Mercedes-AMG GT R: la “bestia” è in agguato [VIDEO]

Mercedes-AMG GT R: la “bestia” è in agguato [VIDEO]

La nuova “belva dell'Inferno Verde”

Mercedes-AMG GT R – Nuovi video di anticipazione continuano a scandire il debutto di un'altra potente realizzazione di Affalterbach
Mercedes-AMG GT R: la “bestia” è in agguato [VIDEO]

L’immersione in atmosfere esotiche e lontane, stuzzica un po’ la voglia di viaggiare in questo periodo, ma dietro l’apparente tranquillità di un panorama colorato e paradisiaco, contrasta la forza bruta di un nuovo predatore d’asfalto, il cui suono scaccia di netto il silenzio affermando la bellezza di un’energica vitalità. Continua il mistero attorno a questo “predatore dell’Inferno Verde”, in attesa che Mercedes-AMG liberi la sua nuova creatura.

Si ascolta un suono, potente, che richiama orecchi e passione. Un “Inferno Verde” contrapposto a un “Paradiso di velocità e adrenalina”. L’attesa Mercedes-AMG GT R, al momento solo accennata e mai nominata in questi brevi video preparatori, debutterebbe il 24 giugno a Goodwood secondo quanto emerso di recente. La sportiva di Affalterbach sarebbe equipaggiata ancora con il generoso 4.0 litri bi-turbo V8 già presente sulle versioni AMG GT e GT S ma, rispetto ai 462 e 510 cavalli prodotti dalle unità delle rispettive supercar, questa nuova AMG GT R potrebbe contare su ben 570 cavalli di spinta. Una forza che la proietterebbe al vertice della produzione. L’unità motrice, poi, potrebbe essere legata a un cambio doppia frizione sette marce e, considerando le qualità tecniche, aerodinamiche e stradali dell’auto, questa attesa AMG GT R potrebbe completare la distanza 0-100 km/h in 3,7 secondi. Risultando più rapida rispetto alla pur potente GT S.

Dalle criptiche inquadrature, si percepisce una linea aerodinamica e rivestita di un intenso e mimetico verde, collegato sempre al noto appellativo del Nürburgring, oltre a un’energia pulsante testimoniata da un suono pieno e ruggente. Un rombo emesso con vigore, che non può che risvegliare una certa curiosità, ben rappresentata da questa metaforica contrapposizione con la vegetazione e la fauna della misteriosa foresta inquadrata nelle brevi sequenze d’anticipazione. Una grande macchia verde, funzionale a un predatore che sfrutta il mimetismo per imporre il suo dominio.

Una fiera rapida e selvaggia, che si intravede appena tra gli scorci della fluttuante muraglia verde e che sarebbe caratterizzata, secondo i rumors, da un peso più contenuto, oltre ad essere arricchita da elementi aerodinamici filanti e ben modellati, in simbiosi con un corpo schiacciato e muscoloso.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati