WP_Post Object ( [ID] => 269552 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-06-06 18:04:20 [post_date_gmt] => 2016-06-06 16:04:20 [post_content] => Quattro generazioni in venti anni. Dalla prima versione del 1996, la Renault Scénic è evoluta stilisticamente e tecnologicamente, dando una risposta alle esigenze di sicurezza e comfort di bordo. L'ultima versione, mostrata al Salone di Ginevra 2016, propone uno stile ancora più distintivo ispirato alla concept car R-Space del 2011. La fase iniziale di lancio, proposta in modo interattivo, permetterà agli interessati di conoscere i vari aspetti della nuova Renault Scénic, che eredità ed evolve la tradizionale versatilità che ha caratterizzato sin dall'inizio le monovolumi compatte del brand francese, ma in questo caso con un fascino stilistico ancora più distintivo. Realizzata su piattaforma modulare CMF C/D, ovvero Common Module Family, la gamma delle motorizzazioni indicate prevede due propulsori a benzina Energy TCe115 ed Energy TCe130 sempre abbinati a trasmissione manuale sei marce, e cinque varianti diesel tra la quali una con l'innovativo Hybrid Assist (in pratica un'unità diesel elettrificata legata all'unità dCi 110 e cambio manuale sei velocità). Un sistema che, secondo quanto segnalato dalla casa, consentirebbe consumi contenuti e una spinta ulteriore in alcune fasi di marcia, ad esempio ai bassi regimi. Il panorama diesel varia da un motore Energy dCi 95, salendo sempre più con le versioni da 110, 130 e 160 Twin Turbo. Tutti abbinati a cambi manuali sei rapporti, o nel caso dell'Energy dCi 110 anche a un cambio automatico EDC sette rapporti. Il design esterno, come accennato, riprende dei concetti proposti con la concept car R-Space. Dinamismo, armonia tra i vari aspetti, considerando l'altezza del fianco di 107 mm che esaltano il comfort di marcia, uno sbalzo posteriore contenuto e cerchi da 20 pollici di serie, sono gli aspetti più evidenti. A caratterizzare lo stile sono anche un cofano motore poco esteso, un parabrezza spiovente che consente un'ampia visibilità, ma in particolare il distintivo motivo luminoso arricchito con tecnologia LED Pure Vision, impostato su un'evoluzione ulteriore della peculiare forma a C, introdotta sull'ultima produzione. Così come altrettanto caratteristici sono i gruppi ottici posteriori con tecnologia Edge Light, che offre un effetto 3D suggestivo. Lo stile è amplificato anche dalla combinazione Be-Style a due tonalità della carrozzeria. Tetto rivestito di Grigio Cassiopea nel caso in cui la carrozzeria sia ricoperta di Nero Étoilé, o appunto dello stesso Nero Étoilé se il corpo vettura è proposto in Beige Duna, Bianco Ghiaccio, Bianco Nacré, Blu Cosmo, Celeste, Giallo Miele, Grigio Platino, Grigio Cassiopea e Rosso Carminio. L'abitacolo, oltre a materiali sagomati con attenzione e uno stile ricercato ma allo stesso tempo diretto, presenta anche sistemi tecnologici altamente funzionali, che oltre a un sistema R-LINK 2 con schermo da 8,7 pollici, può comprendere anche Head-Up Display, diversi vani portaoggetti per un volume complessivo di 38,5 litri, mentre il bagagliaio risulta da 572 litri. Sono segnalati anche nella proposta una funzione “One Touch Folding” che permette il ripiegamento ripiegare automatico dei sedili, un BOSE® Sound System, Tecnologia MULTI-SENSE® con cinque modalità di guida Neutro, Sport, Comfort, Perso ed Eco oltre ad altri dispositivi focalizzati sull'assistenza e la sicurezza di bordo. [post_title] => Nuova Renault Scénic: quarto capitolo per la monovolume compatta [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-renault-scenic-quarto-capitolo-per-la-monovolume-compatta-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-06-06 18:04:20 [post_modified_gmt] => 2016-06-06 16:04:20 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=269552 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova Renault Scénic: quarto capitolo per la monovolume compatta [FOTO]

Una storia lunga venti anni che prosegue con stile

Nuova Renault Scénic – Presentata la nuova monovolume del marchio francese, dopo il debutto allo scorso Salone di Ginevra 2016

Quattro generazioni in venti anni. Dalla prima versione del 1996, la Renault Scénic è evoluta stilisticamente e tecnologicamente, dando una risposta alle esigenze di sicurezza e comfort di bordo. L’ultima versione, mostrata al Salone di Ginevra 2016, propone uno stile ancora più distintivo ispirato alla concept car R-Space del 2011.

La fase iniziale di lancio, proposta in modo interattivo, permetterà agli interessati di conoscere i vari aspetti della nuova Renault Scénic, che eredità ed evolve la tradizionale versatilità che ha caratterizzato sin dall’inizio le monovolumi compatte del brand francese, ma in questo caso con un fascino stilistico ancora più distintivo.
Realizzata su piattaforma modulare CMF C/D, ovvero Common Module Family, la gamma delle motorizzazioni indicate prevede due propulsori a benzina Energy TCe115 ed Energy TCe130 sempre abbinati a trasmissione manuale sei marce, e cinque varianti diesel tra la quali una con l’innovativo Hybrid Assist (in pratica un’unità diesel elettrificata legata all’unità dCi 110 e cambio manuale sei velocità). Un sistema che, secondo quanto segnalato dalla casa, consentirebbe consumi contenuti e una spinta ulteriore in alcune fasi di marcia, ad esempio ai bassi regimi. Il panorama diesel varia da un motore Energy dCi 95, salendo sempre più con le versioni da 110, 130 e 160 Twin Turbo. Tutti abbinati a cambi manuali sei rapporti, o nel caso dell’Energy dCi 110 anche a un cambio automatico EDC sette rapporti.

Il design esterno, come accennato, riprende dei concetti proposti con la concept car R-Space. Dinamismo, armonia tra i vari aspetti, considerando l’altezza del fianco di 107 mm che esaltano il comfort di marcia, uno sbalzo posteriore contenuto e cerchi da 20 pollici di serie, sono gli aspetti più evidenti. A caratterizzare lo stile sono anche un cofano motore poco esteso, un parabrezza spiovente che consente un’ampia visibilità, ma in particolare il distintivo motivo luminoso arricchito con tecnologia LED Pure Vision, impostato su un’evoluzione ulteriore della peculiare forma a C, introdotta sull’ultima produzione. Così come altrettanto caratteristici sono i gruppi ottici posteriori con tecnologia Edge Light, che offre un effetto 3D suggestivo.
Lo stile è amplificato anche dalla combinazione Be-Style a due tonalità della carrozzeria. Tetto rivestito di Grigio Cassiopea nel caso in cui la carrozzeria sia ricoperta di Nero Étoilé, o appunto dello stesso Nero Étoilé se il corpo vettura è proposto in Beige Duna, Bianco Ghiaccio, Bianco Nacré, Blu Cosmo, Celeste, Giallo Miele, Grigio Platino, Grigio Cassiopea e Rosso Carminio.
L’abitacolo, oltre a materiali sagomati con attenzione e uno stile ricercato ma allo stesso tempo diretto, presenta anche sistemi tecnologici altamente funzionali, che oltre a un sistema R-LINK 2 con schermo da 8,7 pollici, può comprendere anche Head-Up Display, diversi vani portaoggetti per un volume complessivo di 38,5 litri, mentre il bagagliaio risulta da 572 litri. Sono segnalati anche nella proposta una funzione “One Touch Folding” che permette il ripiegamento ripiegare automatico dei sedili, un BOSE® Sound System, Tecnologia MULTI-SENSE® con cinque modalità di guida Neutro, Sport, Comfort, Perso ed Eco oltre ad altri dispositivi focalizzati sull’assistenza e la sicurezza di bordo.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati