WP_Post Object ( [ID] => 270129 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-06-07 18:12:34 [post_date_gmt] => 2016-06-07 16:12:34 [post_content] => Abarth rimodella l'idea della 124 Spider, suggerendo una guidare a tetto aperto ancora più esaltante e ricca di sonorità suggestive. Lo stile è arricchito di componenti che ne accentuano la linea, oltre ai contrasti cromatici tra la tonalità presente sul cofano e quella che riveste il resto del corpo vettura. Gli interni, prettamente sportivi e impreziositi da sistemi tecnologici, manifestano l'accurato lavoro compiuto dai tecnici delle Officine Abarth. La vitalità è fornita sempre da un motore da quattro cilindri turbo arricchito da tecnologia MultiAir, legato a una trasmissione manuale sei marce capace di produrre 170 cavalli di spinta, cioè 124 cavalli per litro (che sembra rimarcare anche il nome del veicolo), e 250 Nm di coppia. Lo Spider di Abarth copre lo scatto da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi e raggiunge un picco di velocità di 232 km/h. Assieme a un cuore fortemente pulsante, un aspetto che sottolinea ulteriormente il dinamismo di Abarth è anche il rombo intenso proposto da uno scarico Record Monza, di serie, con sistema dual mode. Tra l'equipaggiamento è disponibile anche una trasmissione automatica Sequenziale Sportiva Esseesse. Il veicolo poggia su sospensioni a quadrilatero alto nella zona anteriore, con architettura multilink a 5 bracci nella zona retrostante. Secondo le indicazioni fornite, i tecnici hanno calibrato l'assetto in modo da accentuare la stabilità in curva e in staccata, così come la risposta servoassistita dello sterzo è stata tarata a livello sportivo. Tra la altre peculiarità, l'utilizzo di materiali speciali hanno consentito di contenere il peso a 1060 kg, con un rapporto peso/potenza di 6,2 kg/cv, che favorisce anche le prestazioni complessive. Inoltre le masse, come evidenziato, sono contenute nel passo, e tra gli altri aspetti che ne permettono una guida agile e altamente dinamica, è segnalata anche la disposizione del propulsore alle spalle dell'asse frontale. [post_title] => Abarth 124 Spider: dinamismo libero [FOTO E VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => abarth-124-spider-dinamismo-libero-foto-e-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-06-07 18:12:34 [post_modified_gmt] => 2016-06-07 16:12:34 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=270129 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Abarth 124 Spider: dinamismo libero [FOTO E VIDEO]

Propulsore 1.4 litri turbo MultiAir da 170 cavalli

Abarth 124 Spider - Lo Scorpione ridefinisce la decappottabile, donandole maggior grinta estetica e prestazionale

Abarth rimodella l’idea della 124 Spider, suggerendo una guidare a tetto aperto ancora più esaltante e ricca di sonorità suggestive.

Lo stile è arricchito di componenti che ne accentuano la linea, oltre ai contrasti cromatici tra la tonalità presente sul cofano e quella che riveste il resto del corpo vettura. Gli interni, prettamente sportivi e impreziositi da sistemi tecnologici, manifestano l’accurato lavoro compiuto dai tecnici delle Officine Abarth.
La vitalità è fornita sempre da un motore da quattro cilindri turbo arricchito da tecnologia MultiAir, legato a una trasmissione manuale sei marce capace di produrre 170 cavalli di spinta, cioè 124 cavalli per litro (che sembra rimarcare anche il nome del veicolo), e 250 Nm di coppia.
Lo Spider di Abarth copre lo scatto da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi e raggiunge un picco di velocità di 232 km/h.

Assieme a un cuore fortemente pulsante, un aspetto che sottolinea ulteriormente il dinamismo di Abarth è anche il rombo intenso proposto da uno scarico Record Monza, di serie, con sistema dual mode. Tra l’equipaggiamento è disponibile anche una trasmissione automatica Sequenziale Sportiva Esseesse.
Il veicolo poggia su sospensioni a quadrilatero alto nella zona anteriore, con architettura multilink a 5 bracci nella zona retrostante. Secondo le indicazioni fornite, i tecnici hanno calibrato l’assetto in modo da accentuare la stabilità in curva e in staccata, così come la risposta servoassistita dello sterzo è stata tarata a livello sportivo.
Tra la altre peculiarità, l’utilizzo di materiali speciali hanno consentito di contenere il peso a 1060 kg, con un rapporto peso/potenza di 6,2 kg/cv, che favorisce anche le prestazioni complessive. Inoltre le masse, come evidenziato, sono contenute nel passo, e tra gli altri aspetti che ne permettono una guida agile e altamente dinamica, è segnalata anche la disposizione del propulsore alle spalle dell’asse frontale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati