Nuove DS 3 e DS 3 Cabrio: lo stile ricercato della guida [PRIMO CONTATTO]

Forme curate nei dettagli associate a un brioso dinamismo

Nuove DS 3 e DS 3 Cabrio – La rinnovata compatta francese comprende dettagli dalla spiccata eleganza, legati a una meccanica dal carattere vispo

Tra distese di alberi in fiore e un leggero tepore di primavera, il percorso sulle strade del veronese scorre simile a un soffio di vento. Il motore generoso della nuova DS 3 spinge con fierezza, sfoggiando i suoi 130 cavalli avvolti nell’elegante ricamo bianco e nero della carrozzeria, che a sua volta è custode di uno scrigno di rivestimenti e componenti modellate con una spiccata ricercatezza.

La luce che fende le poche nubi presenti in cielo esalta le colorazioni della vettura, impreziosita dallo scintillio generato sulle DS Wings del frontale. Ad amplificare questa brillantezza ci pensa il disegno luminoso dei fari DS LED Vision, il cui aspetto sembra ricordare pregiati cristalli grazie a una mirata associazione di due tecnologie LED e Xeno, accentuata a sua volta dalle luci diurne sempre LED disposte verticalmente sulle zone laterali del frontale. Così come il fine ricamo, composto da una fitta trama che ripropone il marchio della casa e sormonta i grippi ottici o risplende come un rubino sui lati degli elaborati fari posteriori.
Una serie di soluzioni modellate con attenzione, distribuite su 3.954 millimetri di lunghezza e 1.715 di larghezza, per un’altezza che tende a sfiorare il metro e mezzo. La Cabrio a differenza della berlina, adotta una copertura morbida proposta in quattro colorazioni (come altrettante disponibili per il tetto della berlina) azionata da comando elettrico, che scorre tra i montanti alti, fino a ripiegarsi con cura nella zona posteriore. Una soluzione che trasmette morbidezza, impreziosita ancora da un motivo che richiama il logo del marchio. Tra le possibili personalizzazioni anche dieci adesivi, sempre destinati al tetto, e combinazioni di pari numero per le calotte degli specchi laterali, quindi anche 15 opzioni selezionabili tra i cerchi in lega da 16 e 17 pollici.

Nuove-DS-3-e-DS-3-Cabrio-primo-contatto-2016_58_01

L’abitacolo propone un quadro strumenti ricercato e componenti assemblate con attenzione. L’eleganza traspare da ogni angolazione, in particolare osservando non solo la grafica del quadro strumenti o alcuni dettagli morbidi al tatto, ma anche i pregiati rivestimenti in Tessuto Dinamica Nero Basalto, Decorazione Marrone Topazio, o l’esclusiva pelle nappa con il distintivo ricamo “a cinturino d’orologio” e loghi DS a vista, sull’inedita tinta Marrone Trinitario. La Cabrio poi, riporta specifiche decorazioni su verti e plancia, segnalata come “Irrésistible Paris”, ma si indica anche un monogramma DS sulle calotte degli specchi abbinati al pack Faubourg Addict. Non mancano finezze tecnologiche come un sistema infotainment gestibile tramite un display Touch Pad da sette pollici, funzione Mirror Screen con Apple CarPlay™ e MirrorLink® e, in particolare, un contribuito sul versante dell’assistenza alla guida e della sicurezza offerto dall’Active City Brake, un sistema che agisce sino a 30 km/h come frenata automatica di emergenza.

Nuove-DS-3-e-DS-3-Cabrio-primo-contatto-2016_26_02

La meccanica delle nuove DS 3 e DS 3 Cabrio risulta spumeggiante, quasi spiazzando rispetto all’immagine di esclusività diffusa dal marchio. Merito dell’erogazione brillante dei motori tre cilindri PureTech 130 S&S e PureTech 110 S&S EAT6, rispettivamente per la berlina e la Cabrio in prova. La prima ha proposto un maggior dinamismo, dovuto a una potenza più accentuata. Le sospensioni hanno offerto la percezione di una maggior rigidezza rispetto alla versione scoperta, ma senza intaccare il comfort generale nel complesso. Stesso discorso per la Cabrio, con una finezza tecnica in più, per sopperire all’assenza della copertura in lamiera, grazie alla disposizione di due masse sospese sotto il pianale e nella parte terminale dell’autovettura, collegate da molle, che controbilanciano la flessione della scocca all’altezza del lunotto, dovuta proprio all’assenza di uan parte rigida. Un ulteriore amplificazione di ritmo marcia è offerta anche dai passaggi progressivi e morbidi della trasmissione automatica di ultima generazione EAT6, dotata di convertitore di coppia. Soluzione che da punto di vista dell’efficienza, considerando quanto segnalato dalla casa, propone abbinato all’unità Pure Tech 110 S&S una media di consumi sulla berlina ammontante a 4,6 litri / 100 km e 4,9 litri / 100 km nel caso della Cabrio, con emissioni rispettivamente di CO2 di 105 g/km e 112 g/km.
Se si passa al motore da 130 cavalli che sfodera anche una generosa coppia di 230 Nm, la casa segnala un consumo su percorso misto di 4,5 litri / 100 km ed emissioni 105 g/km di CO2.

Nuove-DS-3-e-DS-3-Cabrio-primo-contatto-2016_53_03

La gamma che parte da una versione a benzina PureTech 82 fino a una diesel BlueHDi 120 S&S, comprende due motorizzazioni, PureTech 82 e BlueHDi 100 S&S, contrassegnate dall’appellativo Drive Efficiency. Sigla che sottolinea emissioni indicate da 99 e 79 g/km di CO2, supportate anche dall’utilizzo di pneumatici a bassa resistenza al rotolamento e cerchi in alluminio. Invece, per chi gradisse un surplus di dinamismo, le varianti Performance con caratteristiche più grintose e un’unità da 208 cavalli e 300 Nm di coppia, associano uno stile sempre molto ricercato a contenuti sportivi di livello.
Proposta in tre allestimenti chiamati Chic, So Chic e Sport Chic, la nuova DS 3 è accessibile da 16.400,00 Euro, mentre la variante Cabrio da 19.900,00 Euro.
In sintesi, le nuove DS 3 e DS 3 Cabrio rappresentano un connubio che associa fascino e attenzione estetica a spiccate qualità motrici. Risultato curato di soluzioni fatte per coloro che prediligono la distinzione.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati