WP_Post Object ( [ID] => 285149 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-07-07 19:05:59 [post_date_gmt] => 2016-07-07 17:05:59 [post_content] => “Vi avevo promesso che avrei riportato in Italia un capolavoro e, invece, ve ne ho riportati due.” Il conosciuto critico d'arte, Vittorio Sgarbi, annuncia così il compimento della sua “Missione Monna Lisa”, in un curioso video diffuso da Citroën e dedicato a questa particolare iniziativa. Impresa sottolineata dal successivo intervento dello stesso Sgarbi che introduce due novità della casa. “Citroën C3 e C3 Picasso in edizione speciale Monna Lisa. Per non apprezzare due auto così, bisogna proprio essere delle capre” aggiunge, impiegando uno dei sui aggettivi più pungenti, già utilizzato in altre occasioni. Vittorio Sgarbi ha scandito questa missione nei giorni precedenti attraverso alcuni video riportati sulla propria pagina Facebook, segnalando già lo scorso primo luglio l'intenzione di recuperare il grande capolavoro del genio leonardesco. Tramite un altro video ha lanciato l'iniziativa di far rientrare l'enigmatica Monna Lisa in Italia dalla Francia, aggiungendo: “Ho parlato con i francesi e ho preso accordi, perché ritorni da noi ciò che è nostro.” In un video successivo, quindi, troviamo il critico a bordo di una vettura con il doppio chevron, come si nota distintamente dall'inquadratura, diretto a Parigi per l'annunciata iniziativa di recupero e pienamente promossa in rete attraverso l'hashtag #missionemonnalisa. “Con l'orgoglio di questa missione, mi accingo a superare il confine fra Italia e Francia, patria di grandi artisti”. Nel suo percorso, a proposito di “capre”, il critico d'arte si imbatte anche in un gregge che gli blocca il passaggio, concedendosi una pausa scherzosa prima di portare a termine la propria impresa, con l'introduzione delle serie speciali Monna Lisa di Citroën C3 e C3 Picasso. Annuncio completato circondati dalla suggestiva visione del Museo del Louvre, il luogo custode del misterioso capolavoro di Leonardo Da Vinci, la cui espressione interrogativa e seducente continua a calamitare l'attenzione di milioni di turisti da tutto il mondo per generazioni. [post_title] => Citroën C3 e C3 Picasso: Vittorio Sgarbi e la speciale operazione Monna Lisa [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => citroen-c3-e-c3-picasso-vittorio-sgarbi-e-la-speciale-operazione-monna-lisa-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-07-07 19:05:59 [post_modified_gmt] => 2016-07-07 17:05:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=285149 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Citroën C3 e C3 Picasso: Vittorio Sgarbi e la speciale operazione Monna Lisa [VIDEO]

Da uno a due “capolavori” per l'Italia

Citroën C3 e C3 Picasso in edizione Monna Lisa – Una curiosa “missione” legata al possibile rientro in Italia del dipinto dedicato alla Monna Lisa, la famosa Gioconda del Leonardo, che vede impegnato il noto critico d'arte, che culmina con lo svelamento di due nuove serie speciali della casa francese
Citroën C3 e C3 Picasso: Vittorio Sgarbi e la speciale operazione Monna Lisa [VIDEO]

“Vi avevo promesso che avrei riportato in Italia un capolavoro e, invece, ve ne ho riportati due.” Il conosciuto critico d’arte, Vittorio Sgarbi, annuncia così il compimento della sua “Missione Monna Lisa”, in un curioso video diffuso da Citroën e dedicato a questa particolare iniziativa. Impresa sottolineata dal successivo intervento dello stesso Sgarbi che introduce due novità della casa. “Citroën C3 e C3 Picasso in edizione speciale Monna Lisa. Per non apprezzare due auto così, bisogna proprio essere delle capre” aggiunge, impiegando uno dei sui aggettivi più pungenti, già utilizzato in altre occasioni.

Vittorio Sgarbi ha scandito questa missione nei giorni precedenti attraverso alcuni video riportati sulla propria pagina Facebook, segnalando già lo scorso primo luglio l’intenzione di recuperare il grande capolavoro del genio leonardesco. Tramite un altro video ha lanciato l’iniziativa di far rientrare l’enigmatica Monna Lisa in Italia dalla Francia, aggiungendo: “Ho parlato con i francesi e ho preso accordi, perché ritorni da noi ciò che è nostro.”
In un video successivo, quindi, troviamo il critico a bordo di una vettura con il doppio chevron, come si nota distintamente dall’inquadratura, diretto a Parigi per l’annunciata iniziativa di recupero e pienamente promossa in rete attraverso l’hashtag #missionemonnalisa. “Con l’orgoglio di questa missione, mi accingo a superare il confine fra Italia e Francia, patria di grandi artisti”.
Nel suo percorso, a proposito di “capre”, il critico d’arte si imbatte anche in un gregge che gli blocca il passaggio, concedendosi una pausa scherzosa prima di portare a termine la propria impresa, con l’introduzione delle serie speciali Monna Lisa di Citroën C3 e C3 Picasso. Annuncio completato circondati dalla suggestiva visione del Museo del Louvre, il luogo custode del misterioso capolavoro di Leonardo Da Vinci, la cui espressione interrogativa e seducente continua a calamitare l’attenzione di milioni di turisti da tutto il mondo per generazioni.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati