WP_Post Object ( [ID] => 272116 [post_author] => 52 [post_date] => 2016-06-12 11:56:41 [post_date_gmt] => 2016-06-12 09:56:41 [post_content] => Con il Dieselgate ormai alle spalle, l'attenzione della Volkswagen si sposta sul mondo dell'elettrico. Già all'inizio dell'anno, al Consumer Eletronics Show di Las Vegas, fu presentata la concept car a zero emissioni chiamata BUDD-e, la prima vettura basata sulla nuova piattaforma elettrica modulare (MEB), progettata appositamente per i veicoli plug-in, nonchè prima vettura elettrica sviluppata dall'intero Gruppo. Con la presente, la Volkswagen ha dimostrato quella che sarà la mobilità elettrica futura entro l'anno 2019. Secondo AutoBild, a Wolfsburg sono già al lavoro su un altro veicolo elettrico chiamato NUVe, progettato appositamente per fare concorrenza alla BMW i3 e sarà presentato al Salone di Parigi, in programma dal 1 al 16 ottobre. La NUVe sarà basata sulla nuova piattaforma elettrica modulare (la stessa della BUDD-e) promettendo un'autonomia alla pari delle attuali vettura a benzina. Rispetto alla i3, sarà tendenzialmente più grande in termini di dimensioni, la stessa casa dichiara di renderla disponibile alla vendita entro il 2019. Il prezzo ipotizzato sta a ridosso dei 35.000 Euro. La Volkswagen ha in programma il lancio di sei concept car a propulsione elettrica, tutte basate sulla medesima piattaforma modulare (inclusa la NUVe) in grado di offrire uno spazio notevole per le componenti elettriche e per le batterie di grandi dimensioni. Gli interni non verranno stravolti in termini di spazi, ma saranno arricchiti con delle funzionalità di rete grazie ai nuovi sistemi di architettura, con la strumentazione ed il sistema operativo. Nella BUDD-e, dietro al pannello risiede una mappa di navigazione 3D, con due schermi separati ma allo stesso tempo uniti da un unico blocco. Sarà interessante capire se tali elementi saranno riproposti anche sulla NUVe, compresa l'estetica. [post_title] => La Volkswagen lancia la sfida elettrica alla BMW i3 con la NUVe [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => la-volkswagen-lancia-la-sfida-elettrica-alla-bmw-i3-con-la-nuve [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-06-12 11:56:41 [post_modified_gmt] => 2016-06-12 09:56:41 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=272116 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

La Volkswagen lancia la sfida elettrica alla BMW i3 con la NUVe

Al Salone di Parigi verrà presentata la NUVe, futura rivale della i3 nel campo elettrico

La Volkswagen presenterà un modello a propulsione elettrica chiamato NUVe, che prometterà battaglia alla BMW e nello specifico alla i3.
La Volkswagen lancia la sfida elettrica alla BMW i3 con la NUVe

Con il Dieselgate ormai alle spalle, l’attenzione della Volkswagen si sposta sul mondo dell’elettrico. Già all’inizio dell’anno, al Consumer Eletronics Show di Las Vegas, fu presentata la concept car a zero emissioni chiamata BUDD-e, la prima vettura basata sulla nuova piattaforma elettrica modulare (MEB), progettata appositamente per i veicoli plug-in, nonchè prima vettura elettrica sviluppata dall’intero Gruppo. Con la presente, la Volkswagen ha dimostrato quella che sarà la mobilità elettrica futura entro l’anno 2019.

Secondo AutoBild, a Wolfsburg sono già al lavoro su un altro veicolo elettrico chiamato NUVe, progettato appositamente per fare concorrenza alla BMW i3 e sarà presentato al Salone di Parigi, in programma dal 1 al 16 ottobre.

La NUVe sarà basata sulla nuova piattaforma elettrica modulare (la stessa della BUDD-e) promettendo un’autonomia alla pari delle attuali vettura a benzina. Rispetto alla i3, sarà tendenzialmente più grande in termini di dimensioni, la stessa casa dichiara di renderla disponibile alla vendita entro il 2019. Il prezzo ipotizzato sta a ridosso dei 35.000 Euro.

La Volkswagen ha in programma il lancio di sei concept car a propulsione elettrica, tutte basate sulla medesima piattaforma modulare (inclusa la NUVe) in grado di offrire uno spazio notevole per le componenti elettriche e per le batterie di grandi dimensioni. Gli interni non verranno stravolti in termini di spazi, ma saranno arricchiti con delle funzionalità di rete grazie ai nuovi sistemi di architettura, con la strumentazione ed il sistema operativo.

Nella BUDD-e, dietro al pannello risiede una mappa di navigazione 3D, con due schermi separati ma allo stesso tempo uniti da un unico blocco. Sarà interessante capire se tali elementi saranno riproposti anche sulla NUVe, compresa l’estetica.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati