Vienna Motor Symposium: nuovi V6 e V8 TDI Audi

Anche su Bentley Continental GT e turbine elettriche per il V6

Il Gruppo tedesco punta ancora tanto sulle motorizzazioni diesel nonostante il recente Dieselgate. Del resto i veri imputati erano i 4 cilindri, così prosegue lo sviluppo delle nuove unità a gasolio che equipaggeranno la gamma Audi fino all’A8. Doppia turbina elettrica per il V6 e tanta efficienza e potenza per il più possente V8 che debutterà sull’ammiraglia nextgen di Ingolstadt, per poi finire, addirittura, sotto al cofano della Bentley Continental GT
Vienna Motor Symposium: nuovi V6 e V8 TDI Audi

Secondo quanto riportato dal magazine americano “Car&Driver”, Audi mostrerà il suo nuovo 8 cilindri a V alimentato a gasolio durante il Vienna Motor Symposium.

Per quest’unità che sostituirà l’attuale 4.2L TDI sono annunciati oltre 400 Cv e circa 680 Nm di coppia, dati incredibilmente elevati ma che lasciano perplessi per via del valore dichiarato di coppia inferiore all’attuale. A parte questi dettagli ancora tutti da confermare, parliamo comunque di grandi potenzialità stimate in circa 4 secondi necessari a coprire lo 0-100 per la futura A8 MY 2017. La novità più interessante la possiamo però trovare nella destinazione finale di questo propulsore tedesco: se inizialmente lo vedremo solamente sulla nuova ammiraglia di Ingolstadt, i vertici della Casa hanno già pensato di trovargli spazio sotto al cofano di numerosi modelli VW. Parliamo di Audi Q7, Porsche Panamera e addirittura della nuova Bentley Continental GT!

Tecnologicamente e ingegneristicamente parlando, però, sentiamo di essere maggiormente attratti dall’unità più “piccola” di 3.000 cc e 6 cilindri disposti a V. E anche se non è uno scoop assoluto, dato che già nel 2014 è stato annunciato con il concept Audi RS5 TDI, merita attenzione la tecnologia elettrica di azionamento dei turbo compressori che ora pare diventare realtà. Chicca concettuale in grado di eliminare il turbo-lag insito nella natura stessa dei turbo grazie a un motore elettrico capace di superare i 70.000 rpm in pochi centesimi di secondo, lasciando così ai gas di scarico il mero compito di raggiungere i 2,4 bar di sovralimentazione. Per rendere possibile tutto questo, Audi sta lavorando da tempo ad un nuovo impianto elettrico a 48 V da inserire nella normale produzione di serie. Soluzione che si renderà necessaria per via dell’alto assorbimento generato da questa soluzione e dai sempre più numerosi e sofisticati accessori di bordo.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati