La Mercedes AMG GT S beneficia delle modifiche RevoZport [FOTO]

Il 4.0 biturbo V8 raggiunge 660 CV. Il carico aerodinamico aumenta del 20%

Mercedes AMG GT S RevoZport - La versione chiamata anche GTZ-650 ottiene un nuovo kit aerodinamico in carbonio; il 4.0 biturbo V8 eroga una potenza pari a 660 CV. Il prezzo e gli esemplari sono ancora in via di rivelazione.

La versione S della Mercedes AMG GT riceve dei particolari cambiamenti dalla RevoZport, che la rendono più aggressiva, sia nella potenza sia nell’aspetto estetico. La vettura ottiene un doppio splitter piu pronunciato assieme a dei flap aerodinamici laterali, oltre a delle minigonne in basso sulle fiancate. Stavolta quest’ultime non presentano delle aperture come nella recente versione elaborata dalla Mansory, ma sono state applicate senza stravolgere la carrozzeria. Gran parte dei kit aerodinamici sono realizzati in fibra di carbonio; la parte aerodinamica non è spinta al limite, mantenendo quindi un profilo più contenuto, nonostante il 20% in più del carico aerodinamico.

La zona posteriore è composta dall’alettone che, a differenza della versione Mansory, risulta essere la stessa della GT S in termini di dimensioni. Il sistema di scarico è realizzato in titanio con i terminali collocati al di sopra del profilo estrattore, composto da piccoli deviatori di flusso. Gli stessi flussi provengono dallo splitter anteriore che, passando al di sotto del fondo, generano ulteriore carico aerodinamico, sfogando al di fuori del diffusore stesso.

La potenza del 4.0 biturbo V8 raggiunge 660 CV rispetto ai 510 CV della GT S. Naturalmente non si tratta della potenza massima espressa da tale versione, ricordiamo che la medesima elaborata dalla Mansory ne eroga 720. La AMG GT R, presentata pochi giorni fa, eroga 577 CV.

Non si è ancora a conoscenza del prezzo di partenza della vettura realizzata dalla RevoZport, ne in quanti esemplari verrà prodotta. Ricordiamo che la recente versione realizzata dalla Mansory è prevista in un solo esemplare.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati