Suzuki Vitara S: off-road con animo scattante [PROVA SU STRADA]

Cuore performante, carattere versatile

Suzuki Vitara S – La casa giapponese propone il suo nuovo crossover in una versione più sportiva, ma che preserva le qualità che contraddistinguono la sua gamma

Uno spumeggiante rosso posato sulla sua carrozzeria, visibile anche su alcuni dettagli, è già un chiaro segnale di distinzione. Il Vitara S rappresenta un’infusione di potenza e dinamismo che amplifica, senza sovvertire, le caratteristiche peculiari del nuovo crossover di casa Suzuki. Un veicolo in cui emerge un equilibrio di contrasti, non solo per la livrea BiColor, o gli stessi interni dalle tonalità più grintose, ma dall’armonia dei vari elementi che permettono di affrontare diversi tipi di superficie anche in modo più brioso.

Design e Interni:

Rating: ★★★★½ 

Suzuki_Vitara_S_Prova_su_strada_2015_01_045

La carrozzeria esterna un aspetto muscoloso, con elementi che la distinguono subito dal tradizionale Vitara. La versione S è proposta con un acceso rosso Marrakech, il colore della nostra prova, ma anche in grigio Londra e bianco artico, tutti abbinabili a un tetto nero. Alcuni degli aspetti che offrono un’immagine più sportiva, nonostante le dimensioni da SUV: lunghezza di 4.175 millimetri (4.305 mm max); larghezza di 1.775 mm (1.790 mm max); altezza di 1.610 mm e passo di 2.500 mm. La misura minima da terra risulta di 185 millimetri e gli angoli di attacco, di dosso e di uscita sono abbastanza marcati (rispettivamente: 18,2°; 17,7° e 28,2°).
Lo stile è caratterizzato da un nuovo frontale a 5 elementi, creato prendendo ispirazione dal concept Suzuki iV-4 mostrato al Salone di Francoforte del 2013. La zona anteriore accoglie luci diurne LED, gruppi ottici con distintive cornici rosse che contornano gli anabbaglianti LED, calotte degli specchietti riscaldabili e colorate in argento satinato, diversi dettagli sportivi, vetri posteriori oscurati, uno spoiler posteriore dalle dimensioni accentuate e anche un estrattore che contribuisce a esaltarne la sportività, assieme ai grintosi cerchi scuri in lega da 17 pollici a cinque razze.

Abitacolo versatile e con dettagli originali

Suzuki_Vitara_S_Prova_su_strada_2015_02_068

La dotazione di serie prevede un sistema d’infotainment composto da uno schermo touch screen da 7 pollici, sistema audio con 4 altoparlanti, connessione Apple CarPlay, Mirror Link e Bluetooth®. Il navigatore è dotato di una grafica diretta e chiara a nostro giudizio, così come preziosi sono i sistemi di assistenza e sicurezza tipo il Radar Brake Support, che lavora attraverso un radar e attenua o impedisce possibili impatti, segnalando l’eventualità al guidatore e nel caso intervenendo. Sistema di cui abbiamo apprezzato l’efficacia durante la guida, e l’Adaptive Cruise Control che, sempre sfruttando il radar, gestiste automaticamente la velocità amplificando il comfort dell’automobilista. Fattore già emergente con i sensori studiati per il controllo automatico di tergicristalli e fari.
Materiali di buona qualità definiscono degli interni spaziosi, e arricchiti da un vano bagagli capiente che può accogliere di base 375 litri, fino a 1120 litri. I rivestimenti in pelle e microfibra DINAMICA rendono ospitale l’ambiente, e un aspetto peculiare è soprattutto il caratteristico orologio al centro della plancia, che sulla nostra versione era in caratteri giapponesi Kanji. Elemento che è posizionato tra le due bocchette di areazione sulla plancia. Questo è disponibile anche nelle versioni Chrono e Carbon. I contrasti cromatici creati dalle cuciture rosse e dalle cornici di alcuni elementi, sempre dello stesso colore, offrono poi una prospettiva briosa e accattivante.
L’accensione avviene attraverso un pulsante, considerando che l’auto è dotata di Key Less Start e Key Less Entry. La grafica della strumentazione risulta semplice e diretta. Cambio e volante garantiscono una buona presa, e la regolazione di quest’ultimo in altezza e profondità supporta il comfort di guida. Meno pratici, invece, i comandi sulle leve in prossimità dello sterzo, se si considerano già quelli sul volante. Così come non risulta troppo efficace l’insonorizzazione interna a velocità più sostenute, come in autostrada, percependo abbastanza i fruscii. Inoltre anche la visibilità di tre quarti posteriore appare un po’ condizionata dall’ampiezza dei montanti, a nostro giudizio, seppur controbilanciata dalla presenza di un efficace visore posteriore in fase di manovra. Sarebbe utile, a nostro avviso, anche l’introduzione di un sistema di rilevamento dell’angolo cieco.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★½ 

Suzuki_Vitara_S_Prova_su_strada_2015_03_085

Il cuore turbo di questo Vitara S spinge con scioltezza, ma ne parliamo più avanti. I fiori all’occhiello di questo veicolo, sono soprattutto lo schema sospensivo e il raffinato sistema ALLGRIP. MacPherson davanti e barra di torsione con sezione a “U” chiusa al posteriore rappresentano una soluzione che amplifica rigidezza e l’efficacia sui diversi percorsi, assorbendo con regolarità le varie sconnessioni. Il sistema a trazione integrale ALLGRIP è collegato anche a un controllo di trazione e al Descendent Control, che rappresenta un sostegno durante le pendenze. Poi, quando le condizioni diventano più dure, come in caso di neve o tratti fangosi, si può ricorrere anche alle modalità Snow e Lock, per districarsi con maggior efficacia in questo tipo di situazioni.
Il particolare dinamismo del Vitara S è concesso anche dalla sua struttura leggera, concepita con acciai ad alta resistenza e seguendo la filosofia Total Effective Control Technology di Suzuki (TECT). Architettura che supporta la manovra in scioltezza sia su asfalto, sia su sterrato, assieme alla già citata trazione ALLGRIP, che in modalità Auto e Sport appare sempre fluida e costante.

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★☆ 

Suzuki_Vitara_S_Prova_su_strada_2015_04_076

Il motore Euro 6 di questa versione più prestazionale e distintiva è un’unità BOOSTERJET turbo modulare da 1.4, alimentata a benzina. Un propulsore costituito da quattro cilindri e con compressore a bassa inerzia, che trasmette con un certo temperamento i suoi 140 cavalli (103 kW) e 220 Nm di coppia. Questo cuore metallico appare brillante a nostro giudizio, dotato di una buona vivacità meccanica, sebbene a una certa soglia di rendimento palesi un certo limite nella progressione. Nel complesso il giudizio è positivo, valutando una particolare versatilità di efficienza e ritmo, affrontando diversi tipi di strade. Fattori dipesi anche da un cambio manuale sei rapporti abbastanza progressivo negli innesti.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★☆ 

Suzuki_Vitara_S_Prova_su_strada_2015_05_023

La casa segnala consumi ammontanti a 5,4-5,5 l/100km nel ciclo combinato e 127-128 g/km di CO2. Commercializzato in Italia già dallo scorso dicembre in un’unica versione che comprende tutto, inizialmente è proposto solo con cambio manuale sei marce ad un prezzo indicato di € 27.600 (I.P.T. esclusa), mentre prossimamente è attesa la variante con cambio automatico sei rapporti da € 29.100 (I.P.T. esclusa), secondo quanto segnalato.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Versatilità di marcia convincente.Percezione di fruscii ad andature più sostenute.

Suzuki Vitara S: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★½ 
Consumi:★★★★☆ 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati