WP_Post Object ( [ID] => 265524 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-05-20 13:10:41 [post_date_gmt] => 2016-05-20 11:10:41 [post_content] => “L'ala soffiata posteriore, di derivazione Formula 1, converte il calore generato in carico aerodinamico.” Luca Mazzanti, nel nono e penultimo episodio della serie di video che anticipano il debutto del Progetto “EV-R” di Mazzanti Automobili, porta l'attenzione dello spettatore e dell'appassionato sul uno degli elementi aerodinamico cruciali per le prestazioni di un'auto. “Nella progettazione di una hypercar, anche una forza passiva deve essere trasformata in una forza attiva”, sottolinea subito all'inizio del filmato il fondatore della casa di Pontedera, mentre scorrono cadenzate nuove immagini che delineano sempre più le forme della vettura, fino a scorgerne buona parte dell'aspetto proprio sul finale, dalla distanza. Un gioco di luci ed ombre che genera nuova aspettativa per l'ultimo capitolo, che fornirà il quadro completo dell'auto. L'ultima opera dell'esclusivo costruttore toscano è attesa in anteprima mondiale al Salone dell'Auto di Torino Parco Valentino 2016, in programma dall'8 al 12 giugno. Nei precedenti video diffusi, erano stati forniti ulteriori dettagli. Da un peculiare sistema frenante ad alte prestazioni, firmato Brembo, con pinze a sei pistoncini e dischi carboceramici CCMR di derivazione sportiva, all'interno di nuovi cerchi OZ che vestono prestazionali pneumatici Pirelli Trofeo R; alla elevata potenza di un propulsore bi-turbo da 7.2 litri, capace di generare 1.200 Nm di coppia e proiettare la vettura da 0 a 100 km/ in soli 2,7 secondi e che le consente di toccare i 400 km/h di velocità, secondo le indicazioni fornite. [post_title] => Mazzanti Project "EV-R": penultimo capitolo prima del debutto [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mazzanti-project-ev-r-penultimo-capitolo-prima-del-debutto-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-05-20 13:10:41 [post_modified_gmt] => 2016-05-20 11:10:41 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=265524 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mazzanti Project “EV-R”: penultimo capitolo prima del debutto [VIDEO]

Un'ala da monoposto

Mazzanti Project “EV-R” - Protagonista un elemento cruciale dell'affinata aerodinamica, nel nono capitolo dedicato alla nuova hypercar della casa di Pontedera
Mazzanti Project “EV-R”: penultimo capitolo prima del debutto [VIDEO]

“L’ala soffiata posteriore, di derivazione Formula 1, converte il calore generato in carico aerodinamico.” Luca Mazzanti, nel nono e penultimo episodio della serie di video che anticipano il debutto del Progetto “EV-R” di Mazzanti Automobili, porta l’attenzione dello spettatore e dell’appassionato sul uno degli elementi aerodinamico cruciali per le prestazioni di un’auto.

“Nella progettazione di una hypercar, anche una forza passiva deve essere trasformata in una forza attiva”, sottolinea subito all’inizio del filmato il fondatore della casa di Pontedera, mentre scorrono cadenzate nuove immagini che delineano sempre più le forme della vettura, fino a scorgerne buona parte dell’aspetto proprio sul finale, dalla distanza. Un gioco di luci ed ombre che genera nuova aspettativa per l’ultimo capitolo, che fornirà il quadro completo dell’auto.

L’ultima opera dell’esclusivo costruttore toscano è attesa in anteprima mondiale al Salone dell’Auto di Torino Parco Valentino 2016, in programma dall’8 al 12 giugno. Nei precedenti video diffusi, erano stati forniti ulteriori dettagli. Da un peculiare sistema frenante ad alte prestazioni, firmato Brembo, con pinze a sei pistoncini e dischi carboceramici CCMR di derivazione sportiva, all’interno di nuovi cerchi OZ che vestono prestazionali pneumatici Pirelli Trofeo R; alla elevata potenza di un propulsore bi-turbo da 7.2 litri, capace di generare 1.200 Nm di coppia e proiettare la vettura da 0 a 100 km/ in soli 2,7 secondi e che le consente di toccare i 400 km/h di velocità, secondo le indicazioni fornite.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati