Volkswagen CrossBlue: il modello di produzione beccato per la prima volta [FOTO SPIA]

Potrebbe montare un motore benzina V6 3.6 litri da 280 CV

Volkswagen CrossBlue - La Volkswagen CrossBlue, senza camuffamenti ma con i finti loghi, è stata avvistata sulle strade americane. Fedele alle forme del concept, il SUV tedesco potrebbe offrire una gamma composta da motorizzazioni benzina, oltre alla variante ibrida.

Pensato per rivaleggiare con SUV come il Ford Explorer e il Toyota Highlander, la Volkswagen CrossBlue è stata immortalata per strada negli Stati Uniti durante i test in alcune foto spia che ci mostrano come il SUV della Casa tedesca segua a grandi linee l’aspetto estetico della versione concept presentata qualche anno fa. 

La Volkswagen CrossBlue dispone di cofano scolpito, parafanghi muscolosi e protezioni in plastica sulla carrozzeria. Il costruttore di Wolfsburg ha tentato di nascondere l’identità di questi due prototipi della CrossBlue fotografati montando sulle vetture, sia all’anteriore che al posteriore, dei loghi finti che non rimandano alla loro origine Volkswagen. Un camuffamento che la Casa tedesca in passato ha già utilizzato per altri suoi modelli.

Per il momento si sa poco sulla CrossBlue. Il SUV dovrebbe cavalcare la piattaforma MQB di Volkswagen, con gli interni che dovrebbero ispirarsi a quelli della Golf. Per il CrossBlue il colosso tedesco avrebbe in programma anche una versione con abitacolo a 7 posti.

Relativamente ai motori, la vettura potrebbe essere spinta da un motore V6 da 3.6 litri da 280 CV, mentre appare per il momento più lontana l’ipotesi che gli si possa affiancare un quattro cilindri turbodiesel 2.0 litri. Nella gamma della CrossBlue non dovrebbe invece farsi attendere oltre il lancio anche una variante ad alimentazione ibrida.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati