Google brevetta il cofano “appiccicoso” che tiene incollati i pedoni in caso di investimento

Google brevetta il cofano “appiccicoso” che tiene incollati i pedoni in caso di investimento

L'originale soluzione eviterebbe l'impatto al suolo della persona investita

Google brevetto cofano stick - Google ha depositato un nuovo brevetto riguardante una soluzione tecnologica che prevede l'applicazione di una sostanza appiccicosa su cofano, parafanghi e paraurti anteriori che viene rilasciata in caso di collisione e che sarebbe in grado di tenere incollato all'auto il pedone investito evitandogli così l'impatto al suolo.
Google brevetta il cofano “appiccicoso” che tiene incollati i pedoni in caso di investimento

Solitamente le migliorie tecnologiche per incrementare la sicurezza in auto in caso di incidente si concentrano sulla protezione degli occupanti del veicolo, ma un nuovo brevetto, per certi versi un po’ bizzarro. di Google punta invece a ridurre le lesioni ai pedoni che vengono investiti per strada. Come? Incollando il pedone al cofano dopo l’impatto.

Il colosso di Mountain View, che quasi certamente lavorerà a questa inedita soluzione a bordo delle sue vetture a guida autonoma, spiega come funziona concretamente l’idea che sta alla base del brevetto recentemente depositato presso l’autorità competente statunitense.

Quando un veicolo investe una persona quest’ultima subisce due impatti: il primo con la vettura e il secondo con il suolo. Google prova così a limitare a un solo impatto le conseguenze di un investimento trattenendo il pedone investito sul cofano dell’auto ed evitando così l’impatto con il suolo che in molti casi potrebbe salvargli la vita o comunque ridurre la gravità delle lesioni.

La concretizzazione di quest’idea avviene tramite una speciale sostanza adesiva applicata su cofano, paraurti e parafanghi che viene rilasciata solo in caso di impatto. La sostanza appiccicosa tiene attaccato il pedone solo per qualche momento dato che la sua funzione è quella di evitare l’impatto sul suolo della persona investita.

L’idea di Google è senz’altro originale, un po’ nello stile di un’azienda capace di pensare fuori dagli schemi. Non sappiamo ancora se questo brevetto di Big G porterà mai a qualche applicazione concreta del “cofano stick” o se magari potrà fare da base per ulteriori sviluppi al fine di incrementare la sicurezza di automobilisti e pedoni.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati