WP_Post Object ( [ID] => 285378 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-07-08 13:15:11 [post_date_gmt] => 2016-07-08 11:15:11 [post_content] => Un mosaico mimetico dalle tonalità variabili, che richiamano un po' i colori della località dove sono state scattate le foto diffuse, continua a celare le forme del nuovo Skoda Kodiaq. Il nuovo SUV boemo pronto al debutto e proiettato verso l'introduzione in commercio nella prima parte del prossimo anno. Il Kodiaq è dotato di dimensioni spaziose, considerando i 4,70 metri di lunghezza e un vano bagagli capace di ospitare fino a 2.065 litri, risultando questo anche il più ampio del segmento. Il veicolo sarà disponibile sia in configurazione cinque posti, sia sette posti. Secondo quanto segnalato, è dotato di serie di sedili posteriori regolabili longitudinalmente, oltre all'inclinazione degli schienali. In Italia, durante la fase di lancio, saranno proposte tre motorizzazioni, di cui due Turbodiesel TDI e un altro alimentato a benzina, sempre turbo. La gamma include veicoli a trazione anteriore o integrale e trasmissioni di tipo manuale sei rapporti o automatiche DSG. Ad esaltare le doti stradali di un mezzo, sviluppato su una piattaforma realizzata principalmente in acciaio alto-resistenziale, uno specifico sistema Dynamic Chassis Control (DCC) e un Driving Mode Select presente di serie sulle versioni 4x4. Due soluzioni tecnologiche che consentono di intervenire sui parametri di sospensioni, trasmissione DSG, sterzo e acceleratore. Il programma off-road, sempre di serie sulle versioni a trazione integrale e attivabile tramite un pulsante, sostiene il conducente durante questo tipo di percorsi, monitorando la spinta del motore e le altre componenti attive dell'auto. Il SUV sarebbe dotato di uno design che trasferisce alcuni degli stilemi tipici della casa, rielaborate per essere trasferite sulle ampie dimensioni di un SUV. Si percepiscono alcune soluzioni introdotte tramite il Vision S Concept, allo scorso Salone di Ginevra. Tra gli altri aspetti peculiari, anticipati dalla casa, sono segnalate: una inedita “protezione automatica in plastica per il bordo delle portiere”, “una chiusura di sicurezza elettrica delle portiere posteriori per i bambini, così come un pacchetto comfort, dotato di poggiatesta speciali pensati per i viaggi più lunghi.” In evidenza anche le diverse tecnologie impiegate in funzione di assistenza, sicurezza e comfort di bordo. Ad esempio, tra i vari sistemi orientati sul mantenimento della distanza di sicurezza o sul controllo di corsia, si possono citare anche: il Front Assist focalizzato sulla potenziale presenza di pedoni; il Parking Distance Control arricchito da “funzione frenante” che arresta l'auto autonomamente in caso di potenziale impatto, utile nei posteggi; i vari visori che rappresentano l’Area View, che consentono di avere sullo schermo interno un prospetto di ciò che c'è attorno all'auto o il Trailer Tow Assist system, che rende più semplici le manovre in retromarcia con un rimorchio. Come è altrettanto importante il fronte infotainment e connettività, grazie alle ultime soluzioni studiate dal Gruppo Volkswagen per la piattaforma MBI. Segnalate alcune applicazioni ŠKODA Connect, utili ad esempio a ritrovare la propria vettura utilizzando il proprio dispositivo mobile. La piattaforma SmartLink, poi, include Apple CarPlay, Android Auto, MirrorLinkTM e SmartGate, presente come optional se si propende per un sistema di infotainment entry-level, mentre il Phonebox consente una ricarica induttiva del proprio dispositivo mobile. Al vertice della proposta i sistemi Columbus e Amundsen con hotspot WiFi, e si può sommare al primo anche un modulo LTE per la connessione Internet ad alta velocità. Citati anche i nuovi servizi online per telefonia mobile di Skoda: quelli di infotainment online e Care Connect, funzionali in caso di soccorso stradale. In questo ultimo raggruppamento è già previsto il pulsante di emergenza eCall, richiesto su tutte le vetture in Europa dal 2018. [post_title] => Skoda Kodiaq: la casa boema anticipa alcuni aspetti del nuovo SUV [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => skoda-kodiaq-la-casa-boema-anticipa-alcuni-aspetti-del-nuovo-suv-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-07-08 13:15:11 [post_modified_gmt] => 2016-07-08 11:15:11 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=285378 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Skoda Kodiaq: la casa boema anticipa alcuni aspetti del nuovo SUV [FOTO]

Dimensioni generose, anima tecnologia, stile distintivo

Skoda Kodiaq – Un nuovo veicolo arricchisce la gamma della Freccia Alata, associando soluzioni funzionali a un design curato e tecnologie all'avanguardia

Un mosaico mimetico dalle tonalità variabili, che richiamano un po’ i colori della località dove sono state scattate le foto diffuse, continua a celare le forme del nuovo Skoda Kodiaq. Il nuovo SUV boemo pronto al debutto e proiettato verso l’introduzione in commercio nella prima parte del prossimo anno.

Il Kodiaq è dotato di dimensioni spaziose, considerando i 4,70 metri di lunghezza e un vano bagagli capace di ospitare fino a 2.065 litri, risultando questo anche il più ampio del segmento. Il veicolo sarà disponibile sia in configurazione cinque posti, sia sette posti. Secondo quanto segnalato, è dotato di serie di sedili posteriori regolabili longitudinalmente, oltre all’inclinazione degli schienali.
In Italia, durante la fase di lancio, saranno proposte tre motorizzazioni, di cui due Turbodiesel TDI e un altro alimentato a benzina, sempre turbo. La gamma include veicoli a trazione anteriore o integrale e trasmissioni di tipo manuale sei rapporti o automatiche DSG.
Ad esaltare le doti stradali di un mezzo, sviluppato su una piattaforma realizzata principalmente in acciaio alto-resistenziale, uno specifico sistema Dynamic Chassis Control (DCC) e un Driving Mode Select presente di serie sulle versioni 4×4. Due soluzioni tecnologiche che consentono di intervenire sui parametri di sospensioni, trasmissione DSG, sterzo e acceleratore.
Il programma off-road, sempre di serie sulle versioni a trazione integrale e attivabile tramite un pulsante, sostiene il conducente durante questo tipo di percorsi, monitorando la spinta del motore e le altre componenti attive dell’auto.

Il SUV sarebbe dotato di uno design che trasferisce alcuni degli stilemi tipici della casa, rielaborate per essere trasferite sulle ampie dimensioni di un SUV. Si percepiscono alcune soluzioni introdotte tramite il Vision S Concept, allo scorso Salone di Ginevra. Tra gli altri aspetti peculiari, anticipati dalla casa, sono segnalate: una inedita “protezione automatica in plastica per il bordo delle portiere”, “una chiusura di sicurezza elettrica delle portiere posteriori per i bambini, così come un pacchetto comfort, dotato di poggiatesta speciali pensati per i viaggi più lunghi.”

In evidenza anche le diverse tecnologie impiegate in funzione di assistenza, sicurezza e comfort di bordo. Ad esempio, tra i vari sistemi orientati sul mantenimento della distanza di sicurezza o sul controllo di corsia, si possono citare anche: il Front Assist focalizzato sulla potenziale presenza di pedoni; il Parking Distance Control arricchito da “funzione frenante” che arresta l’auto autonomamente in caso di potenziale impatto, utile nei posteggi; i vari visori che rappresentano l’Area View, che consentono di avere sullo schermo interno un prospetto di ciò che c’è attorno all’auto o il Trailer Tow Assist system, che rende più semplici le manovre in retromarcia con un rimorchio.
Come è altrettanto importante il fronte infotainment e connettività, grazie alle ultime soluzioni studiate dal Gruppo Volkswagen per la piattaforma MBI. Segnalate alcune applicazioni ŠKODA Connect, utili ad esempio a ritrovare la propria vettura utilizzando il proprio dispositivo mobile. La piattaforma SmartLink, poi, include Apple CarPlay, Android Auto, MirrorLinkTM e SmartGate, presente come optional se si propende per un sistema di infotainment entry-level, mentre il Phonebox consente una ricarica induttiva del proprio dispositivo mobile.
Al vertice della proposta i sistemi Columbus e Amundsen con hotspot WiFi, e si può sommare al primo anche un modulo LTE per la connessione Internet ad alta velocità. Citati anche i nuovi servizi online per telefonia mobile di Skoda: quelli di infotainment online e Care Connect, funzionali in caso di soccorso stradale. In questo ultimo raggruppamento è già previsto il pulsante di emergenza eCall, richiesto su tutte le vetture in Europa dal 2018.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati