WP_Post Object ( [ID] => 283634 [post_author] => 37 [post_date] => 2016-07-04 19:47:32 [post_date_gmt] => 2016-07-04 17:47:32 [post_content] =>

Potremmo paragonarla a Sophia Loren, una delle più celebri attrici italiane ancora oggi riconosciuta per la sua mediterranea bellezza oppure dire che è come il vino, che messo più a lungo nelle botti più è buono, ma non ci sembrerebbe del tutto corretto in quanto Lei, che oggi compie 59 anni, è un'icona su quattro ruote e merita delle celebrazioni a parte.

Ovviamente stiamo parlando della Fiat 500, la citycar che ha accompagnato generazioni di italiani ovunque: dai semplici tragitti in città tra lavoro, bar con gli amici, shopping, andare a prendere i figli a scuola fino alle più impensabili avventure con tragitti interminabili ma che alla fine strappavano sempre un sorriso di felicità. Dal 1957 al 2007, quando venne presentata la nuova versione, al 2016 è sicuramente cambiata la sua forma (dimensioni, meccanica, tecnologia) ma non quel contenuto che ancora oggi la rende una delle auto più belle ed apprezzate in Italia e nel mondo da ogni categoria di automobilista.

E proprio recentemente è stat presentata una sua esclusiva versione, la 500 Riva, che come abbiamo scritto in un precedente articolo: «È una nuova auto che afferma la propria identità con una classe rara. Vederla ancorata, pardon, parcheggiata in riva al lago in una calda giornata di fine giugno, ha certamente e volutamente rafforzato la sua immagine di sirenetta a quattro ruote. Ma avvicinandosi e salendo a bordo la sensazione è proprio quella di essere i capitani di una nuova frontiera dell’Automotive di lusso e allo stesso tempo accessibile ai più. Il colore prescelto è quello inconfondibile dell’Acquariva, il Blu Sera, mentre gli interni sono in pelle color avorio e marchiati Riva. Ma è nei materiali che impreziosiscono l’abitacolo che si esprime al meglio l’unicità del prodotto. Legni diversi, dal mogano all’acero, rivestono la parte alta del volante – che ricorda così un timone – plancia, battitacco e battivaligia, insieme al pomello del cambio. Assolutamente abolito l’uso di polimeri nella realizzazione di 500 Riva, realizzata con un guscio in carbonio ultraleggero e ultra sottile, a conferma di un lavoro votato alla sicurezza e alla qualità».

Sarà la sua aria simpatica, sarà il suo spirito avventuriero, sarà la sua intrinseca capacità di regalare una gioia a chiunque la guidi, possiamo dire una sola cosa: Tanti Auguri 500!

[post_title] => Fiat 500, passano gli anni ma non invecchi mai, auguri! [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fiat-500-passano-gli-anni-ma-non-invecchi-mai-auguri [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-07-04 19:47:32 [post_modified_gmt] => 2016-07-04 17:47:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=283634 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Fiat 500, passano gli anni ma non invecchi mai, auguri!

59 anni per l'icona italica su quattro ruote

Fiat 500 - Passano gli anni, le mode cambiano ma Lei rimane sempre e inconfondibilmente la stessa, pur se variando nelle dimensioni e nella tecnologia per adattarsi ai tempi che corrono. Ed è così che questa citycar continua a piacere ai giovani, alle famiglie ed anche a chi... ha guidato la prima versione del secolo scorso.
Fiat 500, passano gli anni ma non invecchi mai, auguri!

Potremmo paragonarla a Sophia Loren, una delle più celebri attrici italiane ancora oggi riconosciuta per la sua mediterranea bellezza oppure dire che è come il vino, che messo più a lungo nelle botti più è buono, ma non ci sembrerebbe del tutto corretto in quanto Lei, che oggi compie 59 anni, è un’icona su quattro ruote e merita delle celebrazioni a parte.

Ovviamente stiamo parlando della Fiat 500, la citycar che ha accompagnato generazioni di italiani ovunque: dai semplici tragitti in città tra lavoro, bar con gli amici, shopping, andare a prendere i figli a scuola fino alle più impensabili avventure con tragitti interminabili ma che alla fine strappavano sempre un sorriso di felicità. Dal 1957 al 2007, quando venne presentata la nuova versione, al 2016 è sicuramente cambiata la sua forma (dimensioni, meccanica, tecnologia) ma non quel contenuto che ancora oggi la rende una delle auto più belle ed apprezzate in Italia e nel mondo da ogni categoria di automobilista.

E proprio recentemente è stat presentata una sua esclusiva versione, la 500 Riva, che come abbiamo scritto in un precedente articolo: «È una nuova auto che afferma la propria identità con una classe rara. Vederla ancorata, pardon, parcheggiata in riva al lago in una calda giornata di fine giugno, ha certamente e volutamente rafforzato la sua immagine di sirenetta a quattro ruote. Ma avvicinandosi e salendo a bordo la sensazione è proprio quella di essere i capitani di una nuova frontiera dell’Automotive di lusso e allo stesso tempo accessibile ai più. Il colore prescelto è quello inconfondibile dell’Acquariva, il Blu Sera, mentre gli interni sono in pelle color avorio e marchiati Riva. Ma è nei materiali che impreziosiscono l’abitacolo che si esprime al meglio l’unicità del prodotto. Legni diversi, dal mogano all’acero, rivestono la parte alta del volante – che ricorda così un timone – plancia, battitacco e battivaligia, insieme al pomello del cambio. Assolutamente abolito l’uso di polimeri nella realizzazione di 500 Riva, realizzata con un guscio in carbonio ultraleggero e ultra sottile, a conferma di un lavoro votato alla sicurezza e alla qualità».

Sarà la sua aria simpatica, sarà il suo spirito avventuriero, sarà la sua intrinseca capacità di regalare una gioia a chiunque la guidi, possiamo dire una sola cosa: Tanti Auguri 500!

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati