Abarth 595 e 124 Spider: percepire ogni curva come una sfida [PRIMO CONTATTO]

Brillantezza e versatilità prestazionale

Abarth 595 e 124 Spider – Il marchio dello Scorpione torna su una decappottabile di grande fascino e dinamismo, proponendo anche una gamma 595 dalla spiccata personalità

Punge, lo Scorpione punge! Il rombo e la voglia di premere l’acceleratore quando si sale su una vettura Abarth è percepibile già poggiando i piedi sulla pedaliera sportiva e accendendo il quadro strumenti. Che sia la nuova 595 o l’altrettanto grintosa 124 Spider, l’orecchio è teso verso il retrotreno, il polso diventa roccioso e reattivo, ogni tratto di strada l’habitat della propria passione.


Paolo Gagliardo, Responsabile del brand Abarth

La nuova piccola 595 del marchio torinese, sia in configurazione tradizionale, “Turismo” o “Competizione”, misura 3.660 millimetri in lunghezza, di cui 2.300 di passo, 1.893 mm in larghezza (compresi gli specchietti) e 1.485 mm in altezza.
L’estetica è ravvivata da 15 colori disponibili (tra tipologie: metallizzato, pastello, tristrato oltre a cinque combinazioni bicolore) e nuovi gruppi ottici in linea con quella della nuova gamma di 500. Poliellittici con luci diurne LED sul frontale e LED a cornice posteriori, oltre a uno stile reso più ruggente da prese d’aria anteriori più voluminose, con un’efficacia ampliata del 18% sul fronte raffreddamento e inserti specifici in base all’allestimento (nero opaco per il modello 595, in tinta con la carrozzeria nel caso della 595 Turismo o finiture “tar cold grey” per la più ruggente Competizione). La zona posteriore risulta rimodellata per ospitare un nuovo estrattore più pronunciato, oltre a quattro terminali che emettono un suono distintivo e corposo.

Abarth-595-e-124-Spider-primo-contatto_17_01

L’abitacolo impreziosito da rivestimenti in Alcantara® e fibra di carbonio, ha una caratterizzazione prettamente sportiva. È evidente osservando la pedaliera sportiva, la sagomatura dei sedili nel caso della Competizione della tipologia Corsa by Sabelt, le scritte Abarth che firmano gli interni, un quadro strumenti TFT con una grafica racing, oltre a un sistema UconnectTM 5 pollici Radio con touchscreen e servizi Uconnect Live, che può essere potenziato con navigatore integrato e DAB, o un più sofisticato e ricercato UconnectTM sette pollici HD. Questo ultimo, come segnalato, gestibile tramite uno schermo ad alta definizione e comprende anche navigatore e radio digitale DAB oltre ad Abarth Telemetry. Proposto nella dotazione anche un impianto BeatsAudioTM da 480 Watt con un amplificatore digitale dotato di otto canali e realizzato in collaborazione con Beats by Dr. Dre e, su richiesta, anche disporre di una connettività maggiorata con sistemi Apple CarPlay e Google Android Auto.

Abarth-595-e-124-Spider-primo-contatto_20_02

Il propulsore 1.4 T-jet, presente sotto il cofano, ha vitalità da vendere. La spinta è subito progressiva, la voglia di osare alta. Il piacere di provare una versione Competizione dotata di 180 cavalli risulta appagante, soprattutto in curva, non solo in accelerazione. Lo sterzo reattivo risponde a ogni sollecitazione, la ritmica diventa un inno al divertimento. La trasmissione manuale 5 marce non delude, secca e armoniosa. Una bacchetta d’orchestra che nella sua sinfonia secerne urli accattivanti di entusiasmo, unite alle sonorità proiettate dagli scarichi Record Monza o Record Modena con sistema dual mode, per 132 cavalli/litro di potenza specifica. Dalla bocca esce solo l’aggettivo: “divertente”.
Una gioia appagante anche se più contenuta ai soli 145 cavalli e 206 Nm di coppia della 595 base o all’altrettanto peculiare “Turismo” da 165 cavalli e 230 Nm di coppia, con turbina Garrett GT1446.
A dare consistenza alle qualità prestazionali del piccolo “Scorpione inferocito” anche un Differenziale Autobloccante Meccanico “Abarth D.A.M.”, disponibile sulla Competizione, realizzato prendendo spunto dalla spumeggiante 695 Biposto e incluso nel Pack Perfomance, che prevede anche badge 595 di alluminio “fresato dal pieno” sulla zona superiore, cerchi Supersport da 17 pollici, sedili Sabelt con guscio in carbonio in pelle/Alcantara® e un pacchetto di personalizzazione estetica bianco, nero lucido o rosso.
L’accelerazione da 0 a 100 racchiusa in 6,7 secondi è un’esplosione di dinamismo in piccola taglia e con il tasto Sport, si può intervenire sui parametri, oltre ad affidarsi all’efficacia granitica dei dischi freno Brembo associati a pinze in alluminio fisse con 4 pistoncini e agli ammortizzatori Koni FSD (Frequency Selective Damping) disponibili sui modelli Turismo e Competizione. Elementi che esaltano le caratteristiche prestazionali dell’auto. Il marchio indica una media di consumi che ammonta a 6 litri per 100 km ed emissioni da 139 g di CO2 per km. Si parte da 19.650,00 chiavi in mano.

