Abarth 124 Spider: via agli ordini in Italia [FOTO]

Motore 1.4 Turbo MultiAir da 170 cavalli

Abarth 124 Spider – La nuova decappottabile sportiva dello Scorpione è ordinabile in Italia. I primi 2500 esemplari saranno fregiati con una esclusiva targhetta a numerazione progressiva

Bastano 6,8 secondi per passare da 0 a 100 km/h, secondo quanto segnalato, e la livrea caratterizzante oltre alla meccanica sportiva, rendono la Abarth 124 Spider un’auto che trasmette alto dinamismo già da ferma, non solo in movimento.

La fase di ordini della nuova roadster dello Scorpione è stata aperta in Italia e, al lancio, la casa segnala un’offerta di accesso da 299 Euro al mese e prima rata dopo 6 mesi. Tutte le specifiche sono consultabili sull’apposito sito dedicato alla vettura: www.abarth.it/124-spider.
Il design del veicolo è caratterizzato da una vernice bicolore, che tende a rimarcarne i tratti muscolosi ma allo stesso tempo richiama lo storico modello 124 del passato. La tinta nero opaca o dello stesso colore della carrozzeria per decorare il cofano, è una delle possibilità proposte al momento della scelta. Il cofano filante e lungo, i fianchi pronunciati e sinuosi, la calandra esagonale e i caratteristici fari LED anteriori e posteriori dagli angoli arrotondati, sono tutti aspetti caratterizzanti del modello, insiemi ai numerosi dettagli sportivi che esaltano la veste energica di questa Spider. La visione è ulteriormente esaltata anche dai cerchi in lega da 17 pollici; il “Grigio Forgiato” che riveste la cornice del parabrezza e i rollbar di sicurezza e le vernici accoppiate al nero opaco visibile sul già citato cofano e sull’accesso al baule posteriore. Nello specifico tre sono metallizzate (“Blu Isola d’Elba 1974”, “Grigio Portogallo 1974” e “Nero San Marino 1972”) e due pastello (“Bianco Turini 1975” e “Rosso Costa Brava 1972”). Il Nero San Marino 1972, inoltre, rappresenta la tonalità di serie del modello, che rende l’Abarth 124 Spider ancora più peculiare, proponendo direttamente all’interno del rispettivo panorama una tinta di questo genere. Gli specchi esterni sono a gestione elettrica.

L’abitacolo sportivo è studiato con attenzione e una certa ricercatezza stilistica. Include, come equipaggiamento standard: cuise control; lettore mp3; ingressi USB e AUX; impianto stereo legato a quattro altoparlanti e climatizzatore manuale. Inclusi anche i vari dispositivi di sicurezza e assistenza già noti ABS, EBD, che si occupa della ripartizione della frenata e l’ESC per un controllo migliore del veicolo.
Il potenziale cliente può richiedere poi il pack Visibility Plus, per implementare le caratteristiche tecnologiche del mezzo, che prevede sensori pioggia, di parcheggio e crepuscolare oltre a fari auto-livellanti e adattativi full-LED con orientamento automatico. Nel caso si volesse privilegiare l’aspetto dell’intrattenimento, il pack Sound Plus propone due prese USB, ingresso AUX, connettività Bluetooth, sintonizzatore digitale DAB e, in particolare, un dispositivo infotainment gestibile da schermo touchscreen di 7 pollici. Inoltre è segnalato anche un climatizzatore automatico a supporto del comfort di bordo e un sistema Hi-Fi Bose con nove altoparlanti, di cui quattro nei poggiatesta.

Essendo un’auto prettamente sportiva, l’ausilio di sistemi elettronici e anche funzionale al temperamento dinamico della vettura. Di serie è presente il Drive Mode Selector, il cui comando è collocato in prossimità della leva del cambio. Due le modalità proposte: Normal e Sport. In base alla scelta, l’elettronica interviene su diversi parametri e nello specifico sulla risposta dell’acceleratore alle sollecitazioni, sul grado di servosterzo utile, su stabilità e trazione, sulla coppia massima e quindi sul sound stesso che fuoriesce dai quattro terminali di scarico. Se si propende per una versione con trasmissione automatica, si può scegliere la velocità di cambiata e i punti dei passaggi di marcia.
Inoltre è possibile anche disinserire i controlli, provando a domare senza assistenza la cavalleria della nuova Abarth 124 Spider.

La spinta è fornita da un generoso motore turbo MutiAir di quattro cilindri da 1,4 litri, capace di fornire 170 cavalli e 250 Nm di coppia. In base alle caratteristiche e valutando un rapporto peso/potenza di 6,2 kg/cv, da quanto segnalato, la roadster dello Scorpione permette di coprire uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi e toccare i 232 km/h di velocità massima. Al motore è possibile associare una trasmissione manuale sei rapporti o automatica di tipo Sequenziale Sportivo, gestibile tramite comandi al volante.
La vettura è dotata anche di differenziale autobloccante meccanico di serie, che ne accentua il comportamento su strada, un equilibrio di masse 50/50 a favore del ritmo di marcia, mentre il peso è stato contenuto a 1.060 chilogrammi grazie all’impiego di particolari materiali, come segnalato.
La meccanica vanta anche sospensioni con uno schema a quadrilatero sull’assale anteriore e multilink a 5 bracci al retrotreno. Gli ammortizzatori sono stati pensati assieme a Bilstein, associati a molle tarate in modo opportuno oltre a voluminose barre antirollio. Handling e agilità stradale sono frutto di un’accurata fase di affinamento, dalle indicazioni fornite, mentre la frenata è affidata a un raffinato impianto frenante firmato Brembo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Paolo

    28 Aprile 2016 at 16:12

    Molto molto bella!!

Articoli correlati