WP_Post Object ( [ID] => 232418 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-02-18 21:03:13 [post_date_gmt] => 2016-02-18 20:03:13 [post_content] => Stelvio. Un nome è affiorato dallo stabilimento di Cassino. Una denominazione legata al nuovo SUV di Alfa Romeo. I colleghi di Auto Express, nel riportare la notizia, segnalano che il nome assegnato al progetto 949 rappresenterebbe un tributo al noto passo alpino. Nome già usato anche per una nota moto del marchio Guzzi. L'indiscrezione è affiorata in occasione di una breve visita l'Amministratore Delegato del Gruppo FCA, Sergio Marchionne, allo stabilimento dove è prevista la produzione della nuova Giulia dal prossimo 14 marzo. Il nuovo SUV, secondo quanto emerso, potrebbe essere realizzato già a partire dalla fine di questo anno, per poi raggiungere i concessionari all'inizio del 2017. In merito al potenziale design, da tempo appaiono proposte di stile e ipotesi che cercherebbero di anticiparne l'aspetto. Proposte come quella riportata di recente sulle nostre pagine, che riproponiamo, caratterizzata da un frontale muscoloso, pronunciato e dotato del classico scudetto stilizzato privo di listelli, ma riempito da una griglia. Questa occupa anche le ampie prese d’aria del paraurti. I gruppi ottici hanno un disegno che ricorda quello della Giulia, e si notano anche una specifica protezione alla base del frontale. L’impronta su strada sembra marcata, sommata a una certa altezza da terra. L'andamento del tetto, invece, rimarca una certa sportività assieme agli sfoghi laterali e allo spoiler sul lunotto. La parte alta rimanda a una coupé e sul tetto potrebbe esserci un’antenna dalla forma di pinna. Questa ipotesi di design è completata da gruppi ottici posteriori ispirati ancora a quelli della nuova berlina, voluminosi tubi di scarico posizionati in diagonale e incorniciati da un poderoso diffusore e massicci cerchi. In base alle varie voci apparse sul web nel corso delle settimane, tra le quali anche una curiosa foto pubblicata sul profilo Instagram da Ralph Gilles, ritraente Lorenzo Ramaciotti accomodato nel baule del vociferato Stelvio, il nuovo SUV condividerebbe con la Giulia buona parte dei motori. La gamma potrebbe essere caratterizzata da un propulsore diesel 2.2 litri Multijet II, che nel caso della Giulia sarebbe proposta in tre varianti da 150, 180 e 210 cavalli e da un 2.0 litri alimentato a benzina GME (Global Medium Engine), anche questo in tre specifiche da 200, 250 e 280 cavalli. Ma per ora risultano voci. Nel caso poi sia prevista anche una versione Quadrifoglio, sebbene al momento figuri più come un’ipotesi che una possibilità, sotto il cofano potrebbe trovare spazio sempre il V6 bi-turbo da 2.9 litri già introdotto sulla Quadrifoglio e in grado di sviluppare 510 cavalli. Nell'occasione, però, potrebbe essere tarato in erogazione e potenza. Restando sempre nel settore delle motorizzazioni, altri rumors parlano di studi condotti dal Gruppo FCA su sistemi ibridi, ibridi plug-in e anche totalmente elettrici. Soluzioni che potrebbero arricchire la produzione futura del gruppo. [post_title] => Alfa Romeo SUV: si chiamerebbe Stelvio il nuovo veicolo del Biscione [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-suv-si-chiamerebbe-stelvio-il-nuovo-veicolo-del-biscione [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-02-18 21:03:13 [post_modified_gmt] => 2016-02-18 20:03:13 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=232418 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 2 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo SUV: si chiamerebbe Stelvio il nuovo veicolo del Biscione

L'indicazione da Cassino

Alfa Romeo Stelvio – Il nome del nuovo crossover della casa di Arese sarebbe Stelvio, secondo le ultime notizie riportate in rete. Come il noto valico automobilistico più alto d'Europa, in provincia di Bolzano
Alfa Romeo SUV: si chiamerebbe Stelvio il nuovo veicolo del Biscione

Stelvio. Un nome è affiorato dallo stabilimento di Cassino. Una denominazione legata al nuovo SUV di Alfa Romeo.

I colleghi di Auto Express, nel riportare la notizia, segnalano che il nome assegnato al progetto 949 rappresenterebbe un tributo al noto passo alpino. Nome già usato anche per una nota moto del marchio Guzzi. L’indiscrezione è affiorata in occasione di una breve visita l’Amministratore Delegato del Gruppo FCA, Sergio Marchionne, allo stabilimento dove è prevista la produzione della nuova Giulia dal prossimo 14 marzo.

Il nuovo SUV, secondo quanto emerso, potrebbe essere realizzato già a partire dalla fine di questo anno, per poi raggiungere i concessionari all’inizio del 2017.
In merito al potenziale design, da tempo appaiono proposte di stile e ipotesi che cercherebbero di anticiparne l’aspetto. Proposte come quella riportata di recente sulle nostre pagine, che riproponiamo, caratterizzata da un frontale muscoloso, pronunciato e dotato del classico scudetto stilizzato privo di listelli, ma riempito da una griglia. Questa occupa anche le ampie prese d’aria del paraurti. I gruppi ottici hanno un disegno che ricorda quello della Giulia, e si notano anche una specifica protezione alla base del frontale.
L’impronta su strada sembra marcata, sommata a una certa altezza da terra. L’andamento del tetto, invece, rimarca una certa sportività assieme agli sfoghi laterali e allo spoiler sul lunotto. La parte alta rimanda a una coupé e sul tetto potrebbe esserci un’antenna dalla forma di pinna. Questa ipotesi di design è completata da gruppi ottici posteriori ispirati ancora a quelli della nuova berlina, voluminosi tubi di scarico posizionati in diagonale e incorniciati da un poderoso diffusore e massicci cerchi.

In base alle varie voci apparse sul web nel corso delle settimane, tra le quali anche una curiosa foto pubblicata sul profilo Instagram da Ralph Gilles, ritraente Lorenzo Ramaciotti accomodato nel baule del vociferato Stelvio, il nuovo SUV condividerebbe con la Giulia buona parte dei motori.
La gamma potrebbe essere caratterizzata da un propulsore diesel 2.2 litri Multijet II, che nel caso della Giulia sarebbe proposta in tre varianti da 150, 180 e 210 cavalli e da un 2.0 litri alimentato a benzina GME (Global Medium Engine), anche questo in tre specifiche da 200, 250 e 280 cavalli. Ma per ora risultano voci. Nel caso poi sia prevista anche una versione Quadrifoglio, sebbene al momento figuri più come un’ipotesi che una possibilità, sotto il cofano potrebbe trovare spazio sempre il V6 bi-turbo da 2.9 litri già introdotto sulla Quadrifoglio e in grado di sviluppare 510 cavalli. Nell’occasione, però, potrebbe essere tarato in erogazione e potenza.
Restando sempre nel settore delle motorizzazioni, altri rumors parlano di studi condotti dal Gruppo FCA su sistemi ibridi, ibridi plug-in e anche totalmente elettrici. Soluzioni che potrebbero arricchire la produzione futura del gruppo.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. lucfont80

    19 Febbraio 2016 at 10:04

    Il render ovviamente non è ufficiale. Per quanto ne sapiamo anche il nome non è ufficiale. Ogni giorno è un passo in più verso ciò che aspettiamo tanto: la rinascita del biscione!

  2. Andrea

    19 Febbraio 2016 at 16:59

    Alfa Romeo Jano in onore al grande progettista. Alfa. Basta con questi nomi che non se ne può più!!!

Articoli correlati