Abarth-595-e-124-Spider-primo-contatto_16_03

Salendo sulla 124 Spider non cambia la reattività. Muta il modo di percepire questo dinamismo, arrivando a sfidare la velocità della brezza.
Un confronto fatto con un certo stile, più roccioso e incisivo rispetto all’omonima di casa Fiat, grazie non solo agli elementi sportivi che rendono la visione del modello ancora più muscolosa ma anche accentuati dai contrasti cromatici offerti dalle diverse vernici tra cofano e portellone, rispetto a corpo vettura e anche dagli specchi laterali. Le dimensioni sono: 4.054 mm in lunghezza, passo da 2.310 mm, 1.233 mm in altezza e 1.740 in larghezza.

Abarth-595-e-124-Spider-primo-contatto_13_04

I tocchi di rosso emergono sia all’esterno, la citata vernice sulle calotte degli specchietti della versione che abbiamo provato, sia nell’abitacolo, osservando ad esempio il quadrante centrale del contagiri o la fascetta che segnala la parte alta del volante, come sulle vetture da competizione. Una targhetta presente tra i sedili e altri dettagli estetici, oltre ai dispositivi tecnologici presenti, sono proposti con una cura nel dettaglio che sottolinea la qualità del lavoro compiuto dai tecnici e dai designer di Officine Abarth.

Abarth-595-e-124-Spider-primo-contatto_10_05

La meccanica, composta da sospensioni a quadrilatero alto nella zona anteriore e multilink a 5 bracci nella zona retrostante, asseconda le sollecitazioni in modo fluido. In curva, l’assetto è brillante, il volante appare un goniometro che consente di ricalcarne con scioltezza il raggio, la sportività emerge sempre, ma risulta piacevole anche ad una andatura più pacata. Ad agevolare questo spiccato dinamismo anche il peso contenuto a 1060 kg, per un rapporto peso/potenza di 6,2 kg/cv. La collocazione del propulsore alle spalle dell’asse frontale è anche sinergica per il comportamento spumeggiante del mezzo.
Un carattere dinamico favorito dal generoso cuore quattro cilindri turbo, arricchito da tecnologia MultiAir che genera 170 cavalli e 250 Nm di coppia, associato a un cambio manuale sei marce, e propagato in modo altisonante dallo scarico Record Monza di serie. In pratica, un rapporto di 124 cavalli per litro. Lo scatto da 0 a 100 km/h è racchiuso in 6,8 secondi sino a 232 km/h di velocità massima, mentre la media dei consumi segnalata risulta variante tra i 6,4 e i 6,6 litri per 100 km e tra i 148 e i 153 g di CO2 per chilometro. Proposta anche una trasmissione automatica Sequenziale Sportiva Esseesse, la sportività è abbagliante già prima di schiacciare il pulsante di avvio. Accessibile da 40.000,00 Euro chiavi in mano.

Abarth-595-e-124-Spider-primo-contatto_11_06

Sintetizzando: le Abarth 595 e 124 Spider propongono una sportività in forme differenti, ma comunque altamente coinvolgenti. Sotto il simbolo dello Scorpione scorre una vitalità che rimodella anche l’estetica e offre un ritmo stuzzicante, qualsiasi strada di percorra.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati