoghi, sia nella zona terminale che non presenta lo stesso numero di scarichi, oltre ad essere privo dell’elaborato diffusore della più performante Quadrifoglio.

Gli ultimi rumors hanno suggerito che tra le prime versioni commercializzate potrebbero esserci proprio la Quadrifoglio e una versione diesel equipaggiata con un’unità 2.2 litri Multijet II. Motore che a sua volta potrebbe essere proposto in tre differenti livelli di potenza: 150 cavalli (110 kW), 180 (132 kW) e 210 cavalli (154 kW). Tale propulsore dovrebbe essere abbinato a un cambio manuale sei marce o un automatico otto velocità. Tra le diverse voci, poi, si parla anche di modelli a trazione integrale e di un’unità diesel V6 dalla potenza abbastanza accentuata.
Sul fronte benzina, invece, le versioni più tradizionali potrebbero essere spinte da un 2.0 litri GME T4, il cosiddetto Global Medium Engine, e anche in questo caso si parlerebbe di tre specifiche: 200 (147 kW), 250 (184 kW) e 280 cavalli (206 kW). Abbinate ancora a una trasmissione manuale sei rapporti o a due tipi di automatico da sette o otto rapporti.

L’unica certezza al momento resta la Giulia Quadrifoglio, presentata in più occasioni e di cui sono stati diffusi anche alcuni dati tecnici. Sotto il cofano figura un 2.9 litri bi-turbo di tipo V6 da 510 cavalli. Questo è reso ancora più peculiare da uno specifico meccanismo di disattivazione dei cilindri, che consente di contenere le emissioni a 198 g/Km, ed è abbinato anche a un sofisticato sistema Torque Vectoring composto da un differenziale posteriore che regola la coppia verso ogni ruota.
La vettura copre la distanza 0-100 km/k in 3,9 secondi e raggiunge i 307 km/h, grazie a un ottimale rapporto di distribuzione dei pesi 50:50 e un valore di 2,99 kg per cavallo, con l’adozione del Competition Package. Il valore della massa a vuoto, nel caso segnalato, ammonta a 1.524 kg.
Non bisogna poi dimenticare una base raffinata e modulare, nota come Giorgio, a cui sono legate inedite sospensioni doppio braccio oscillante sull’asse anteriore e posteriori di tipo multilink, a loro volta impreziosite da ammortizzatori gestiti elettronicamente. Lo schema sospensivo a doppio braccio consente di poter sfoggiare uno stile di guida più grintoso. Tra gli altri aspetti, poi, il supporto aerodinamico dell’Active Aero Splitter collocato sotto la zona frontale, oltre a un sistema frenante con dispositivo IBS (Integrated Brake System) che migliora la gestione dell’arresto, assieme al controllo della stabilità. In pratica, secondo quanto segnalato, la Giulia Quadrifoglio necessita di uno spazio inferiore ai 32 metri per fermarsi del tutto da 100 km/h. La somma di tali caratteristiche ha contribuito a far registrare sull’asfalto del Nürburgring il tempo di 7 minuti e 39 secondi.

Video: via AutoWeek

Alfa Romeo Giulia in Amsterdam

Dimer maakte ook een video van de Alfa's Giulia die hij tegenkwam in de hoofdstad. Let vooral goed op de achterste, want dat is de langverwachte 'burgerversie'!

Posted by AutoWeek on Venerdì 15 gennaio 2016

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Könz von Lannisteringen

    17 Gennaio 2016 at 18:59

    Ma è sempre la Quadrifoglio!
    Basta!
    Vogliamo gli altri modelli!
    Ormai è evidente che lo facciano apposta a farsi paparazzare ogni tanto, ma chi vogliono prendere in giro…?

  2. lucfont80

    18 Gennaio 2016 at 10:57

    Si vede ormai in diverse parte del mondo. La fanno vedere per fare crescere il desiderio. Tra un mese si potrà ordinare, è arrivato il momento.

Articoli correlati