WP_Post Object ( [ID] => 242404 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-03-13 20:59:39 [post_date_gmt] => 2016-03-13 19:59:39 [post_content] => L'incalzante voglia di accelerare è collegata da altrettanta sicurezza nel farlo. Quella certezza insita in ogni atleta, in ogni sportivo che presta attenzione a numerosi fattori, affinché le proprie performance risultino eccellenti. È sui dettagli che poggia il progresso, come quello mostrato dai Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3, il nuovo pneumatico estivo ad elevate prestazioni proposto dal gommista di Akron, Ohio. Accelerazioni, frenate più incisive o progressive, improvvisi cambi di traiettoria, ogni singola azione alle differenti velocità ha mostrato la peculiare versatilità e la consistenza di questa nuova gomma, messa alla prova sia da piedi meno esperti, sia dalle doti eccelse di un professionista del volante come Ivan Capelli, intervenuto in occasione dell'evento “UHP Experience” programmato sul tracciato Tazio Nuvolari di Cervesina, nel pavese. La sigla UHP, che indica la natura Ultra High Performance degli Eagle F1 Asymmetic 3, segnala l'elevato livello qualitativo di queste gomme, così come altrettanto performanti sono state le altre protagoniste di questo appuntamento: le Dunlop Sport Maxx Race. Gomme vestite da due esemplari di Mercedes-AMG GT (una delle quali GT S da 510 cavalli) della squadra AMG Driving Academy, che ha fornito la sua collaborazione ed esperienza sul tracciato. In questo caso le caratteristiche di questa mescola morbida, unite a un profilo piatto, hanno reso particolarmente gustosa ogni tornata, fornendo sensazioni di elevata progressione all'uscita di ogni curva, oltre che un appoggio granitico in fase di frenata. Goodyear e Dunlop - UHP Experience_24_01 Consistenza, ritmo, versatilità sono i fattori che sono emersi anche dalle Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3, efficaci costantemente in ogni singolo angolo della pista, pur sollecitate fortemente dall'esperto Ivan Capelli, alla guida di una spumeggiante Mercedes-AMG A 45 da 381 cavalli. Risultati che sono legati allo studio e all'affinamento intenso compiuto dai tecnici della casa statunitense, che hanno dato vita a un'evoluzione della già prestazionale serie Asymmetric 2, grazie a valutazioni continue effettuate in 36.000 ore di lavoro, 330.000 km percorsi e 5.000 test, disputati anche in cinque diversi Paesi, da quanto segnalato. A certificare l'alto livello del nuovo Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3 anche un test comparativo chiesto dalla stessa casa al TÜV Süd, un'organismo di certificazione internazionale, che ha appurato i punti di forza del pneumatico proposto dallo scorso gennaio in 41 misure, che variano dai 17 ai 20 pollici. Il completamento di gamma sarebbe previsto entro questo mese. I valori ottenuti hanno segnalato che, in confronto alla media fornita dai principali rivali, l'ultimo pneumatico ad elevate prestazioni di Goodyear permette una riduzione dello spazio di frenata al di sotto di 1,3 metri sull’asciutto e 2,6 metri su bagnato, oltre a un miglioramento del 4% sempre su superficie umida e una resistenza migliorata del 10,9% al rotolamento. Valutato poi dall’organizzazione indipendente Dekra, sempre confrontato con le produzioni della concorrenza, la sua durata è amplificata del 31% con una media di 11.500 km. Fattori che avrebbero convinto diversi marchi a propendere per le Eagle F1 Asymmetric 3 come gomme da primo equipaggiamento. Adottate nello specifico su vetture come l'ultima gamma dell'Alfa Romeo Giulia, la Chevrolet Camaro, la Jaguar XF e l'altrettanto elegante Mercedes Classe E. Goodyear e Dunlop - UHP Experience_60_02 Le peculiarità del nuovo pneumatico Goodyear è insita anche in un'affinata tecnologia Active Braking, capace di ampliare la superficie di contatto con l'asfalto durante le fasi di frenata, contenendo lo spazio di arresto anche in caso di manto umido o bagnato. Poi la mescola Grip Booster, impreziosita da resine adesive, accentua l’aderenza e una inedita costruzione rinforzata che esalta dinamismo e reattività, come nelle prove di abilità effettuate, permette anche un contenimento dei consumi, secondo le indicazioni fornite. Una sintesi di sicurezza e divertimento che sul tracciato Tazio Nuvolari ha permesso a tutti di essere vincitori. [post_title] => Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3: una presa sempre più rapida sull'asfalto [PROVA SPECIALE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => goodyear-eagle-f1-asymmetric-3-una-presa-sempre-piu-rapida-sullasfalto-prova-speciale [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-03-14 09:47:35 [post_modified_gmt] => 2016-03-14 08:47:35 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=242404 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3: una presa sempre più rapida sull’asfalto [PROVA SPECIALE]

Test a più velocità sul tracciato Nuvolari

Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3 – Una serie di prove, per valutarne tenuta e frenata, hanno consentito di apprezzare il comportamento dei nuovi pneumatici estivi ad alte performance, proposti dal marchio statunitense

L’incalzante voglia di accelerare è collegata da altrettanta sicurezza nel farlo. Quella certezza insita in ogni atleta, in ogni sportivo che presta attenzione a numerosi fattori, affinché le proprie performance risultino eccellenti. È sui dettagli che poggia il progresso, come quello mostrato dai Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3, il nuovo pneumatico estivo ad elevate prestazioni proposto dal gommista di Akron, Ohio.

Accelerazioni, frenate più incisive o progressive, improvvisi cambi di traiettoria, ogni singola azione alle differenti velocità ha mostrato la peculiare versatilità e la consistenza di questa nuova gomma, messa alla prova sia da piedi meno esperti, sia dalle doti eccelse di un professionista del volante come Ivan Capelli, intervenuto in occasione dell’evento “UHP Experience” programmato sul tracciato Tazio Nuvolari di Cervesina, nel pavese.
La sigla UHP, che indica la natura Ultra High Performance degli Eagle F1 Asymmetic 3, segnala l’elevato livello qualitativo di queste gomme, così come altrettanto performanti sono state le altre protagoniste di questo appuntamento: le Dunlop Sport Maxx Race. Gomme vestite da due esemplari di Mercedes-AMG GT (una delle quali GT S da 510 cavalli) della squadra AMG Driving Academy, che ha fornito la sua collaborazione ed esperienza sul tracciato. In questo caso le caratteristiche di questa mescola morbida, unite a un profilo piatto, hanno reso particolarmente gustosa ogni tornata, fornendo sensazioni di elevata progressione all’uscita di ogni curva, oltre che un appoggio granitico in fase di frenata.

Goodyear e Dunlop - UHP Experience_24_01

Consistenza, ritmo, versatilità sono i fattori che sono emersi anche dalle Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3, efficaci costantemente in ogni singolo angolo della pista, pur sollecitate fortemente dall’esperto Ivan Capelli, alla guida di una spumeggiante Mercedes-AMG A 45 da 381 cavalli. Risultati che sono legati allo studio e all’affinamento intenso compiuto dai tecnici della casa statunitense, che hanno dato vita a un’evoluzione della già prestazionale serie Asymmetric 2, grazie a valutazioni continue effettuate in 36.000 ore di lavoro, 330.000 km percorsi e 5.000 test, disputati anche in cinque diversi Paesi, da quanto segnalato.
A certificare l’alto livello del nuovo Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3 anche un test comparativo chiesto dalla stessa casa al TÜV Süd, un’organismo di certificazione internazionale, che ha appurato i punti di forza del pneumatico proposto dallo scorso gennaio in 41 misure, che variano dai 17 ai 20 pollici. Il completamento di gamma sarebbe previsto entro questo mese. I valori ottenuti hanno segnalato che, in confronto alla media fornita dai principali rivali, l’ultimo pneumatico ad elevate prestazioni di Goodyear permette una riduzione dello spazio di frenata al di sotto di 1,3 metri sull’asciutto e 2,6 metri su bagnato, oltre a un miglioramento del 4% sempre su superficie umida e una resistenza migliorata del 10,9% al rotolamento. Valutato poi dall’organizzazione indipendente Dekra, sempre confrontato con le produzioni della concorrenza, la sua durata è amplificata del 31% con una media di 11.500 km. Fattori che avrebbero convinto diversi marchi a propendere per le Eagle F1 Asymmetric 3 come gomme da primo equipaggiamento. Adottate nello specifico su vetture come l’ultima gamma dell’Alfa Romeo Giulia, la Chevrolet Camaro, la Jaguar XF e l’altrettanto elegante Mercedes Classe E.

Goodyear e Dunlop - UHP Experience_60_02

Le peculiarità del nuovo pneumatico Goodyear è insita anche in un’affinata tecnologia Active Braking, capace di ampliare la superficie di contatto con l’asfalto durante le fasi di frenata, contenendo lo spazio di arresto anche in caso di manto umido o bagnato. Poi la mescola Grip Booster, impreziosita da resine adesive, accentua l’aderenza e una inedita costruzione rinforzata che esalta dinamismo e reattività, come nelle prove di abilità effettuate, permette anche un contenimento dei consumi, secondo le indicazioni fornite. Una sintesi di sicurezza e divertimento che sul tracciato Tazio Nuvolari ha permesso a tutti di essere vincitori.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati