Porsche 718 Boxster: sportività e tecnica collegate a un glorioso passato [VIDEO]

Motori turbo avvolti da un design grintoso e ricercato

Porsche 718 Boxster – La nuova decappottabile della casa tedesca prosegue una tradizione risalente agli Anni Cinquanta
Porsche 718 Boxster: sportività e tecnica collegate a un glorioso passato [VIDEO]

Il numero 718 anticipa il nome Boxster e una storia lontana riprende forma in una realtà moderna, performante, sinuosa, filante e curata in ogni dettaglio. La Porsche 718 Boxster rappresenta il nuovo tassello evolutivo di una filosofia costruttiva vincente.

La Porsche 718 Boxster rende omaggio alla prima 718, in azione tra gli Anni Cinquanta e Sessanta dello scorso secolo, che ha raccolto pregevoli risultati grazie alle sue raffinate qualità prestazionali.
Un’impostazione progettuale che, in forma contemporanea e più evoluta, è riscontrabile sull’ultima roadster della casa tedesca, mossa da un generoso motore quattro cilindri boxer turbo da 2.0 litri, collocato in posizione centrale. La potenza generabile ammonta a 300 cavalli e 380 Nm di coppia, aumentata di 35 cavalli e 100 Nm di coppia rispetto alla precedente unità aspirata da 2.7 litri della più recente Boxster. Ancora più performante, poi, è l’unità motrice che anima la 718 Boxster S da 2.5 litri. Si tratta sempre di un propulsore turbo, che genera 350 cavalli e 419 Nm di coppia. Come in precedenza, il valore della potenza è cresciuto di 35 cavalli. Stesso discorso per la coppia salita di 58 Nm, nel paragone con l’ultima Boxster.
La vettura dotata di trasmissione PDK e Sport Chrono Package, secondo quanto segnalato, da ferma risulta capace di toccare i 100 km/h circa in 4.5 secondi, fino ai 272 km/h. Mentre la variante S completerebbe lo stesso scatto in 4.0 secondi, per poi raggiungere i 284 km/h. Nonostante la maggiore spinta, la casa sottolinea anche un’efficienza molto elevata.

La nuova decappottabile ha un un’estetica grintosa e filante. Il frontale è caratterizzato da prese d’aria pronunciate, mentre i gruppi ottici anteriori sono costituiti da fari bi-xeno e particolari luci diurne LED a quattro punti. I fianchi presentano ampi sfoghi, e nuove sono le aggiornate minigonne e le maniglie delle porte. La zona posteriore è anch’essa ridefinita nell’impostazione, nella forma oltre ad essere dotata di fanali dal disegno luminoso tridimensionale. In questo caso la scritta Porsche è posta in evidenza tra i fari, sopra il nome del modello. In basso, centrale, si nota invece l’impianto di scarico a un solo voluminoso terminale o due tubi di scarico, come nel caso della più potente S.
Parlando dell’abitacolo, questo è impreziosito da un nuovo sterzo, una rinnovata plancia con inedite bocchette e un evoluto sistema Porsche Communication Management. Oltre alla 718 Boxster si attende anche l’anticipata 718 Cayman. Entrambe potrebbe essere introdotte a marzo, in occasione del Salone di Ginevra 2016.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati