Opel GT Concept: occhi puntati a Ginevra sulla sportiva tedesca [FOTO LIVE]

Monta un motore anteriore-centrale tre cilindri turbo da 1.0 litro che eroga 145 CV

Opel GT Concept - L'avveniristica coupé sportiva a due porte del marchio tedesco ha debuttato a Ginevra. La nuova Opel GT Concept si fa notare soprattutto per la riga rossa che la divide orizzontalmente definendone le proporzioni e per il nuovo motore anteriore-centrale tre cilindri turbo da 1.0 litro e da 145 CV

La nuova Opel GT Concept ha debuttato ufficialmente al Salone di Ginevra. La Casa del Fulmine ha dotato il suo nuovo modello di un motore anteriore-centrale tre cilindri turbo da 1.0 litro che eroga 145 CV, associato al cambio sequenziale a 6 marce con paddle al volante e alla trazione posteriore, con differenziale autobloccante meccanico.

La Opel GT Concept si presenta come un’avveniristica coupé sportiva a due porte, con un design futuristico denotato dalla fluidità delle linee. Il corpo della vettura è donimato dalla riga rossa che la divide orizzontalmente definendone le proporzioni, con il cofano allungato e lo sbalzo posteriore corto. Il rosso viene ripreso anche dagli pneumatici anteriori, mentre il muso ricorda quello della Monza Concept.

Grazie al motore anteriore-centrale tre cilindri turbo da 1.0 litro che eroga 145 CV, la nuova Opel GT Concept  può accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 8 secondi, raggiungendo i 215 km/h di velocità massima.Con la Opel GT Concept compiamo un ulteriore passo verso maggiori emozioni e un piacere di guida superiore. La GT Concept dimostra quali sono i valori attuali di Opel, ovvero fiducia, ambizione e innovazione. Intendiamo conquistare clienti con ogni nuovo modello,” aveva dichiarato Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel Group, prima del debutto al Salone di Ginevra.

Guardando bene la nuova Opel GT Concept non si possono non notare le porte prive di maniglie e di specchietti laterali. Guidatore e passeggero possono accedere all’abitacolo premendo un comando touch integrato sulla linea rossa all’altezza del tetto che apre le portiere. La funzione degli specchietti retrovisori è invece affidata a due telecamere montate dietro i passaruota anteriori che catturano e trasmettono le immagini su due display, uno per ogni lato, presenti nel quadro strumenti di fronte al conducente.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati