MINI John Cooper Works Convertible Clubman ALL4: grinta e poliedricità in mostra a New York [FOTO]

Potenza e stile nella Grande Mela

MINI John Cooper Works Convertible e Clubman ALL4 – La casa britannica introduce nella kermesse statunitense la decappottabile della sua spumeggiante sportiva e la versione quattro ruote motrici della Clubman

Stile e vitalità plasmate con raffinata tecnologia pensando sempre anche alla sicurezza. Clubman ALL4 e John Cooper Works Convertible sono le protagoniste dello stand MINI al Salone di New York 2016, in programma fino al 3 aprile.

Partendo dalla decappottabile, la potente MINI John Cooper Works Convertible assume un aspetto da vera roadster. Lo stile grintoso è esaltato dal tetto morbido in tela che completa la zona alta, congiungendosi con cura alla carrozzeria modellata con attenzione certosina. Dettagli stilistici e tecnologia completano un quadro che trasmette una visione energica, un nuovo modo di apprezzare la spinta dei 228 cavalli offerti dal propulsore della John Cooper Works, unito alle sofisticate sospensioni che assecondano una guida spumeggiante e coinvolgente.

Nel caso della MINI Clubman ALL4, si parla dell’implementazione di un raffinato sistema a trazione integrale segnalato appunto dalla sigla ALL4. Una infusione di eclettismo che evolve il modello e consente di affrontare qualsiasi percorso, contando anche sulle qualità di un sistema a regolazione elettroidraulica, associato a una massa specifica e una accentuata spinta offerta dai propulsori: un motore a benzina quattro cilindri TwinPower Turbo di 2.0 litri che genera 192 cavalli e 280 Nm, e fino a 300 Nm con overboost, legato a trasmissione automatica e che può farle raggiungere i 225 km/h; o un’unità diesel quattro cilindri TwinPower Turbo sempre di 2.0 litri, nel caso della Clubman SD ALL4, che propone 190 cavalli e 400 Nm di coppia, proiettandola fino a 222 chilometri orari, con un consumo segnalato dalla casa di 4,8 l/100 km a fronte di 129 g/km di CO2.
La ripartizione della coppia motrice è gestita sulle ruote anteriori e posteriori, valutando il variare delle condizioni stradali, garantita poi dall’interconnessione del sistema di controllo ALL4 con il sistema di stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control). Da segnalare poi l’ampia abitabilità della vettura, impreziosita anche da uno stile distintivo e un assemblaggio di alto livello.
In più la sicurezza certificata dal TOP SAFETY PICK+ del Insurance Institute for Highway Safety a proposito dell’Hardtop 2 Door di MINI.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati