Alpine sarà grande protagonista al Festival of Speed di Goodwood

Alpine sarà grande protagonista al Festival of Speed di Goodwood

Tre sue vetture disputeranno la celebre corsa in salita

Alpine - Al Festival of Speed di Goodwood 2016 Alpine espone due show-car che annunciano l’automobile sportiva che sarà svelata a fine anno. Inoltre, il marchio sarà ampiamente rappresentato nello stand Cartier Style et Luxe
Alpine sarà grande protagonista al Festival of Speed di Goodwood

L’entusiasmo suscitato dalla rinascita dell’Alpine sarà ancora più acceso durante il Festival of Speed di Goodwood 2016. Saranno esposte Alpine Vision e Alpine Célébration, due show-car che prefigurano il futuro modello di serie che sarà presentato a fine anno. Alpine Célébration parteciperà alla corsa in salita.

Renault-Alpine A442B, vincitrice della 24 Ore di Le Mans 1978, e Alpine A460 partiranno alla conquista della celebre salita. Alpine sarà anche al centro dello stand Cartier Style & Luxe installato nei giardini di Goodwood House. La primissima Alpine della storia, battezzata “Le Marquis”, troneggerà accanto alla recente show-car Alpine Vision. Si potranno ammirare altre cinque Alpine, tra cui Willys Interlagos – una versione di Alpine A108 assemblata in Brasile, che prefigurava la famosa Berlinette Alpine A110 – una rara cabriolet Alpine A110 e la concept-car Alpine Meyrignac del 1977, progettata da un giovane designer. Sarà anche presente la leggendaria Alpine A110 con due modelli: una versione 1964 che era apparsa nella serie televisiva “Les Aventures de Michel Vaillant” e l’ultimo telaio prodotto nel 1977.

Condividendo il volante della Renault-Alpine A442B, Jean-Pierre Jaussaud e Didier Pironi hanno raggiunto l’obiettivo di vincere la 24 Ore di Le Mans nel 1978. Quella vittoria è stata il punto culminante di cinque anni di lavoro. Renault-Alpine A442B è un’evoluzione di Renault-Alpine A440 e Renault-Alpine A441 con motore aspirato, e poi di Renault-Alpine A442 con motore turbo. Erano molte le vittorie conseguite al Campionato Mondiale Sport-Prototipi, ma fino all’edizione 1978 rimaneva ancora da strappare la vittoria alla 24 Ore. Renault-Alpine A442B era alimentata da un motore V6 turbo da 2.0 litri che permetteva ai piloti di raggiungere 360 km/h sul rettilineo dell’Hunaudières. Questa automobile ha siglato il miglior tempo di tutte le Alpine sul circuito della 24 Ore. Il giorno della vittoria, nel 1978, il Presidente e Amministratore Delegato di Renault Bernard Hanon, che aveva definito l’obiettivo di vincere la 24 Ore, annunciava la fine dell’impegno della Marca nell’endurance e il lancio del programma F1. I prototipi Alpine hanno segnato la storia delle gare su circuito, in particolare con la vittoria di Renault-Alpine A442B nella 24 Ore di Le Mans del 1978. Oggi, il nome Alpine è ancora presente sulle linee di partenza di questa leggendaria competizione.

L’Alpine Vision, come indicato dal nome di battesimo, è un’anteprima del modello di serie che Alpine presenterà alla fine di quest’anno. Svelata a Monaco in febbraio, Vision annuncia la silhouette della futura Alpine, fornendo nello stesso tempo i primi indizi sulla composizione meccanica dell’auto. In linea con tutte le altre Alpine, il motore è montato dietro i sedili, in posizione centrale-posteriore. Coerentemente con il modello che prefigura, anche Vision è stata progettata con una serie di obiettivi destinati ad assicurare piacere di guida, per estendere il carattere dinamico di Alpine verso il XXI secolo. Oltre a tutte queste caratteristiche, c’è poi la leggerezza dell’auto, un elemento centrale di tutte le Alpine, associata un motore compatto e potente. Nel caso di Vision, questo abbinamento consente di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 4,5 secondi… Le performance della versione stradale dovranno essere analoghe. Vision incarna anche la riflessione che porta alla progettazione della nuova auto sportiva Alpine. La silhouette, le proporzioni e il carattere visivo pienamente contemporaneo sono accompagnati da richiami al patrimonio della Marca, di cui si ritrova un’eco nel lunotto avvolgente, il frontale a quattro fanali e le forme incurvate lungo le fiancate di Vision, tutti riferimenti ad Alpine A108 e Alpine A110. Prodotta a Dieppe, in France, nel sito Alpine, la nuova auto sportiva sarà commercializzata nel 2017, dapprima in Europa e poi nel mondo intero,

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati