WP_Post Object ( [ID] => 267937 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-05-30 13:22:29 [post_date_gmt] => 2016-05-30 11:22:29 [post_content] => Le ombre hanno lasciato posto a linee affilate e decise. Il Progetto EV-R scandito da Mazzanti Automobili nei mesi precedenti, ha un nome: Evantra Millecavalli. Luca Mazzanti, nel decimo capitolo di questo percorso, svela il nome dopo aver illustrato con passione i vari aspetti della sua nuova hypercar. Una vettura dotata di una potenza molto accentuata, i citati Millecavalli evidenziati anche dal nome di questa nuova espressione dinamica dell'Evantra, mossa da un generoso motore bi-turbo V8 di 7.2 litri, dotato anche di una coppia elevatissima di 1.200 Nm, oltre che di altri aspetti peculiari che arricchiscono dotazione e qualità tecniche. “Ho sempre pensato che il nome di una vettura si rifletta nella sua anima” afferma subito Mazzanti in questo ultimo filmato, aspettando di ammirare dal vivo il modello al Salone dell'Auto di Torino Parco Valentino 2016, dove è programmata l'anteprima mondiale. “Ho scelto Millecavalli, la vettura stradale più potente, mai costruita in Italia.” L'aspetto esterno la collega alla Eventra, ma osservandola nei dettagli la livrea di questa Millecavalli è arricchita da elementi sottili e taglienti, componenti aerodinamiche funzionali a supportarne le segnalate prestazioni, in particolare la caratteristica “ala soffiata” posteriore, che come indicato nell'ultimo capitolo, che sulla base delle conoscenze tratte dalla Formula 1: “converte il calore generato in carico aerodinamico.” In base a quanto emerso, la nuova Mazzanti Millecavalli sarebbe in grado di toccare in soli 2,7 secondi i 100 km/h da ferma e raggiungere i 400 km/h di velocità. Oltre alla marcata potenza, la vettura è equipaggiata con un impianto frenante ad alte prestazioni Brembo, composto da dischi carboceramici CCMR e pinze a sei pistoncini sulle quali si nota il nome Mazzanti, visibili attraverso le razze dei grintosi cerchi OZ, dotati di pneumatici Pirelli Trofeo R. [post_title] => Mazzanti Project EV-R: benvenuta Evantra Millecavalli! [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mazzanti-project-ev-r-benvenuta-evantra-millecavalli-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-05-30 13:22:29 [post_modified_gmt] => 2016-05-30 11:22:29 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=267937 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mazzanti Project EV-R: benvenuta Evantra Millecavalli! [VIDEO]

Svelata la nuova creazione del brand toscano

Mazzanti Evantra Millecavalli – Il nome segnala la potenza del suo voluminoso cuore V8 bi-turbo da 7.2 litri
Mazzanti Project EV-R: benvenuta Evantra Millecavalli! [VIDEO]

Le ombre hanno lasciato posto a linee affilate e decise. Il Progetto EV-R scandito da Mazzanti Automobili nei mesi precedenti, ha un nome: Evantra Millecavalli.

Luca Mazzanti, nel decimo capitolo di questo percorso, svela il nome dopo aver illustrato con passione i vari aspetti della sua nuova hypercar. Una vettura dotata di una potenza molto accentuata, i citati Millecavalli evidenziati anche dal nome di questa nuova espressione dinamica dell’Evantra, mossa da un generoso motore bi-turbo V8 di 7.2 litri, dotato anche di una coppia elevatissima di 1.200 Nm, oltre che di altri aspetti peculiari che arricchiscono dotazione e qualità tecniche.

“Ho sempre pensato che il nome di una vettura si rifletta nella sua anima” afferma subito Mazzanti in questo ultimo filmato, aspettando di ammirare dal vivo il modello al Salone dell’Auto di Torino Parco Valentino 2016, dove è programmata l’anteprima mondiale. “Ho scelto Millecavalli, la vettura stradale più potente, mai costruita in Italia.”

L’aspetto esterno la collega alla Eventra, ma osservandola nei dettagli la livrea di questa Millecavalli è arricchita da elementi sottili e taglienti, componenti aerodinamiche funzionali a supportarne le segnalate prestazioni, in particolare la caratteristica “ala soffiata” posteriore, che come indicato nell’ultimo capitolo, che sulla base delle conoscenze tratte dalla Formula 1: “converte il calore generato in carico aerodinamico.” In base a quanto emerso, la nuova Mazzanti Millecavalli sarebbe in grado di toccare in soli 2,7 secondi i 100 km/h da ferma e raggiungere i 400 km/h di velocità. Oltre alla marcata potenza, la vettura è equipaggiata con un impianto frenante ad alte prestazioni Brembo, composto da dischi carboceramici CCMR e pinze a sei pistoncini sulle quali si nota il nome Mazzanti, visibili attraverso le razze dei grintosi cerchi OZ, dotati di pneumatici Pirelli Trofeo R.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Donato Colantonio

    1 Giugno 2016 at 09:56

    Non capisco tutta questa attesa e fiumi di parole per una macchina che è sempre la stessa con l’aggiunta di qualche flap e due turbo compressori su un motore 7000 cc. Mi piacerebbe vederla in pista come si comporta, la tenuta di strada e qualche innovazione ….una macchina non deve andare forte solo sul dritto come la maggior parte delle supercar…che poi top gear sfata!!!
    Complimenti per l’impegno certo, ma nulla di eccezionale…..

Articoli correlati